I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2011

Il consiglio di direzione dell?Acea (European Automobile Manufacturers Association) ha nominato Sergio Marchionne Presidente dell?associazione per il 2012. * Angelo Sticchi Damiani ? il nuovo presidente dell?Automobile Club d?Italia. * Dal 1? gennaio Gunner Koch ? il nuovo AD e Direttore Finanziario di BMW Italia S.p.A. Koch succede a Rainer Schmidbauer tornato in BMW AG. * Seong Nam Kim ? il nuovo Presidente di Hyundai Motor Company Italy (HMCI). Prende il posto di Yongsung Kim, giunto in Italia a febbraio 2010 e chiamato da Hyundai Motor Group a ricoprire l?incarico di Presidente di Kia Motors France. * Harold Boyanovsky, Presidente e Ceo di CNH Global lascia il gruppo su sua richiesta. Lo sostituisce Richard Tobin, mentre Camillo Rossotto ? nominato Cfo. * Ratan Tata ha annunciato di aver designato Cyrus Mistry a succedergli alla presidenza della Tata Sons, la holding del gruppo. * Susan Docherty ? stata nominata Presidente e AD di Chevrolet Europe. Sostituisce Wayne Brannon che lascia GM. * Nuovo assetto nel reparto stampa e pubbliche relazioni di Mazda Italia sempre affidato a Maril? Granieri: a Maria Schiattarella ? affidata la gestione logistica degli eventi e le informazioni di prodotto, mentre a Francesco Pinto la gestione del parco stampa. * Cambiamenti organizzativi Toyota Motor Italia: i reparti Marketing, Sales Planning & Vehicles Logistics e Lexus Division saranno integrati in un?unica area funzionale e Andrea Carlucci, gi? Marketing General Manager, assume la responsabilit? della nuova area con il ruolo di Marketing & Lexus Director. Federico Tiscornia, gi? Sales Planning General Manager, viene assegnato al Reparto Network Development, che include i settori Dealer Training e Dealer & Business Development, nella posizione di Network Development General Manager. Alberto Santilli, gi? Customer Experience & Dealer Kaizen General Manager, assumer? il ruolo di Sales Planning & Vehicles Logistics General Manager. Gabriele Cerruti, gi? Lexus Division General Manager, assume il ruolo di Customer Experience & Dealer Kaizen General Manager. Christian Mohorovicich, attualmente Toyota Marketing Product Senior Manager, viene assegnato alla Lexus Division, con l'incarico di Lexus Division Senior Manager. * Nuova squadra di vertice per Leasys S.p.A. dove Claudio Manetti ? il nuovo Amministratore Delegato e Direttore Generale, Rolando D?Arco ha assunto l?incarico di Direttore Commerciale e Marketing, e Davide Atzeni quello di Direttore Amministrativo e Finanziario. * Nuove nomine in Ford Italia: Marone Vallesi entra a far parte della squadra FCSD sostituendo Alessandro Piccone nel ruolo di Area Manager Distretto Milano. Riccardo Di Costanzo sostituisce Marone Vallesi nel ruolo di Fleet Manager e Federico Calafiore viene nominato Brand Manager Medium Cars. Enrico Ferroni rientra in Italia nel ruolo di Sales District Manager Bologna rimpiazzando Valerio Brenciaglia, che inizia la sua esperienza di Marketing Manager Romania. Gaetano Varcasia ha lasciato l?azienda e Fabio Guerrieri ? stato assunto al suo posto? nel ruolo di Zone Manager FCSD. * Il numero uno di Fiat North America, Laura Soave, lascer? la societ? e sar? sostituita da Tim Kuniskis. * Andrea Perrone ? il nuovo responsabile della Direzione Brand della Ferrari. * Franco Bay ? il nuovo capo ufficio stampa di Maserati. * Stephen Girsky, vice presidente della GM, ? stato nominato presidente del Consiglio di sorveglianza della Opel in sostituzione di Nick Reilly che si ritirer? dalla GM nel marzo 2012. * Giulio Pastore ? stato nominato direttore per il Centro e Nord Europa della Maserati. * Sotto la guida di Jean-Marc Gales, la Direzione dei Marchi di PSA si completa a far data dal 1? gennaio 2012 con la nomina di Jean-Philippe Imparato, a Direttore Commerciale per l?Europa e di Yves Moulin, a Direttore Operazioni Internazionali. In questo quadro, Olivier Mornet, attuale AD di Peugeot Italia, diventa Direttore dei Marchi per l?Italia e a lui risponderanno Fran?ois Guieysse come Direttore di Citro?n Italia e Olivier Quilichini come Direttore di Peugeot Italia.

Governo, non politica: questo serve all’Italia (e all’auto)

Doveroso commiato, per cominciare: arrivederci e grazie (?) a Salvini. Nessuna delusione, anche se per qualche minuto è stato bello credere che l’allora vice Premier facesse sul serio, quando – sul palco di Verona, Automotive Dealer Day, maggio scorso – disse “Mi impegno a mettere tutta l’energia possibile per passare dal 40 al 100% di detrazione Iva sulle auto aziendali”. È stato bello, perché per qualche minuto si è potuto assistere a uno spettacolo assai raro: il dialogo, che implica ascolto, tra imprenditori e governanti. Nessuna delusione, però, perché alla fine nessun imprenditore è uscito da quella sala con la certezza che quella promessa sarebbe stata mantenuta. “Vedremo”, era lo stato d’animo che tutti più o meno accomunava. E infatti abbiamo visto. 
Adesso, arriva la notizia che il nuovo Governo è al lavoro sul Decreto legge detto per brevità “Clima” (“Per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”). La bozza è stata preparata, e andrà al vaglio del Consiglio dei ministri. Contiene, tra gli altri, alcuni capitoli che coinvolgono il mondo dell’auto. Per cominciare, è previsto un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane inquinate nelle zone interessate dalle procedure di infrazione comunitaria (Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Liguria, Toscana, Molise e Sicilia) e che rottamano autovetture fino alla classe Euro4. In pratica, dunque, riguarda gli automobilisti di Torino, Milano, Venezia, Roma, Genova, Firenze, Palermo, Catania e Messina. Ma, attenzione: il bonus da 2.000 euro è un credito di imposta che può essere utilizzato, entro i successivi 5 anni alla rottamazione, per abbonamenti al trasporto pubblico locale (sarà valido anche per i parenti del rottamatore) e l’utilizzo di servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni. E non verrà riconosciuto a chi, nei 2 anni successivi alla rottamazione, dovesse acquistare nuovi veicoli ad alte emissioni.

Leggi tutto...