I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2018

Timothy Kuniskis (51) è stato nominato Head di Alfa Romeo e Maserati a febbraio 2018. È membro del Group Executive Council (GEC) da ottobre 2015. In precedenza, è stato Head of North America Passenger Car Brands. In passato ha inoltre ricoperto la carica di President e Ceo per i brand Dodge e SRT brands per il Nord America e Head del brand  Fiat per il Nord America. È entrato a far parte di Chrysler Corporation nel 1992 ricoprendo varie posizioni di crescente responsabilità in ambito commerciale e di marketing. Kuniskis ha sostituito Reid Bigland (50) che conserva il suo ruolo di capo delle vendite negli Stati Uniti e Ceo di Fca Canada. Inoltre, Fca ha nominato Steve Beahm (54) in sostituzione di Kuniskis come responsabile dei marchi Chrysler, Dodge e Fiat negli Stati Uniti.

Toyota Motor Italia ha reso effettivi nella sua organizzazione nuovi incarichi. Christian Mohorovicich, in Toyota dal 2002, assume la responsabilità della direzione sales operations. Mohorovicich (44) e con una consolidata esperienza nell’area commerciale per i brand Toyota e Lexus, subentra a Luigi Ksawery Lucà che gestisce da inzio anno la nuova divisione mobility & connected car in Toyota Motor Europe. Contestualmente, nel nuovo team che fa riferimento a Christian Mohorovicich sono operativi nuovi incarichi per Ernesto Giansante che, nel ruolo di network operations general manager, assume la responsabilità del team commerciale vendita e post vendita e per Massimiliano Loconzolo che va a guidare le attività per il business flotte e relative alla gestione dell’usato, in qualità di fleet & used senior manager. * Si è ufficialmente perfezionata, dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte dell’IVASS, la fusione tra Filo diretto Assicurazioni e Nobis Compagnia di Assicurazioni. Il consiglio di amministrazione ha affidato la guida della nuova società a Giorgio Introvigne, già Ad di Filo diretto Assicurazioni, mentre Alberto Di Tanno e Carlo Calvi sono stati rispettivamente nominati Presidente e Direttore Generale. Nessun cambiamento invece alla direzione della divisione Automotive della compagnia, dove è stata confermata Maria De Nobili.  * A partire dal 1° febbraio 2018, l’ufficio stampa e pubbliche relazioni corporate di Suzuki Italia, che gestisce le attività di comunicazione esterna delle tre linee prodotto (automobili, motocicli e motori marini), varierà come segue. Katia Bertello coordinerà le pubbliche relazioni e l’ufficio stampa della divisione Auto, coadiuvata da Marta Matta e da Alessandro Berardi. Barbara Moscato coordinerà le pubbliche relazioni e l’ufficio stampa della divisione Moto. Immacolata Moretta coordinerà le pubbliche relazioni e l’ufficio stampa della divisione Marine. * Dal 1° febbraio Giorgio Contu assume l’incarico di responsabile comunicazione DS. Da gennaio 2017 era CRM manager per i tre brand di Groupe PSA in Italia. Contu subentra a Ismaele Iaconi e riporta a Carlo Leoni (Direttore comunicazione Groupe PSA Italia). * Davide D’Amico ha assunto la responsabilità del brand Jeep per Europa, Medio Oriente e Africa continuando a mantenere la responsabilità della comunicazione Fca per il mercato italiano e per il dipartimento Fleet & Business dell’area Emea. D’Amico ha sostituito Francesca Montini entrata nel team della comunicazione di Ferrari, dove riporterà direttamente a Stefano Lai. * Dal mese di gennaio, Sara Germani è la responsabile del Product Communication per i brand Toyota e Lexus al posto di Gabriele Paolillo che passa al reparto marketing communication con la responsabilità della comunicazione digitale di Lexus. * Dal 1° gennaio, Harrie Schippers è stato eletto dal Consiglio di Amministrazione di Paccar, Presidente e Chief Financial Officer (CFO) della stessa Paccar. Schippers ha lavorato presso Paccar per 31 anni ed è attualmente vicepresidente esecutivo e Chief Financial Officer presso la sede dell’azienda a Bellevue, Washington. * Peugeot Motocycles, ha nominato Enrico Pellegrino direttore commerciale mondo. Pellegrino (53), laurea in economia e master in business administration, ha trascorso la sua carriera lavorando per marchi come Ford, Ducati e Yamaha. * Gianfranco Martorelli, Fleet & Mobility Manager dell’azienda di telecomunicazioni WindTre, è il nuovo presidente di Top Thousand, l’osservatorio sulla mobilità aziendale composto da Fleet e Mobility Manager di grandi aziende nazionali e multinazionali attive in Italia. Martorelli sostituisce  Riccardo Vitelli. * Il marchio Jeep ha un nuovo responsabile per la regione Emea, si tratta di Jeff Hines, statunitense, con oltre 20 anni di esperienza nell’area commerciale. Ha iniziato la sua carriera in Chrysler nel 1997 arrivando a rivestire il ruolo di responsabile commerciale per i marchi Dodge e Ram nel 2009. Hines riporta direttamente ad Alfredo Altavilla, Coo Fca Emea, e a Mike Manley, head of Jeep & Ram brand Fca global. * Gemma Fiorentino è stata nominata global head del settore marketing & events di Transporeon Group, azienda per le soluzioni logistiche online. * mytaxi ha annunciato la nomina del nuovo Amministratore delegato Marc Berg, che prenderà il posto di Andrew Pinnington che ha deciso di dimettersi dal 16 aprile prossimo. Berg è attualmente Ceo per l’area Dach del Gruppo Klarna, azienda di servizi di pagamento online. * A seguito della riorganizzazione funzionale del Gruppo Japanparts, Sara Turella, è stata nominata direttore vendite export. * Wolf-Henning Scheider, già Ceo di Mahle, produttore tedesco di parti per i propulsori, è salito a bordo di ZF Friedrichshafen per assumere il ruolo di Ad. Scheider (55), prima di giungere in Mahle, era a capo delle attività automobilistiche globali di Robert Bosch. * Nissan Europe ha promosso Ken Ramirez alla guida delle sue operazioni di vendita e marketing nel continente in seguito alla partenza di Philippe Saillard che ha lasciato l’azienda per perseguire altre sfide professionali. Ramirez (50) dal 2002 ha lavorato per l’Alleanza Renault-Nissan in vari ruoli, tra cui Ad di Nissan America Latina e Caraibi. Ramirez riferirà al presidente di Nissan Europe, Paul Willcox. * Valeo ha nominato François Marion nuovo presidente per il mercato cinese. Marion (41) è entrato in Valeo nel 2012 come vice presidente della divisione strategica. Marion sostituisce Edouard de Pirey, che è stato nominato vice presidente della divisione sistemi elettrici dell’azienda. * Audi ha nominato Marco Schubert, responsabile vendite di Skoda per l’Asia, come presidente delle vendite della joint venture del Gruppo Volkswagen con il Gruppo cinese Faw. * Da febbraio, Simone Miatton è il nuovo presidente e amministratore delegato della Michelin Italia S.p.A. Subentra a Lorenzo Rosso, che lascia il comando del Gruppo in Italia per ricoprire l’incarico di presidente della regione geografica Michelin Europa del Sud. * Rolls-Royce Motor Cars ha annunciato la nomina di Mihiar Ayoubi a direttore della divisione ingegneristica dal 1° marzo. * Carlo Di Giusto è il nuovo vice direttore di due delle testate di Editoriale Domus, Ruoteclassiche e TopGear. Sempre in Editoriale Domus, Marco Pascali lascia TopGear per affiancare Alessio Viola a Quattroruote. * Thierry Desmarest, che ha lavorato per il Gruppo Renault nell’ambito del CdA fin da aprile 2008, ha deciso di rassegnare le dimissioni dal ruolo di Direttore e dalla funzione di presidente del comitato strategico industriale e internazionale. * Il Gruppo Renault ha annunciato che il Chief Performance Officer, Stefan Mueller, ha deciso, per motivi di salute, di lasciare la società . 

Se il food delivery consegna lezioni a domicilio

I l titolo è perentorio: “2030: il food delivery ucciderà i ristoranti. E dalle case spariranno le cucine”. L’articolo, pubblicato dal sito Business Insider, porta la firma di Valerio Mammone. Abbonda di dati e virgolettati, è molto dettagliato. Non parla del mercato delle automobili, naturalmente, ma può risultare istruttivo, se si ha voglia di uscire dalla logica “il nostro è un business unico”. 
Food delivery: consegna di cibo a domicilio. In Italia, ci dice Mammone, il fenomeno esplode nel 2015, con nuove startup (Glovo, Foodora, Deliveroo, UberEats...) venute a rompere il dominio di Just Eat. Nel 2017 il mercato vale 201 milioni di euro, +66% sul 2016. Nel primi mesi del 2018, tra piatti pronti o semplice spesa, più di 4 milioni di italiani hanno scelto la consegna a domicilio almeno una volta al mese. Utilizzatori più assidui: i Millennial, fascia d’età tra i 25 e i 34 anni. Entro il 2022 si prevede che le piattaforme di food delivery genereranno un giro d’affari da 2,5 miliardi di euro. 
Il punto centrale dell’asse che i ristoratori hanno costituito con le piattaforme di food delivery - spiega Business Insider - sono i big data. Migliaia di informazioni vengono raccolte ed elaborate ogni giorno dalle piattaforme e poi, dice Samuele Fraternali dell’Osservatorio e-commerce B2C, “i dati vengono rivenduti ai ristoratori, che così possono profilare gli utenti, sapere quali prodotti vanno di più, quali sono i servizi preferiti, quali zone e fasce orarie rendono di più... Il ristoratore non paga tanto il dato, quanto la sua rielaborazione”.

Leggi tutto...