I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2013

La PSA ha comunicato ufficialmente che Carlos Tavares viene nominato CEO dal 1? gennaio e che sostituir? Philippe Varin nel corso dell?anno. * Philippe Varin ? stato eletto Presidente dell?Acea. Sostituisce Sergio Marchionne che lascia dopo due mandati consecutivi. * Storico cambio ai vertici di General Motors che ha nominato il primo AD donna nell?industria automobilistica: si tratta di Mary Barra, che sostituir? Dan Akerson che ha comunicato ai dipendenti la propria intenzione di lasciare in gennaio. * Il presidente dell?Aci, Angelo Sticchi Damiani, ? stato eletto nel Senato della Federazione Internazionale dell?Automobile. * La posizione lasciata in Chrysler-Lancia da Saad Chehab, nominato responsabile marketing di Maserati, ? stata presa da Al Gardner che ? stato anche nominato CEO della marca Chrysler in Usa. * Variazioni organizzative in Mercedes-Benz Italia: dal 1? gennaio, Kevin Binder lascia la filiale italiana della Casa tedesca per ricoprire il ruolo di Direttore Generale Finance and Controlling Mercedes-Benz Cars Europe. Dalla stessa data, Marco Reas sar? il nuovo CFO di Mercedes-Benz Italia. Contemporaneamente la responsabilit? della Direzione Amministrazione, Finanza e Controlling in Mercedes-Benz Roma ? affidata a Domenico De Donatis. * Novit? nel reparto di comunicazione Opel Italia guidato da Paola Trotta. Dal 1? dicembre Evangelos Voutos Addetto Parco Stampa ha lasciato il reparto PR per una nuova opportunit? in azienda. Stefano Virgilio, Capo Ufficio Stampa, con il supporto di Giuseppe Gabriele Pulvirenti, in GM Italia per un periodo di stage, si occuperanno anche del coordinamento del parco auto. * Sergio Solero dal 1? gennaio assume la carica di Direttore Generale del BMW Group Asia. * Achim Badstuebner, dal 1? gennaio prende la guida del design degli esterni di Mercedes-Benz. Succede a Robert Lesnik che viene promosso al ruolo di coordinatore del centro stile. * Davide Schiavone ? il nuovo Fleet Manager di Suzuki Italia Automobili. * Volvo Cars ha nominato Bodil Eriksson Executive Vice President Marketing, Brand & Communications di Volvo Cars North America. * Kia Motors Company Italia rinnova il team marketing and communication con l?arrivo della PR Associate Claudia Drago che affiancher? il PR Specialist Luca Contartese. Inoltre, Chiara Pierfelici diventa BTL Specialist, Zayda Grotta New Media Marketing Specialist e Giansimone Graziosi Dealer Marketing Specialist. * Achim Badstuebner, gi? a capo dello studio di design di Audi a Monaco, ha lasciato l?azienda per essere assunto in Mercedes-Benz con l?incarico di dirigere il design esterno. * Il designer di Audi, Wolfgang Egger, ? stato trasferito alla Italdesign Giugiaro, di propriet? Volkswagen Group, per assumerne la responsabilit?. In Audi, Egger viene sostituito da Marc Lichte. * Toyota Motor Europe ha annunciato nuove nomine in seno a Toyota Deutschland. Toshiaki Yasuda, attualmente Presidente di Toyota Deutschland, torna in Giappone per un incarico in Toyota Motor Corporation. Ulrich Selzer assume una posizione nella divisione Corporate Planning in Toyota Motor Europe. Lothar Feuser Managing Director of TDG, si ritira per la pensione. In seguito a questi cambiamenti, Masaki Hosoe viene nominato Chairman di Toyota Deutschland e Tom Fux, direttore vendite di Toyota Motor Europe, assume la presidenza di Toyota Deutschland. * J. Chris Koenders, gi? Presidente di BMW Group Netherlands, succede a? Peter Miles in qualit? di executive vice president alle vendite di BMW North America. Petter Witt, attualmente managing director of BMW Svezia, prende il posto David Duncan per dirigere le operazioni di BMW nella regione Ovest degli Stati Uniti. Dal canto suo, Duncan sostituisce Jim McDowell, ritiratosi per la pensione. * La GM sostituir? il proprio presidente in Cina, Bob Socia, con Matthew Tsien. Socia lascia l?azienda per la pensione. * TRW ha annunciato che Patrick Olney, Presidente di Volvo Construction Equipment, una divisione operativa del Gruppo Volvo, assume il ruolo di COO e risponde a John Plant, Presidente e CEO di TRW Automotive.

Governo, non politica: questo serve all’Italia (e all’auto)

Doveroso commiato, per cominciare: arrivederci e grazie (?) a Salvini. Nessuna delusione, anche se per qualche minuto è stato bello credere che l’allora vice Premier facesse sul serio, quando – sul palco di Verona, Automotive Dealer Day, maggio scorso – disse “Mi impegno a mettere tutta l’energia possibile per passare dal 40 al 100% di detrazione Iva sulle auto aziendali”. È stato bello, perché per qualche minuto si è potuto assistere a uno spettacolo assai raro: il dialogo, che implica ascolto, tra imprenditori e governanti. Nessuna delusione, però, perché alla fine nessun imprenditore è uscito da quella sala con la certezza che quella promessa sarebbe stata mantenuta. “Vedremo”, era lo stato d’animo che tutti più o meno accomunava. E infatti abbiamo visto. 
Adesso, arriva la notizia che il nuovo Governo è al lavoro sul Decreto legge detto per brevità “Clima” (“Per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”). La bozza è stata preparata, e andrà al vaglio del Consiglio dei ministri. Contiene, tra gli altri, alcuni capitoli che coinvolgono il mondo dell’auto. Per cominciare, è previsto un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane inquinate nelle zone interessate dalle procedure di infrazione comunitaria (Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Liguria, Toscana, Molise e Sicilia) e che rottamano autovetture fino alla classe Euro4. In pratica, dunque, riguarda gli automobilisti di Torino, Milano, Venezia, Roma, Genova, Firenze, Palermo, Catania e Messina. Ma, attenzione: il bonus da 2.000 euro è un credito di imposta che può essere utilizzato, entro i successivi 5 anni alla rottamazione, per abbonamenti al trasporto pubblico locale (sarà valido anche per i parenti del rottamatore) e l’utilizzo di servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni. E non verrà riconosciuto a chi, nei 2 anni successivi alla rottamazione, dovesse acquistare nuovi veicoli ad alte emissioni.

Leggi tutto...