Numeri, persone e fatti di prima pagina

129.599 Golf in tre mesi in Europa (e la 500 va forte)

Volkswagen Golf sempre al comando nella classifica delle Top Ten più vendute in Europa nei primi tre mesi del 2014. La portabandiera del Gruppo di Wolfsburg è stata venduta in 129.599 unità, con una crescita del 15,2% sul primo trimestre dello scorso anno. La classifica elaborata da Jato Dynamics evidenzia anche il successo della Fiat 500, le cui vendite in marzo sono cresciute del 23,1%, cosa che le ha consentito di conquistare il nono posto nella Top Ten continentale con 46.572 unità e un incremento del 19,5%. La Top Ten Europea, dopo la Golf nel trimestre vede in fila Ford Fiesta (85.639 immatricolazioni, +10,1%), Renault Clio (74.473, -1,2%), Volkswagen Polo (73.576, +6,8%), Opel/Vauxhall Corsa (64.591 +1,6%), Peugeot 208 (62.275 -7%), Ford Focus (61.170 -0,2%), Nissan Qashqai (53.773, -13,1%), la già citata Fiat 500 (46.572, +19,5%) e la Opel/Vauxhall Astra (46.224, -10,3%). (04/2014)

 

La coppia Pellegrini-Nascimbene alla guida di Quattroruote

Soluzione interna per il nuovo vertice del mensile Quattroruote. Gian Luca Pellegrini (classe 1964) come direttore e Massimo Nascimbene (classe 1953) come condirettore, sostituiscono Carlo Cavicchi (classe 1947) alla guida della più importante rivista automobilistica italiana. Cavicchi, che da tempo aveva espresso la volontà di passare la mano, resta comunque nell’azienda guidata dalla signora Giovanna Mazzocchi con il ruolo di ambasciatore della diffusissima testata automobilistica. (04/2014)

 

1.097.618 Ford Focus vendute nel 2013 nel mondo

Secondo quanto rilevato dalla Polk (Gruppo IHS),  la Ford Focus risulta essere la vettura più venduta al mondo, avendo totalizzato 1.097.618 immatricolazioni. E’ il secondo anno che la vettura dell’Ovale Blu è al vertice delle vendite. Nel 2012 totalizzò 1.014.985 unità. Nel 2013, quindi, le vendite Focus sono cresciute dell’8,1%. Nella disaggregazione delle vendite, Focus ha ottenuto il 33% degli acquisti in Cina e il 29% in Europa. La Focus – rende noto un comunicato di Ford Italia – è attualmente prodotta in 8 fabbriche presenti in 4 continenti: Argentina, Cina, Germania, Russia, Stati Uniti, Taiwan, Thailandia, Vietnam. Dal lancio commerciale, avvenuto nel 1998, le Focus vendite hanno superato i 12 milioni di unità. (04/2014)

 

+10,6% in marzo, l’Europa è in attivo da sette mesi

Nel mese di marzo l’Europa allargata dei 28 Paesi UE più i 3 Efta hanno totalizzato 1.449.148 immatricolazioni con una crescita sul marzo del 2013 del 10,6%, registrando così il picco più alto dal settembre dello scorso anno. Tuttavia, va rilevato che quello di quest’anno è il secondo peggior marzo da quando l’Acea  ha cominciato a diffondere i dati continentali, nel 2003. Per quanto riguarda i singoli Paesi hanno chiuso in positivo con risultati di crescita a doppia cifra ben 19 mercati e solo 5 (Austria, Belgio, Lussemburgo, Olanda e Svizzera) hanno chiuso in negativo. Nel primo trimestre le immatricolazioni ammontano a 3.246.719 unità, in crescita dell’8,4%. Tutti i grandi mercati hanno chiuso in attivo. Grazie al cambio delle targhe, fenomeno particolare del marzo in Gran Bretagna, il mercato locale ha registrato una crescita de 17,7% con poco meno di 465.000 immatricolazioni. Alle spalle del mercato leader di marzo si colloca la Germania (296.408 vetture, +5,4%), la Francia (179.871 unità,+8,9%), l’Italia (139.337 unità, +5%) e la Spagna (79.929 unità +10%) sospinta sempre più dal robusto piano di incentivi denominato PIVE. Nel trimestre bilancio in attivo per tutte: Gran Bretagna +13,7%, Spagna +11,8%, Italia +5,8%, Germania +5,6% e Francia +2,9%. (04/2014) Clicca qui per consultare i dati

 

+29,4% di Renault, la migliore fra le prime dieci

Nell’Europa dei 27+3 a fare meglio di tutte le Case in marzo è stata la Renault, che ha messo in banca un esaltante +29,4% seguita da Nissan (+15,2%), Ford (+14%), PSA Peugeot Citroen  (+10,9%),  Volkswagen (+8,4%), General Motors (7%), con Opel in crescita (+15%) e Chevrolet in caduta verticale (-52.4%), BMW (+6%), Daimler (+5,4%), Toyota (+5%) e Fiat al decimo posto (+4,2%). (04/2104)

 

118.800 immatricolazioni di nuove auto, dice il Panel per aprile

Dopo i primi tre mesi conclusi con risultati positivi, per il mercato italiano delle auto nuove il nostro Panel di Concessionari prevede, per il mese di aprile, 118.792 immatricolazioni, con un incremento sull’analogo mese dello scorso anno dell’1,7%. Quanto agli ordini, l’indicazione è di 117.136 contratti, in aumento dello 0,2%. Ricordiamo che per marzo, rispetto all’immatricolato effettivo di 139.337 unità, il Panel di InterAutoNews aveva indicato 134.278 unità, con una differenza in meno del 3,6%, mentre gli ordini previsti in 137.036 unità si sono poi rivelati 140.000, con uno scarto in più del 3,7%. (04/2014)

 


Pagina 1 di 102

L'opinione di Tommaso Tommasi

Chiediamo scusa il malcostume resta

Forse sorpresi e conquistati da alcuni messaggi pubblicitari di settore che, nel proporre le offerte ad un tot al mese, avevano esposto l’intera offerta, indicando con lo stesso carattere e la stessa dimensione non solo la cifra mensile, ma anche l’entità dell’anticipo richiesto nell’ormai nota offerta che si conclude con la ridicola frase “…e alla fine del periodo puoi restituirla…” tempo fa ci eravamo sbilanciati evidenziando l’avvio di una da troppo tempo attesa trasparenza dei messaggi pubblicitari. Bene (anzi, male),  ora con il capo cosparso di cenere chiediamo scusa a coloro che  suo tempo lessero quel peana. E si, perché con il dilagare della formula che sta prendendo piede fra i tanti consumatori che non se la sentono più di acquistare una automobile, preferendo affidarsi all’idea di garantirsi la mobilità ad un tot al mese, siamo ripiombati nella scorrettezza della mezza informazione, con messaggi pubblicitari che propongono a carattere cubitali la cifra mensile da pagare per poter disporre dell’auto, ma lasciando – quando va bene – l’indicazione dell’anticipo da versare nelle note a piede pagina, scritte in carattere microscopico e a giustezza unica, per cui è spesso quasi impossibile leggere l’intera riga senza farsi venire il mal di testa.

Leggi tutto e commenta...
Banner

Sondaggi

Qual è il livello di chiarezza delle informazioni della pubblicità del settore automobilistico?
 

L'ultimo sondaggio

Considerate una discriminante, nella scelta di una automobile, il Paese di origine della Casa costruttrice?

Sì: 71,4%
No: 28,6%

Indici