I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Honda ha annunciato la nomina di Toshiro Mibe, attualmente a capo della ricerca e sviluppo del Gruppo, a presidente da aprile e amministratore delegato da giugno 2021 al posto di Takahiro Hachigo, che a 61 anni siederà nel consiglio amministrazione di Honda prima di lasciare il gruppo a giugno prossimo. 

Alfa Romeo ha annunciato la nuova organizzazione globale. Daniel Guzzafame è nominato responsabile di Alfa Romeo products. Arnaud Leclerc è nominato responsabile di Alfa Romeo brand strategy & performance. Erica Ferraioli è nominata responsabile di Alfa Romeo & Lancia pricing. Roberta Zerbi è nominata responsabile di Alfa Romeo & Lancia Europe. Larry Dominique è nominato responsabile di Alfa Romeo North America.  Massimiliano Trantini è nominato responsabile di Alfa Romeo China. La funzione Alfa Romeo brand marketing & communication sarà temporaneamente sotto la responsabilità diretta di Jean-Philippe Imparato, Alfa Romeo brand Ceo.

Renault Italia ha comunicato la nuova organizzazione aziendale in coerenza con il piano strategico “Renaulution” presentato a gennaio dal Ceo del Gruppo francese, Luca De Meo. In questo contesto, dal 1° di marzo il Gruppo sarà distinto in due marche separate: Renault e Dacia. La prima resta affidata a Eric Pasquier in qualità di managing director Renault Brand Italy & Country Head Italy, il brand Dacia va sotto la responsabilità di Guido Tocci quale managing director Dacia Italy, ciascuna marca ha direzioni operative proprie.

Toyota Motor Italia ha definito i seguenti nuovi incarichi nell’ambito del proprio comitato direttivo, effettivi dal 1° aprile: Alessandro Morganti, assume la responsabilità dell’area value chain business development and technical services in Toyota Motor Europe. Christian Mohorovicich assume il ruolo di director dell’area sales & after sales operations. Paolo Moroni assume il ruolo di direttore dell’area customer experience & network development. Vincent Van Acker assume il ruolo di direttore della neo costituita area business transformation & new mobility. ≠ McLaren Automotive ha nominato Gareth Dunsmore Chief marketing officer. ≠ Automobili Lamborghini ha annunciato due cambi organizzativi: le attività di marketing della direzione marketing & communication sono riallocate nell’ambito della direzione commerciale e il nuovo ruolo di Chief marketing & sales officer è assegnato a Federico Foschini, che mantiene ad interim la sua attuale posizione di Chief procurement officer. Le attività di comunicazione e social media passano al nuovo head of communication, Tim Bravo. Entrambe le funzioni riportano al Presidente e Ceo, Stephan Winkelmann. ≠ Dopo 47 anni nel Gruppo Volkswagen, Uwe-Karsten Städter andrà in pensione. Il membro dell’executive board di Porsche AG responsabile degli acquisti lascerà l’azienda ad agosto. Il suo successore, Barbara Frenkel, inizierà già nel suo nuovo ruolo il 1 ° giugno come parte di un periodo di transizione. ≠ Audi ha nominato Juergen Rittersberger, già dirigente Porsche, nuovo Chief financial officer. Rittersberger succede ad Arno Antlitz, che sta per diventare Cfo del Gruppo Volkswagen. Rittersberger assume la posizione a partire da aprile. ≠ Dal 1° aprile Matt Harrison, attuale vicepresidente esecutivo di Toyota Motor Europe, diventa Presidente e Ceo di Toyota Motor Europe e Ceo della Divisione Europa di Toyota Motor Corporation. Harrison sostituisce Johan van Zyl. ≠ Nissan ha annunciato la nomina di Guillaume Cartier in qualità di nuovo presidente per la regione di Africa, Medio Oriente, India, Europa e Oceania. Cartier sostituisce Gianluca de Ficchy, che per tre anni ha ricoperto il ruolo di chairperson per Nissan Europe e, da ultimo, della regione Amieo. De Ficchy assume un ruolo di primo piano all’interno dell’Alleanza. A sua volta Cartier sarà sostituito come Amieo region senior vice President sales & marketing da Leon Dorssers che riporterà allo stesso Cartier. ≠ Véronique Sarlat-Depotte, attualmente Purchasing and Managing Director dell’Alleanza, è stata nominata Segretario Generale dell’Alleanza, rimanendo membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Renault. Nella posizione lasciata dalla Sarlat-Depotte arriva Gianluca De Ficchy che entra a far parte del CdA del Gruppo Renault. ≠ Dopo 40 anni, il presidente del CdA di Suzuki, il 91enne Osamu Suzuki, ha deciso di andare in pensione, in concomitanza con l’annuncio del nuovo piano strategico di medio termine del Gruppo che proprio nel 2020 ha festeggiato 100 anni di storia. ≠ Hyundai Motor Group ha annunciato la nomina di Ben Diachun a Chief technology officer della divisione urban air mobility. ≠ Il CdA di Renault ha deciso, su raccomandazione del comitato governance e remunerazioni, di proporre all’assemblea generale degli azionisti del 23 aprile, la nomina di due nuovi amministratori indipendenti, Bernard Delpit e Frédéric Mazzella, inoltre allo scopo di accompagnare l’evoluzione del Consiglio, riducendo il numero dei suoi membri, Patrick Thomas ha annunciato di voler porre il suo mandato a disposizione con un anno di anticipo, nel corso dell’assemblea generale del 2021. ≠ Dante Natali è il nuovo presidente di Federmetano. ≠ Giuseppe Graziuso è stato nominato nuovo direttore vendite di Peugeot Italia al posto di Andrea Ciucci che a sua volta assume l’incarico di guidare le sinergie e la convergenza tra l’organizzazione Stellantis e la national company italiana continuando, nel contempo, lo sviluppo dell’elettrico in Italia. Graziuso riporta direttamente a Salvatore Internullo, direttore del marchio Peugeot in Italia. ≠ Dallo scorso 1° febbraio Mathieu Ammassari è stato nominato direttore vendite Citroën Italia in sostituzione di Valentino Munno che è andato a ricoprire il ruolo di direttore vendite in Opel Italia. In Opel Italia, Ciro Papa ha assunto il ruolo di direttore marketing al posto di Andrea Leandri che è stato chiamato a coprire la posizione di head of Opel Brand Content con responsabilità per l’Europa dell’advertising e di ridefinizione dell’infrastruttura digital di Opel, presso la sede centrale di Russelheim in Germania. ≠ Juan Manuel Mollà è il nuovo Chief commercial officer di Marelli, in sostituzione di Detlef Juerss che dopo due anni in questo ruolo e contemporaneamente nel ruolo di Chief technology and engineering officer ha lasciato l’azienda a fine marzo. Sempre in Marelli, Sherry Vasa è stata nominata Chief people and organization officer. ≠ Il CdA di Scania ha nominato Christian Levin Ceo e Presidente di Scania a partire dal 1° maggio 2021. ≠ Hlpy, la piattaforma digitale di assistenza stradale, ha accolto in qualità di investor e advisor Michel Taride, Presidente di Hertz International fino a marzo 2019. 


Non è male se il futuro non è più quello di una volta

Un anno e passa dentro lo sconvolgimento da Coronavirus, e ci ritroviamo sempre lì, a fare la conta di ciò che si è perduto, dalle vite umane alle abitudini quotidiane più elementari, passando naturalmente – per chi è dentro il settore – attraverso il numero delle auto vendute, con tutto quello che questo comporta (altre perdite, naturalmente). Tale è la condizione imposta dalla pandemia a questa porzione della nostra vita, assimilabile a quella vissuta da chi è stato dentro un tempo di guerra. Ma poi questa è anche la natura umana, sempre propensa alla nostalgia: il pane come lo si faceva una volta, le nevi di una volta, il futuro non è più quello di una volta, perfino si stava meglio quando si stava peggio. Il passato è un macigno, perché – citazione libera-tutti da Enzo Biagi – “ha sempre il culo più roseo”: tutti i nostri ieri nel ricordo trascolorano e finiscono per perdere ombre e toni cupi, quando ne abbiano avuti. Difficile immaginare che questo possa avvenire domani, quando (ma quando?) dalla pandemia torneremo fuori, anche se qualcuno a qualcosa ripenserà con un sospiro – l’assenza di traffico nei lockdown?, i figli finalmente a casa per più del tempo necessario a consumare un pasto veloce?, la tenuta ormai ufficiale da videoconferenza (pullover a collo alto e pantaloni della tuta, se non addirittura del pigiama)?: qualcosa da rimpiangere certamente qualcuno lo troverà, mettendo da parte il deserto desolato nel quale è sbocciato il fiore che la sua memoria ha scelto di cogliere e conservare.

Leggi tutto...