I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2010

Dal 1? gennaio 2011 Domenico Chianese, gi? Direttore Vendite, assumer? l?incarico di Direttore Marketing di Ford Italia, riportando direttamente al Presidente Gaetano Thorel. Al posto di Chianese rientra dalla Ford Europe Andrea Crespi. Fabrizio Faltoni, dopo l?esperienza come Direttore Marketing, assumer? l?incarico di European Director Sales Operation e Staff in Ford Europe con la responsabilit? delle vendite Fleet e degli accordi quadro con i principali noleggiatori a livello europeo. * Con tutta probabilit? il Ceo di Volkswagen AG, Martin Winterkorn, sar? confermato nel suo incarico per altri 5 anni. * Il chairman di Daimler e della divisione auto di Mercedes-Benz, Dieter Zetsche, ? stato rieletto presidente dell?Acea e ne rimarr? a capo fino alla fine del 2011. * Il design di Mini avr? un nuovo responsabile sviluppo. A fine anno, Gert Volker Hildebrand passa la gestione del team Mini Design ad Anders Warming. * Eric Le Gendre ? stato nominato direttore dei mercati internazionali della Seat, Jochen Funk ? diventato direttore di marketing e vendite della Volkswagen in Brasile. * Patrice Ratti ? il nuovo responsabile della Renault Sport Technologies. * Marco Dalan ? entrato nel team della comunicazione della Volkswagen a Wolfsburg. * Paolo Zaccardi ? stato nominato direttore generale della RAE e Sirio Tardella direttore del nuovo Centro Studi Unrae. * Stephan Winkelmann, presidente e AD della Automobili Lamborghini ? stato nominato Grande ufficiale della Repubblica Italiana. * Roberto Zaina, gi? Marketing & Country Communication Manager, ? stato nominato Direttore della Comunicazione di SKF in Italia. * Fabrizio Falcombello Musumeci Greco ? stato nominato Leasing Key account di Kia Motors Europe. * Roberto Beltramolli ? il nuovo responsabile dell?Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni di Saab Automobile Italy. * Mario Theissen, il responsabile di BMW Motorsport, dal 30 giugno 2011 andr? in pensione. A prendere la sua posizione sar? Jens Marquardt. * Dal 1? febbario, la Volkswagen ha affidato al responsabile della divisione ricerca e sviluppo di Porsche, Wolfgang Duerheimer, la posizione Ceo dei brand Bentley e Bugatti. * La Lotus Cars ha recentemente aggiunto nel proprio organico Karl-Heinz Kalbfell, gi? BMW ed Alfa Romeo, e Guillaume Chabin, gi? Ferrari. * Uno degli astri nascenti di Daimler AG, Jerome Guillen, ? passato all?azienda americana, produttrice di veicoli elettrici, Tesla Motors. * La Toyota Motor Europe ha annunciato che Alain Uyttenhoven, dal 1? gennaio 2011 sar? nominato Vice Presidente. * Magellan, brand nel settore della navigazione GPS, ha scelto Andrea Battaglia come nuovo Regional Sales Manager per il Sud Europa, affidandogli la gestione dei mercati di Italia, Iberia e Grecia. * La firma di Mauro Tedeschini ? recentemente tornata sulle pagine delle testate del Quotidiano Nazionale. * Rainer Schmueckle, fino a giugno 2010 in Mercedes-Benz, ? stato assunto dal fondo di investimento globale Advent International. * Susanna Webber, in GM dal 1997, ? entrata a far parte del comitato direttivo di Opel. * L?ex Co-Ceo di Magna International, Siegfried Wolf, ? ora nel comitato di sorveglianza di Continental AG. * Nuove nomine in Volvo Car: Jan Gurander assumer? il ruolo di Cfo (Chief Finalcial Officer) da aprile 2011; Lex Kerssemakers prende in carico la responsabilit? della strategia di prodotto.

Se Torino va a Milano, e la politica gioca a fare autogol

Perciò Torino va a Milano, nel senso del Salone dell’auto che cambia residenza. Lascia la città che gli era propria, lascia la dimora, il Parco Valentino, che lo ha visto rinascere e prosperare e affermarsi addirittura come standard con il quale dovranno misurarsi da qui in avanti gli show dell’auto, laddove pochi, pochissimi, avrebbero scommesso sulla sua capacità di durare oltre due, tre edizioni. Sono state invece cinque, l’ultima delle quali illuminata dalla presenza di 700mila visitatori e di 54 Marchi auto. Un trionfo di pubblico e di critica. Poi, è entrata in scena la politica – bassa, rigorosamente con la minuscola. E Torino, perciò, se ne va a Milano. Naturalmente, il fulmine a ciel sereno scagliato da Andrea Levy, presidente del Salone, che annunciando il trasloco ha insieme fornito le date del primo appuntamento milanese e quella della conferenza stampa di presentazione, qualche dubbio consistente lo ha prodotto. Si è detto: non si può improvvisare su due piedi un trasloco di questa portata; e in Italia, poi, dove la burocrazia è padrona e per ottenere permessi ci possono volere anni; e per andare a Milano, infine, che ha un’agenda degli eventi in cui, per trovare un buco libero, bisogna fare i salti mortali… E ancora, si è detto, un imprenditore che ha dimostrato di saperci fare, e Andrea Levy lo è, procede per programmi, non per improvvisazioni o colpi di testa. Quindi, si è concluso, la decisione di lasciare Torino non nasce dall’ultimo scontro con l’amministrazione locale – il vicesindaco Guido Montanari in testa, con la sua “speranza nella grandine” affinché mandasse all’aria l’ultima edizione del Salone del Parco Valentino - ma era stata già presa da tempo, si aspettava solo un casus belli per metterla in atto, e il casus belli è puntualmente arrivato.

Leggi tutto...