I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Dal 1° febbraio 2018, il Comitato Esecutivo di Groupe Psa adotta le seguenti variazioni, destinate alla corretta esecuzione del piano Push to Pass, migliorare la performance in Cina e sostenere l’integrazione nel Gruppo di Opel/Vauxhall. Brigitte Courtehoux entra a far parte del Comitato Esecutivo e diventa Direttrice dei Servizi di Mobilità e di Connettività al posto di Grégoire Olivier. Grégoire Olivier è nominato Segretario Generale e succede a Olivier Bourges. Olivier, che mantiene la responsabilità del Business Lab, sfrutterà la sua competenza delle sfide legate all’evoluzione dell’industria automobilistica e la sua conoscenza della Cina gli permetterà di concentrare la sua azione nel settore degli Affari Pubblici, a sostegno del leader di questa regione. Olivier Bourges diventa Direttore dei Programmi e della Strategia al posto di Patrice Lucas. Responsabile delle attività bancarie di Groupe Psa, mantiene il controllo delle due JV di finanziamento delle vendite del Gruppo. Patrice Lucas è nominato Direttore della regione America Latina al posto di Carlos Gomes. La sua conoscenza delle leve della performance dell’azienda gli permetterà di assumere la responsabilità delle attività industriali, di R&D e commerciali del Gruppo in questa regione. Carlos Gomes è nominato Direttore della Regione Cina e Asean al posto di Denis Martin che ha deciso di dedicarsi ad alcuni progetti personali al di fuori del Gruppo. Carlos Gomes saprà sfruttare la competenza commerciale per dare nuovo impulso a questa regione, con sfide strategiche per l’azienda. A Xavier Chéreau, Direttore delle Risorse Umane, viene affidato il processo di trasformazione dell’azienda. Ora a Chéreau sono collegate la Direzione Digitale e la Direzione immobiliare, oltre al Comitato Costi fissi di cui è responsabile.

Dal 1° febbraio, Albéric Chopelin è vicepresidente senior e direttore vendite & marketing del Groupe Psa e affiancherà il presidente del direttorio Carlos Tavares. * Joachim Drees, Ceo di MAN Truck & Bus, è stato eletto presidente del consiglio di amministrazione dei veicoli commerciali dell’Acea (European Automobile Manufacturers’ Association) per il 2018. Drees assume il ruolo in sostituzione di Preston Feight, presidente di DAF Trucks. * Vincenza Magliocco entra nel management di Volkswagen Group Italia come direttore marketing della divisione Seat. Vincenza Magliocco (42) ha conseguito la laurea in ingegneria meccanica nel 2001 presso l’Università della Calabria, per poi completare la propria formazione nel 2006 con un Master in Marketing e Management all’Università di Torino. * Mazda Motor Italia ha annunciato che Marilù Granieri, Press & Public Relations Director, vera e propria madrina di Mazda Italia sin dalla fondazione della national sales company, va in pensione ed Erika Giandomenico assume le sue funzioni con il ruolo di Press & Public Relations Manager. La Giandomenico è supportata da Francesco Pinto che continua a coordinare le attività di gestione e assegnazione del parco auto stampa. Maria Schiattarella passa all’area Marketing di Mazda Italia. Giandomenico e Pinto riportano direttamente al Communications Director Claudio Di Benedetto che ha recentemente assunto la responsabilità per Mazda delle aree di Prodotto, Marketing e PR. * Dal 1° gennaio Maria Rosaria Maranci è EAME Finished Lubricants Marketing Manager di ExxonMobil Lubricants & Specialties. * L’assemblea generale della Fédération Interationale de l’Automobile (FIA) ha eletto per la terza volta Jean Todt presidente per il prossimo quadriennio. * Pierre Budar è il nuovo direttore di Citroën Racing. Succede a Yves Matton che, dopo aver avviato il ritorno del Marchio nel campionato mondiale rally (WRC), entra a far parte della FIA come direttore del settore rally. * In seguito all’uscita dall’azienda Alphabet Italia di cui era presidente e amministratore delegato, Andrea Cardinali ha rassegnato le dimissioni dalla carica di presidente Aniasa. Secondo quanto previsto dallo statuto dell’associazione e in attesa dell’elezione del nuovo presidente, il vice presidente più anziano in carica Massimiliano Archiapatti, direttore generale e Ad di Hertz Italia, è stato nominato presidente reggente. * Andrea Dell’Orto è il nuovo presidente di Confindustria Ancma, succede a Corrado Capelli, non più rieleggibile dopo due mandati. * Dal 1° marzo Michael-Julius Renz (60) diventa il nuovo amministratore delegato di Audi Sport GmbH, affiliata di Audi AG con sede a Nekarsulm e che si occupa della gamma sportiva della Casa dei quattro anelli, sostituendo Stefan Winkelmann (53) che dal 1° gennaio è passato alla guida del Marchio di lusso Bugatti. * CNH Industrial N.V. ha annunciato la nomina di Leandro Lecheta quale Chief Operating Officer (Coo) per la regione Nafta. Leandro Lecheta assume con effetto immediato la responsabilità per la regione tenuta ad interim dal Chief Executive Officer di CNH Industrial, Richard Tobin, a seguito del ritiro per pensionamento di Brad Crews, precedente Coo Nafta. * Il designer automobilistico David Hilton è entrato in Changan Automobile in qualità di strategic design director. Hilton, già senior design director di NIO (NextEV) e precedentemente head of exteriors di Bentley Motors, avrà sede a Chongqing, nel sud-ovest della Cina. Il Gruppo BMW ha annunciato che Jochen Goller (51) assumerà la posizione di Presidente e Ceo di BMW Group Region China a partire dal 1 ° marzo 2018. Succede a Olaf Kastner (62), che ha supervisionato la crescita dell’azienda in Cina negli ultimi otto anni. * Hankook Tire ha nominato Soo-Il Lee (55) nuovo presidente e amministratore delegato del produttore di pneumatici sudcoreano. * Sempre in Hankook, Han-Jun Kim ha assunto la posizione di direttore operativo per l’Europa e i Paesi della CSI. Kim succede a Ho-Youl Pae. * Tenneco ha annunciato che Maurits Binnendijk è stato nominato vice president and general manager, Europe, Middle East & Africa Aftermarket. Succede a Bruce Ronning a sua volta nominato vice president and general manager, Tenneco North America Aftermarket. Inoltre, William Cappabianca, precedentemente business manager aftermarket North Italy, è stato nominato Sales Manager Italia. Riporta a Egoitz Goiricelaya, Country Manager Spagna e Italia. * Xtrac, azienda produttrice di trasmissioni ad alte prestazioni per l’industria automobilistica, ha annunciato che Joe Greenwell sarà nominato presidente non esecutivo a partire da luglio 2018. * Nissan ha assunto un dirigente Renault con esperienza nell’industria automobilistica europea e russa per assumere la presidenza di Nissan North America. Denis Le Vot (52), che è entrato a far parte di Renault nel 1990, succede a Jose Munoz nel ruolo di leader nordamericano di Nissan. Tuttavia Le Vot continua a riportare a Munoz, che assume la funzione di chief performance officer di Nissan. * Gestamp Automocion, produttore spagnolo di componenti in metallo, ha nominato Ceo Francisco Lopez Pena. Pena (58), direttore finanziario di Gestamp dal 2008, assume la posizione al posto di Francisco Riberas (53) che mantiene le funzioni di presidente esecutivo. * Ron Stach (49), che ha guidato le vendite negli Stati Uniti per il marchio Volkswagen per quasi due anni, ha lasciato l’azienda per perseguire nuove opportunità. Al suo posto è arrivato Duncan Movassaghi, dirigente di Skoda nel Regno Unito che riferirà a Derrick Hatami, vicepresidente esecutivo americano per le vendite e il marketing di Volkswagen.* Volkswagen ha affidato a Thomas Ulbrich la guida della nuova divisione e-mobility.


Inizio d’anno in salita, con quella strana voglia di farsi male

In disordine di apparizione, ad aprire il 2019 dell’auto sono stati l’ufficializzazione della chiusura in negativo del mercato 2018 e le previsioni di ulteriore contrazione per l’anno appena cominciato, la multa da 678 milioni di euro inflitta dall’Antitrust italiano ad alcune tra le maggiori Case e relative Finanziarie, oltre che ad Assofin e ad Assilea (e relativo spettro di una class action da parte dei consumatori), la risoluzione consensuale con cui Fca ha chiuso i contenziosi in materia di emissioni diesel negli Stati Uniti per un costo complessivo stimato di 800 milioni di dollari, le voci che corrono su un maxi richiamo (370.000 vetture) in Europa imposto in Germania al Gruppo Volkswagen. Tutto questo, naturalmente, senza dimenticare i colpi di chiusura 2018, ovvero l’Ecotassa introdotta nella Legge di Bilancio e la decisione, in sede Ue, di fissare al 37,5% il target di riduzione delle emissioni per le auto nel 2030.Per dirla con delicatezza, una partenza d’anno in salita per l’automobile. Che se a volte è vittima per mano d’altri, spesso riesce a farsi male da sé. E invece di tutto ha bisogno, agli occhi del proprio pubblico, tranne che di ulteriori aggressioni auto-inferte alla propria immagine. Se n’è già parlato, ma soffermiamoci ugualmente su questo aspetto dell’inizio d’anno in salita. I costi di modi e pratiche non trasparenti - al di là del concetto di presunzione d’innocenza fino a prova contraria e di eventuali ricorsi pendenti, come accade nella questione dell’Antitrust - sono elevatissimi e vanno ben oltre l’importo delle multe, ancorché milionarie. Perché piantano dentro la testa del pubblico dei consumatori due inalienabili convinzioni: la prima è che devono difendersi (dal Costruttore, dal Dealer, dall’assicuratore, e così via), la seconda è che “tanto sono tutti uguali”, anche quando poi nella realtà così non è. Customer care, customer journey, customer satisfaction: l’attenzione al cliente appare massima quando è già ‘preso’ - appare, sì: laddove la sua soddisfazione è solo merce di scambio, se sia davvero soddisfatto o meno poco importa... - del tutto assente quando è ancora nascosto nell’ombra.

Leggi tutto...