I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

9 mesi 2019       Settembre 2019    
1 Fiat Panda 106.037   1 Fiat Panda 9.183
2 Lancia Ypsilon 45.659   2 Lancia Ypsilon 4.156
3 Renault Clio 34.679   3 Volkswagen T-Cross 3.560
4 Jeep Renegade 33.877   4 Toyota Yaris 3.352
5 Dacia Duster 33.074   5 Jeep Renegade 3.284
6 Fiat 500X 32.890   6 Fiat 500X 3.203
7 Citroën C3 32.728   7 Fiat 500 3.100
8 Volkswagen T-Roc 31.747   8 Citroën C3 3.026
9 Dacia Sandero 28.715   9 Volkswagen T-Roc 2.790
10 Fiat 500 28.460   10 Ford Ecosport 2.522
             
BENZINA 9 mesi 2019       BENZINA Settembre 2019    
1 Fiat Panda 83.914   1 Fiat Panda 7.389
2 Lancia Ypsilon 30.907   2 Fiat 500 2.563
3 Fiat 500 24.055   3 Lancia Ypsilon 2.451
4 Citroën C3 23.504   4 Opel Karl 2.448
5 Opel Karl 19.979   5 Volkswagen T-Cross 2.426
6 Volkswagen Polo 17.641   6 Citroën C3 2.353
7 Peugeot 208 17.592   7 Ford Ecosport 1.758
8 Volkswagen T-Roc 16.742   8 Peugeot 208 1.691
9 Ford Ecosport 15.976   9 Volkswagen T-Roc 1.526
10 Ford Fiesta 15.041   10 Fiat 500X 1.472
             
DIESEL 9 mesi 2019       DIESEL Settembre 2019    
1 Jeep Compass 23.885   1 Jeep Renegade 2.192
2 Jeep Renegade 23.542   2 Volkswagen Tiguan 1.922
3 Fiat 500X 20.175   3 Nissan Qashqai 1.791
4 Renault Clio 16.983   4 Jeep Compass 1.786
5 Nissan Qashqai 16.691   5 Fiat 500X 1.731
6 Volkswagen Tiguan 15.849   6 Peugeot 3008 1.328
7 Fiat 500L 15.696   7 Mercedes Classe A 1.287
8 Volkswagen T-Roc 15.005   8 Volkswagen T-Roc 1.264
9 Peugeot 3008 15.003   9 Alfa Romeo Stelvio 1.139
10 Fiat Tipo 14.912   10 Volkswagen T-Cross 1.134
             
METANO 9 mesi 2019       METANO Settembre 2019    
1 Volkswagen up! 4.168   1 Volkswagen Golf 815
2 Fiat Panda 3.795   2 Volkswagen up! 416
3 Volkswagen Golf 2.690   3 Skoda Octavia 382
4 Volkswagen Polo 2.294   4 Seat Ibiza 371
5 Seat Arona 2.201   5 Seat Arona 350
6 Skoda Octavia 1.875   6 Fiat Panda 327
7 Seat Ibiza 1.482   7 Volkswagen Polo 308
8 Opel Astra 1.243   8 Fiat Qubo 104
9 Audi A3 1.122   9 Volkswagen Caddy 92
10 Fiat Qubo 1.098   10 Audi A3 67
             
GPL 9 mesi 2019       GPL Settembre 2019    
1 Dacia Duster 16.527   1 Lancia Ypsilon 1.637
2 Fiat Panda 16.442   2 Fiat Panda 1.467
3 Lancia Ypsilon 13.588   3 Dacia Duster 1.259
4 Dacia Sandero 11.295   4 Opel Corsa 1.077
5 Opel Corsa 9.400   5 Ford Fiesta 715
6 Renault Clio 5.293   6 Dacia Sandero 611
7 Fiat 500 3.835   7 Renault Twingo 598
8 Opel Mokka 3.820   8 Fiat 500 537
9 Kia Stonic 3.473   9 Opel Mokka 500
10 Kia Picanto 3.403   10 Kia Stonic 491
             
IBRIDE 9 mesi 2019       IBRIDE Settembre 2019    
1 Toyota Yaris 18.496   1 Toyota Yaris 2.210
2 Toyota CH-R 12.145   2 Toyota CH-R 1.023
3 Toyota Rav4 7.988   3 Toyota Rav4 987
4 Toyota Corolla 6.270   4 Toyota Corolla 878
5 Suzuki Swift 3.333   5 Land Rover R.R.  Evoque 563
6 Land Rover R. R. Evoque 3.296   6 Suzuki Ignis 361
7 Audi A6 3.290   7 Hyundai Tucson 353
8 Kia Niro 3.207   8 Audi A6 345
9 Suzuki Ignis 3.011   9 Suzuki Swift 341
10 Lexus UX 2.234   10 Lexus UX 332
             
ELETTRICHE 9 mesi 2019       ELETTRICHE Settembre 2019    
1 Renault Zoe 1.796   1 Tesla Model 3 325
2 Tesla Model 3 1.491   2 Nissan Leaf 260
3 Smart Fortwo 1.286   3 Smart Fortwo 250
4 Nissan Leaf 1.047   4 Renault Zoe 139
5 Smart Forfour 446   5 BMW i3 76
6 BMW i3 363   6 Smart Forfour 64
7 Hyundai Kona 316   7 Hyundai Kona 41
8 Tesla Model S 208   7 Tesla Model X 35
9 Tesla Model X 184   9 Jaguar I-Pace 27
10 Jaguar I-Pace 164   10 Tesla Model S 15

Governo, non politica: questo serve all’Italia (e all’auto)

Doveroso commiato, per cominciare: arrivederci e grazie (?) a Salvini. Nessuna delusione, anche se per qualche minuto è stato bello credere che l’allora vice Premier facesse sul serio, quando – sul palco di Verona, Automotive Dealer Day, maggio scorso – disse “Mi impegno a mettere tutta l’energia possibile per passare dal 40 al 100% di detrazione Iva sulle auto aziendali”. È stato bello, perché per qualche minuto si è potuto assistere a uno spettacolo assai raro: il dialogo, che implica ascolto, tra imprenditori e governanti. Nessuna delusione, però, perché alla fine nessun imprenditore è uscito da quella sala con la certezza che quella promessa sarebbe stata mantenuta. “Vedremo”, era lo stato d’animo che tutti più o meno accomunava. E infatti abbiamo visto. 
Adesso, arriva la notizia che il nuovo Governo è al lavoro sul Decreto legge detto per brevità “Clima” (“Per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”). La bozza è stata preparata, e andrà al vaglio del Consiglio dei ministri. Contiene, tra gli altri, alcuni capitoli che coinvolgono il mondo dell’auto. Per cominciare, è previsto un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane inquinate nelle zone interessate dalle procedure di infrazione comunitaria (Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Liguria, Toscana, Molise e Sicilia) e che rottamano autovetture fino alla classe Euro4. In pratica, dunque, riguarda gli automobilisti di Torino, Milano, Venezia, Roma, Genova, Firenze, Palermo, Catania e Messina. Ma, attenzione: il bonus da 2.000 euro è un credito di imposta che può essere utilizzato, entro i successivi 5 anni alla rottamazione, per abbonamenti al trasporto pubblico locale (sarà valido anche per i parenti del rottamatore) e l’utilizzo di servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni. E non verrà riconosciuto a chi, nei 2 anni successivi alla rottamazione, dovesse acquistare nuovi veicoli ad alte emissioni.

Leggi tutto...