I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2021

Il gruppo Stellantis ha affidato a Pietro Gorlier il ruolo di Chief parts and services officer, responsabile globale dei servizi, dell’assistenza clienti e delle attività per i ricambi.
Marco Saltalamacchia è stato nominato nuovo Presidente del Gruppo Koelliker, subentra a Roberto Giacobone che resta nel board di Koelliker SpA in qualità di consigliere. ≠ L’attuale capo ingegnere di Lotus Cars, Matt Windle, è stato nominato nuovo amministratore delegato dell’azienda, in sostituzione di Phil Popham. Windle ha già iniziato a occuparsi dei suoi nuovi compiti, con Popham che rimarrà in azienda fino alla fine di marzo per aiutare la transizione. Popham ha deciso di lasciare il suo ruolo per perseguire progetti personali. ≠ Dal 1º febbraio Stephen Norman viene nominato senior vice President sales, aftersales e marketing di Opel/Vauxhall. Già managing director di Vauxhall Motors, succede a Xavier Duchemin, che assume altre responsabilità all’interno di Stellantis. Paul Willcox è nominato managing director di Vauxhall Motors. ≠ Fca Bank ha annunciato tre nuove nomine all’interno del Gruppo per Fca Bank Italia. Simone Lo Piccolo succede a Paolo Manfreddi come sales & marketing manager. In precedenza ha ricoperto il ruolo di credit manager. Dario Petrelli succede a Simone Lo Piccolo come credit manager. In precedenza ha ricoperto il ruolo di credit risk governance manager in UniCredit. Federico Napoli ha assunto il ruolo di new banking products manager. In precedenza ha lavorato per buddybank in UniCredit come head of marketing & products. Lo Piccolo, Petrelli e Napoli riportano direttamente a Giulio Viale, Country manager Fca Bank Italia. ≠ Leasys ha annunciato tre nuove nomine all’interno del Gruppo per Leasys Belgium, Leasys Rent e Leasys Rent España. Marcella Merli succede a Pasquale Piccolino come country manager Leasys Belgium. Continua a mantenere anche la sua attuale carica di Country Manager Fca Bank Belgium. Paolo Manfreddi succede ad Andrea Pertica come Ceo di Leasys Rent e in aggiunta assume l’incarico di head of Leasys New Mobility & Rent. Precedentemente, ha ricoperto il ruolo di head of sales & marketing per Fca Bank Italia. A Raul Garcìa viene assegnato il ruolo di country manager per la nuova branch Leasys Rent España. Continua a mantenere anche la sua attuale carica di country manager di Leasys España. Merli, Manfreddi e Garcìa riportano direttamente ad Alberto Grippo, Ceo di Leasys. ≠ Il comitato direttivo dell’associazione costruttori europei di automobili (Acea) ha nominato Martin Daum (attuale Ceo di Daimler  Truck) alla presidenza per il 2021 della sezione veicoli commerciali. ≠ Ford ha nominato Anthony Lo responsabile del design globale al posto di Moray Callum che lascia l’azienda per raggiunti limiti di età dopo 38 anni di permanenza nel settore automotive. ≠ Jerome Micheron è il nuovo direttore Prodotto Peugeot, prende il posto di Laurent Blanchet che è stato nominato direttore customer & market intelligence presso DSMO sotto la responsabilità gerarchica di Thierry Koskas. ≠ Dal mese di marzo Andreas Mindt è il nuovo responsabile del design di Bentley al posto di Stefan Sielaff che ha lasciato questa posizione dopo 6 anni. ≠ Jorg Escher è stato nominato direttore dello stabilimento Stellantis di Eisenach in Germania in sostituzione di Fernando Andreu che assumerà la responsabilità di nuovi ruoli nell’organizzazione di produzione del Gruppo franco italiano. ≠ Stephen Norman è stato nominato vicepresidente senior, con responsabilità per le vendite, assistenza post-vendita e marketing della marca Opel nel Gruppo Stellantis. ≠ Roberto Moneda è il nuovo head of telemobility business unit di Texa, l’azienda di strumenti diagnostici per l’automotive. Moneda sostituisce Andrea Algeri alla guida della divisione dedicata alle flotte aziendali e alla diagnosi da remoto. ≠ L’Osservatorio sulla mobilità aziendale Top Thousand ha confermato alla presidenza per il 2021 Gianfranco Martorelli, Fleet & Mobility Manager dell’azienda di telecomunicazioni TIM. ≠ Marelli ha annunciato la nomina di Juan Manuel Mollá come Chief commercial officer. Mollá sostituisce Detlef Juerss, che dopo due anni nel ruolo di Chief commercial officer e Chief technology and engineering officer lascia l’azienda alla fine di marzo. Mollá ha oltre 30 anni di esperienza internazionale nel settore automotive ed è entrato a far parte di Magneti Marelli nel 2008. Mollá si occuperà dei principali mercati internazionali di Marelli lavorando in collaborazione con Hironori Kimura, Evp, Cco, Giappone. ≠ Il Ceo di Jaguar Land Rover, Thierry Bolloré, ha annunciato la nomina del Chief creative officer, Gerry McGovern, nel Consiglio di Amministrazione. McGovern era stato nominato Chief creative officer a ottobre del 2020. ≠ Giancarlo Perlini è stato nominato head of marketing and communications di Scania Group. A partire dal 1° febbraio 2021 Giancarlo Perlini assume questo nuovo ruolo internazionale di Scania nel mondo. ≠ Hankook Tire ha nominato Hyung Yun Kim come nuovo direttore generale del suo stabilimento europeo in Ungheria. Kim succede a Seong Hak Hwang, che ha gestito lo stabilimento produttivo di Rácalmás dal 2017 e che assume un nuovo incarico all’interno dell’azienda. ≠ Fabio De Rossi dopo aver ricoperto il ruolo di vicedirettore di Quattroruote dal 2014 al 2020 approda alla redazione di Motor1.com. Dal 1° febbraio ricopre la stessa carica affiancando Alessandro Lago, direttore di Motor1.com. ≠ Dal 1° gennaio CarGarantie ha ampliato i quadri dirigenziali nel settore delle vendite. Edyta Wasiluk, fino a oggi a responsabile di tutte le attività di vendita in Europa occidentale e orientale, nella nuova funzione di general manager Europa assume anche la responsabilità generale per Danimarca, Svizzera e Austria. Edyta Wasiluk sostituisce quindi il direttore generale per l’Europa centrale Uwe Imbach che, in qualità di general manager progetti vendite, si occuperà della possibile espansione di CarGarantie. Le attività di vendita con i Concessionari in Germania continueranno a essere gestite da Sascha Schüren, general manager Germania. Ivan Lattarulo, che fa parte del team di CarGarantie dal 2011 in qualità di direttore vendite Svizzera, assume anche la responsabilità delle vendite in Austria. L’assistenza a Concessionari e importatori austriaci continua a essere gestita in loco sotto la direzione di Christian Rothböck, direttore vendite Concessionari, e Peter Bachmaier, direttore vendite Importatori. Lukasz Liss, che fa parte del team di vendita polacco di CarGarantie dal 2016, e già direttore vendite per la Polonia, assume come direttore CEE, la responsabilità delle vendite nei Paesi dell’Europa orientale e in Danimarca. ≠ 

Tempi cupi, se perfino il Boss ci toglie certezze…

Complimenti davvero al 2021 per come ha scelto di presentarsi al mondo dell’auto. E la penuria di microchip che blocca l’industria costringendo le fabbriche a fermarsi, e i mercati che scivolano giù sempre più giù in Italia come in Europa, e la minaccia aleggiante di un ulteriore lockdown nazionale, e il nuovo Governo con cui il settore italiano dovrà confrontarsi, mentre intanto gli incentivi all’acquisto si vanno esaurendo a vista d’occhio e da metà marzo non ci saranno più. E poi la storiaccia di Bruce Springsteen… Complimenti davvero al 2021. Che poi, nemmeno c’è la consolazione di poter citare il famoso passaggio di “Frankenstein Junior”, il “poteva andare peggio: poteva piovere”, perché sull’Italia ha nevicato, altro che soltanto pioggia.

Naturalmente, fuori dai soli confini del settore la storia di Springsteen è quella che ha avuto maggiore risonanza. Materia molto apprezzata dai social, che si sono scatenati: tante battute, qualcuna anche molto divertente, e altrettante polemiche, tra innocentisti e colpevolisti. Girano versioni opposte e contrastanti sulla vicenda – il Boss era in moto e aveva bevuto solo una birra; no: era in auto e ha rifiutato l’alcol test – e tutto concorre a renderla molto fumosa. Di certo, al momento c’è che Springsteen non si è pronunciato, nessuna conferma e nessuna smentita, e che il Gruppo Stellantis, parte comunque lesa, ha temporaneamente messo in pausa lo spot, comunque ancora ampiamente visibile su YouTube e dintorni. Un peccato, perché l’idea, la confezione e soprattutto il messaggio veicolato sono di prima classe, e tali restano a prescindere dal bicchiere in più bevuto o meno da Springsteen. Sono i rischi che comporta legare la propria immagine a un testimonial di tale portata: i danni potenziali sono sempre superiori ai benefici che tale scelta comporta. Però è anche vero che quanto al Boss chiunque ci avrebbe messo la mano sul fuoco…

Leggi tutto...