I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Hiroshi Kawamura è il nuovo Presidente di Suzuki Italia S.p.A. sostituendo nel ruolo Junya Kumataki. Hiroshi Kawamura (40), sposato con 2 figli e laureato in economia aziendale è entrato in Suzuki nel 1998, ed è alla sua terza esperienza internazionale, dopo aver ricoperto ruoli in Messico e in Germania. Junya Kumataki è rientrato in Giappone presso Ia sede di Suzuki Motor Corporation nel ruolo di General Manager, responsabile per i settori Sviluppo Prodotto, Marketing e Pubbliche Relazioni auto per tutti i mercati con esclusione di quello domestico.

Daniele Maver, Presidente e Amministratore Delegato di Jaguar Land Rover Italia, che aveva assunto pro tempore la guida di Jaguar Land Rover Europe per Sales Operation e Marketing, ha scelto di riprendere a tempo pieno la sua attività italiana. La posizione europea è stata assunta da Bob Grace, proveniente da un’esperienza prolungata sul mercato cinese. E in Cina, intanto, il vertice di Jaguar Land Rover ha deciso di inviare una task force europea per consolidare l’attività la Rete dei due brand in questo periodo di crisi di mercato. Marco Santucci, Direttore Generale Sales&Marketing di JLR Italia, è stato chiamato a far parte di questa task force composta dai migliori manager europei del Gruppo che opererà per tre mesi a far data da fine agosto per riorganizzare e perfezionare le attività della Rete di vendita.

Massimiliano Lo Bosco, dal 21 settembre 2015 ha assunto l’incarico di Direttore Press & PR della marca Audi in Italia. Lo Bosco, 43 anni, ha conseguito la laurea in Scienze Politiche presso l’Università La Sapienza di Roma e un master in Marketing & Communications. Dopo aver maturato esperienze nel settore automobilistico lavorando in Toyota Italia, Opel Italia e Daimler-Chrysler Italia, nel 2013 era divenuto responsabile della comunicazione stampa prodotto di FCA per l’area EMEA. Lo Bosco torna nell’ambito automotive dopo una breve esperienza come Direttore della Comunicazione in Italia per AstraZeneca, azienda biofarmaceutica leader a livello globale. Lo Bosco ha preso il posto di Guido Stalmann, rientrato alla Casa Madre Audi Ag dopo oltre 2 anni in Italia.

 

L’esecutivo del Consiglio di Sorveglianza di Volkswagen Ag ha deciso di sostenere la proposta avanzata dai rappresentanti degli azionisti del Consiglio di Vigilanza di Porsche Automobil Holding SE per l’elezione di Hans Dieter Pötsch a Chairman del Consiglio di Sorveglianza della Volkswagen Ag. Parallelamente è stata proposta la conferma sino al 2018 di Winterkorn alla guida del Gruppo Volkswagen. * Massimiliano Cariola è il nuovo Direttore Marketing di Porsche Italia, in sostituzione di Volker Giering che rientra a Stoccarda dopo aver guidato il reparto negli ultimi tre anni. Cariola, 45 anni, è in Porsche Italia dal 2012. Precedentemente ha ricoperto incarichi nell’ambito di aziende multinazionali di telecomunicazione nelle aree Marketing, CRM e Vendite.* Dal 1° settembre Arnaud Belloni è stato nominato Direttore Marketing Comunicazione e Sport di Citroën. Contemporaneamente, Luciano Ciabatti entra in Citroën Italia in qualità di Direttore Marketing.* Bentley Motors ha annunciato la nuova composizione del team per la Comunicazione a livello Europa. Caren Jochner, Senior Communications Manager Europe, continuerà a guidare la squadra, costituita da Mona El-Mahdi, responsabile della comunicazione in Europa occidentale, Sebastian Michel, recentemente nominato responsabile della comunicazione per l’Europa centrale e Maddalena Manfredi, Coordinatore Communications. Sebastian Michel proviene da Daimler, dove è stato portavoce stampa presso il Dipartimento Affari internazionali Comunicazione di Daimler Veicoli Commerciali. * Novità per l’A.N.E.I.S. - Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale. Luigi Cipriano ha lasciato la Presidenza dell’associazione passando il testimone nelle mani di Giovanni Polato. * Hankook Tire Europa ha nominato Antal Takacs Direttore Marketing; a partire dal 1° luglio è responsabile del pricing europeo, del marketing di prodotto e della gestione del canale di distribuzione del produttore di pneumatici. * A partire dal 1° settembre Daniel Dusatti è il direttore Sviluppo Rete e Vendita Ricambi di Italscania S.p.A. al posto di Stefano Fedel che ha ricevuto l’incarico di AD di Scania EAR (East Adriatic Region). * Stefania Pezzetti, Direttore Operativo della TNT, è stata eletta per la seconda volta presidente nazionale della Federazione Italiana dei Trasportatori. * Automobili Lamborghini ha rinnovato il proprio Management Board con la nomina di tre nuovi direttori: Thomas Kolthoff, nuovo direttore Qualità, sostituisce Holger Weichhaus che torna a far parte del management di Audi Ag; Federico Foschini è il nuovo direttore commerciale con responsabilità su marketing, vendita e post-vendita; Matteo Ortenzi, infine, succede a Foschini nel ruolo di responsabile della Direzione Project Mangement. * Mazda Nord America ha nominato Julien Montousse direttore Design per la Sede degli Stati Uniti. Montousse è entrato in Mazda nel 2009, come Responsabile del Design degli interni delle autovetture per la sede Nordamericana, e con un incarico a lungo termine nella Sede centrale ad Hiroshima in Giappone. * Enrico Rossini è il nuovo AD di Leasys SpA. * Dal 1° ottobre Radek Jelinek lascia la guida di Mercedes-Benz Milano per assumere l’incarico di Presidente e CEO di Mercedes-Benz Messico al posto di Pedro Tabera che sale al vertice della filiale milanese della Casa con la Stella. * Maurizio Iperti, Direttore Generale di LoJack Italia dal 2008, milanese, classe 1965, è stato nominato Vice President Europe dell’azienda statunitense specializzata nei sistemi antifurto.


Manifesto per chi vuole resistere

Nulla sarà più come prima, è il mantra che ci stiamo ripetendo davanti all’ignoto e ai relativi interrogativi – quando finirà? E come sarà quella che allora chiameremo “normalità”? – generati dalla pandemia di Coronavirus. E la storia del mondo domani o dopo potrà essere datata a.C. (avanti Coronavirus) e d.C. (dopo Coronavirus).
Non sfugge, né sfuggirà, a tale destino il mondo automotive a livello globale, ben dentro la tempesta perfetta. Sorpreso, travolto, molto preoccupato. Fabbriche chiuse, concessionarie chiuse, tutto fermo, immobile. Scenario di guerra. 
Il dramma – che è molto vicino a essere una tragedia – non è uguale per tutti. Soffrono tutti, ma qualcuno di più: per restare all’Italia, il comparto della distribuzione auto. Il colpo subìto lo ha messo in ginocchio, la terra non è mai stata tanto vicina. Nell’intervista che pubblichiamo, Adolfo De Stefani Cosentino, presidente dei Concessionari, dice tra l’altro: “Tra il 10% e il 20% delle aziende è a rischio chiusura”. Il Governo ha varato provvedimenti per le imprese ritenuti inadeguati dai Dealer, non idonei alla loro realtà: con fermezza e chiarezza gli è stato fatto notare, si aspettano risposte. Il Governo anche su questo tavolo si gioca la faccia, ma i Concessionari ci si giocano la vita. Non è lo stesso gioco. Insistere, e resistere: è ciò che la Federazione farà, e si spera che lo facciano anche le Case auto. Se davvero si è partner, alla guerra si va insieme.
Ma poi non c’è a.C. senza d.C. E il dopo, quella “normalità” per nulla somigliante alla normalità che fino a ieri abbiamo praticato, forse non è immaginabile, ma desiderabile certo lo è. Può bastare, per resistere. Per conservare o ritrovare la voglia di combattere. Esploratori dell’ignoto, forse in numero ridotto, ma sul pezzo, con rabbia e per amore (del proprio lavoro, dell’impresa che hanno ereditato o creato dal nulla): i Concessionari ci saranno.
Come tutti noi, oggi sono reclusi ma non per forza esclusi. Dal domani, quando verrà.
@