I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2020

Il Consiglio di Amministrazione di Renault, riunitosi sotto la presidenza di Jean-Dominique Senard, ha cooptato Joji Tagawa come Amministratore proposto da Nissan. Sostituirà Yasuhiro Yamauchi, che ha dato le dimissioni il 23 aprile 2020, per il periodo rimanente del mandato di quest’ultimo, ossia fino all’Assemblea Generale del 2022. L’Assemblea Generale degli Azionisti del 19 giugno 2020 è chiamata a ratificare la cooptazione di Joji Tagawa

Il Gruppo Renault e Nissan Motor Co., Ltd. hanno annunciato la nomina di Mark Sutcliffe, attualmente direttore della strategia industriale e supply chain dell’Alleanza, a direttore della divisione veicoli commerciali dell’Alleanza, a partire dal 1° giugno. ≠ Riorganizzazione del team comunicazione di Hyundai Motor Company Italy. Marta Marchi passa a coordinare le attività relative alla comunicazione del brand Hyundai rimanendo all’interno del dipartimento marketing e comunicazione, guidato da Pier Paolo Greco. Nel team dell’ufficio stampa, il nuovo referente è ora Paolo Sperati, affiancato da Stefano Previdoli. ≠ Henrik Wenders ha assunto la responsabilità del riallineamento e del marketing globale del marchio Audi. Come senior vice president è ora responsabile della strategia del marchio, delle relazioni con i clienti e della comunicazione, nonché del marketing digitale, esperienziale e sportivo, al posto di Sven Schuwirth, che diventa responsabile dell’area esperienza digitale e business. ≠ Cambiamenti in Kia Motors Company Italia, dove Giuseppe Mazzara, attuale marketing communication and Pr director, aggiungerà la responsabilità del Crm. All’interno del team Pr di Mazzara, Francesco Cremonesi ricopre ora il ruolo Pr assistant manager, a cui riporta Cristina Nichifor in veste di Pr Specialist. Nicola Marsala assume il ruolo di sales and product director, Alfonso Tallarico ricopre invece la carica di aftersales & mobility solutions director e  Giorgio Speziali è il nuovo dealer network development director. Nicola Marsala, Alfonso Tallarico, Giorgio Speziali e Giuseppe Mazzara continuano a riportare a Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Motors Company Italy. ≠ Jochen Paesen, che proviene dalla marca cinese Nio, è il nuovo vice president di Kia Motors Corporation con responsabilità per l’interior design. ≠ Holly Walters, presidente e amministratore delegato di Toyota Financial Savings Bank è stato promosso a vicepresidente del gruppo dei sistemi informativi per Toyota Motor Nord America. Walters riferirà direttamente a Zack Hicks, Chief digital officer e executive vice president per la trasformazione e la mobilità digitale. ≠ Mike Owens è stato promosso vice presidente del gruppo e Chief Risk Officer presso Toyota Financial Services. In questo ruolo, Owens ha la responsabilità aggiuntiva di supervisionare le affiliate internazionali di Toyota Financial Services nella regione delle Americhe Oceania. Owens continuerà a servire come presidente del consiglio di amministrazione di Toyota Financial Savings Bank e riferirà a Mark Templin, presidente e Ceo di Toyota Financial Services. ≠ La spagnola Marta García è stata nominata presidente esecutivo del Women’s World Car of the Year, l’unico premio internazionale votato interamente da giornaliste dell’automotive: sostituisce la fondatrice, Sandy Myhre, che ha assunto il ruolo di presidente d’onore. ≠  Cambio al vertice di Petronas Lubricants International, la divisione dedicata alla produzione e commercializzazione di lubrificanti di Petronas, il consiglio di amministrazione ha nominato Domenico Ciaglia nuovo managing director Emea Region. ≠ Ford Motor Company ha annunciato una serie di nomine nello staff dirigenziale e nella organizzazione globale, per accelerare il suo programma Creating Tomorrow Together; in questo scenario c’è l’arrivo nel Gruppo dell’Ovale Blu di Gil Gur Arie (44) ex-colonnello dei servizi segreti israeliani, che è stato nominato chief Global Data, Insights e Analytics Officer di Ford Motor Company. ≠ Luc Donckerwolke, vicepresidente e responsabile del design di Hyundai Motor Group dall’ottobre del 2018 lascia l’azienda sudcoreana per ragioni personali. Donckerwolke (54) era entrato in Hyundai nel 2015 dopo importanti esperienze in Audi, Lamborghini e Bentley, assumendo la responsabilità dello stile dei brand Hyundai e Genesis. ≠ Dal 1° maggio Sandro Mesquita ha assunto la carica di direttore generale del Geneva International Motor Show affiancando Maurice Turrettini presidente della Fondazione GIMS. In questa posizione Mesquita succede a Olivier Rihs, che alla fine di marzo ha lasciato l’ente che organizza il Salone dell’Automobile di Ginevra. ≠ Belron Italia, la filiale italiana dell’azienda di riparazione e sostituzione dei cristalli per auto, ha comunicato la decisione di Matteo Rignano di lasciare la guida della società dal 30 giugno, per intraprendere una nuova sfida imprenditoriale. Gli subentra, ad interim, Marc de Souter, regional general manager e già responsabile del coordinamento delle attività anche sul mercato italiano. ≠ Secondo la rivista tedesca Magazin, il vicepresidente di Tesla Europe, Sascha Zahnd, avrebbe lasciato l’azienda a seguito di controversie con il Ceo, Elon Musk.

 

Dire troppo, dire poco: l’arduo esercizio di comunicare

In attesa di capire chi realmente sia il motore del nostro Paese, se i Concessionari (“#ilmotoreitaliano”, come da spot Federauto) oppure il popolo (“Il vero motore dell’Italia sono gli italiani”, come da spot Fca), è già del tutto evidente chi certamente non lo è, quando si viene all’automotive: il Governo. Al 19 maggio, data in cui questo numero di InterAutoNews è andato in stampa, nessuna risposta avevano ottenuto lettere, appelli, proposte contenenti piani dettagliati sulle possibili modalità di intervento, invocazioni e lamentele varie indirizzati a decine, negli ultimi due mesi, a chi ha il potere di decidere. Non una novità in assoluto, questo silenzio. A oggi naturalmente non è comunque da escludersi che una risposta possa prima o dopo arrivare. Il problema è che la partita, nel momento in cui si tratta di far ripartire il Paese, si gioca proprio tra la distanza abissale che intercorre tra “prima” e “dopo”, ed è la stessa che intercorre tra l’orlo del precipizio e, appunto, l’abisso. 
Che poi il problema è sempre la distanza. Tra il “prima” e il “dopo”, come anche tra chi governa e chi viene governato. C’è un passaggio, nell’intervista a Francesco Maldarizzi che pubblichiamo in questo numero di InterAutoNews, che chiarisce perfettamente il concetto. Dice Maldarizzi: “Ho registrato lo stupore, anche tra gli esponenti del Governo, nel constatare che il nostro comparto ha ben 120.000 dipendenti diretti e che tutti paghiamo le tasse in Italia”. Uno stupore che suona come un insulto esattamente come il silenzio che arriva, oltretutto, nel momento in cui l’automotive italiano si è impegnato, con uno sforzo che non ha precedenti, a rappresentare pubblicamente se stesso nella propria qualità di settore -  che contribuisce, e quanto, a mandare avanti il Paese. Le singole Case auto e i singoli Concessionari maneggiano quotidianamente la materia nell’ambito dei rispettivi business, letteralmente vivono (anche) di comunicazione. Un conto però è farlo a nome proprio, un altro è farlo in rappresentanza di molti, come sta scoprendo Federauto, nuova all’esercizio.

Leggi tutto...