I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2007

Sergio Marchionne ? stato confermato per il 2007 alla presidenza della?Acea. *?Lorenzo Sistino, responsabile dei veicoli commerciali di?Fiat Auto, ? stato nominato responsabile della?New Holland, il brand che fa capo a?Cnh. Subentra a?Marco Mazz?, che assumer? un altro incarico nell?ambito del?Gruppo Fiat. *?Flavio Castelli ? nuovo il responsabile del mercato Italia dei veicoli commerciali?Fiat. *?Santo Ficili ? il nuovo responsabile del mercato Italia del brand?Fiat,?Giuseppe Pesce ? il responsabile dell?ente Sales del mercato Italia brand?Fiat. * Dal 1? gennaio?Federico Goretti ? il Direttore Generale di?Mercedes Italia,?Andrea Badolati diventa Direttore Generale ad interim di?Chrysler Jeep Italia e?Andreas Kleinkauf assume la responsabilit? della nuova Direzione corporate marketing e press relations. In parallelo scompare dall?organizzazione la Direzione della Comunicazione, la cui responsabile,?Cristina De Gaetano Polverosi, ha lasciato l?azienda. Ha lasciato?DaimlerChrysler Italia anche il Direttore Generale di?Mercedes e?Smart,?Gian Leonardo Fea. *?Wolfgang Bernhard, responsabile del marchio?Volkswagen, ha lasciato il Gruppo. La sua posizione ? stata assunta dal nuovo AD?Martin Winterkorn *?Gian Luca Soma ? stato confermato presidente della?Aniasa oltre ad essere stato nominato presidente del CdA di?ALD Automotive Italia. * Dal 1? gennaio la funzione Pr ed eventi della?Jaguar Italia confluir? nel marketing sotto?Claudio Marcolongo dopo che?Paola Amoroso ha lasciato l?azienda. *?Derrick Kuzak sar? nominato responsabile dello sviluppo prodotti a livello globale della?Ford. * Secondo le informazioni provenienti da Wolsfburg sul nuovo riassetto organizzativo del?Gruppo Volkswagen,?Walter de??Silva ? il nuovo responsabile del design. *?Gregg Sherrill ? il nuovo presidente e AD di?Tenneco, azienda tra i maggiori produttori al mondo di componentistica. *?Luca Forni, ? il nuovo direttore delle risorse umane di?Arval Italia. *?Florian Kaufmann ? il nuovo Direttore Sales &Marketing di?British Car Auctions, la pi? grande compagnia di remarketing autoveicoli d?Europa. Proviene da?General Motors Europe e ha lavorato anche in Italia per?Fiat e?Volkswagen.* Dal 1? gennaio?Silvio Angori ? il nuovo Direttore Generale della?Pininfarina, riporter? direttamente al Presidente e Amministratore Delegato,?Andrea Pininfarina. *?Sergio Fontana ha lasciato l?incarico di Communication Press Officer di?Automobili Lamborghini, lo sostituisce?Clara Magnanini. *?Bill Krueger ha sostituito?Dan Gaudette, andato in pensione, alla guida dei processi di produzione di?Nissan Nord America. *?Kerri Martin, direttore del brand innovation di?Volkswagen America, ha rassegnato le proprie dimissioni. * Dal 1? gennaio?Mario Colarieti ha lasciato la gestione del parco stampa di?Renault Italia per assumere il ruolo di manager After Sales and Quality per l?area di Roma nell?ambito della Direzione Vendite della stessa azienda. *?Ulrich Bruhnke, dalla fine di gennaio, lascia la carica di Amministratore Delegato di?BMW M, la sussidiaria del?Gruppo BMW che sviluppa e vende le auto ad alte prestazioni del marchio. *?Giovanni Sbardella ? stato nominato responsabile usato di?DAF V.I.. * Dal 1? marzo,?Neil Stuart Warrior assumer? la carica di Direttore delle Pubbliche Relazioni di?Mazda Motor Europe.

Dealer, quando la lotta fa bene alla pace

Dentro la sollevazione pronta e unitaria del settore auto italiano seguita all’introduzione dell’Ecotassa – sollevazione che è stata fin qui il solo e unico benefico effetto sortito dalla non comprensibile decisione del Governo – sono scomparsi d’incanto le turbolenze e il progetto di scissione all’interno del mondo delle rappresentanze dei Concessionari italiani. Una conquista enorme, considerato il clima dello scorso anno e i toni forti della diatriba.

Della nuova associazione dei Dealer non si parla più. Il che non significa che i grandi Gruppi abbiano perso la voglia (la forza non la perderanno certo) di essere attivi e pure rappresentativi: una delle richieste avanzate a Federauto prima dell’avvio della procedura di scissione di inizio estate 2018, all’epoca non accolta dal presidente De Stefani Cosentino, ovvero l’adesione diretta dei Concessionari alla Federazione, senza quindi l’obbligo di passare attraverso le associazioni di marca, è adesso argomento di pacata discussione (in corso) e le probabilità che ottenga il via libera sono più che alte – per non scontentare nessuno si potrà aderire alla Federazione sia tramite associazione di marca sia liberamente, l’una possibilità non escluderà l’altra. Un’apertura di dialogo concreta, sui fatti: buona notizia.

Ma c’è altro. In sede di Unione europea, dove si è almeno abituati, per cultura, ad ascoltare, è stata rappresentata da Federauto la delicata questione della vendita dei veicoli alle flotte da parte delle Case – a prezzi e condizioni che i Concessionari nemmeno si sognano, e soprattutto vendita diretta. E sempre per rimanere alla Ue, un intervento in quella sede per rappresentare le problematiche legate ai contratti tra Case e Concessionari (sul nodo del recesso, in particolare) era stata indicata tra le possibili azioni da intraprendere al più presto dai promotori della nuova Associazione, quando ancora sembrava che questa dovesse realizzarsi. 

Nel nuovo scenario di collaborazione che sembra aprirsi per il settore, potrebbe realizzarsi così compiutamente l’idea di quanti – tra i fondatori della nuova Associazione – non erano del tutto propensi alla scissione da Federauto né allo scontro, e immaginavano il nascente soggetto più come una task force cui affidare questo o quel compito particolare da portare a termine. Fiancheggiando la Rappresentanza ufficiale e non entrando con la stessa in rotta di collisione: ciascuno porta le proprie competenze, le proprie conoscenza e capacità e le mette a disposizione della collettività.

Leggi tutto...