I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Top Ten 5 mesi 2019       Top Ten Maggio 2019    
1 Fiat Panda 68.604   1 Fiat Panda 13.736
2 Lancia Ypsilon 30.332   2 Renault Clio 6.421
3 Renault Clio 23.095   3 Fiat 500 6.361
4 Citroën C3 21.158   4 Lancia Ypsilon 6.090
5 Fiat 500X 21.112   5 Fiat 500X 5.503
6 Dacia Duster 20.644   6 Jeep Renegade 5.268
7 Volkswagen T-Roc 20.389   7 Dacia Duster 4.442
8 Fiat 500X 19.699   8 Fiat 500L 4.416
9 Volkswagen Polo 19.366   9 Citroën C3 4.083
10 Jeep Renegade 19.134   10 Volkswagen T-Roc 4.021
             
BENZINA 5 mesi 2019       BENZINA Maggio 2019    
1 Fiat Panda 54.684   1 Fiat Panda 10.928
2 Lancia Ypsilon 21.451   2 Fiat 500 5.919
3 Fiat 500 16.880   3 Lancia Ypsilon 4.232
4 Citroën C3 15.173   4 Opel Karl 2.705
5 Volkswagen Polo 12.254   5 Citroën C3 2.591
6 Peugeot 208 11.299   6 Fiat 500X 2.123
7 Volkswagen T-Roc 10.796   7 Ford Ecosport 2.113
8 Ford Fiesta 10.152   8 Jeep Renegade 2.097
9 Opel Karl 9.953   9 Renault Clio 2.084
10 Ford Ecosport 9.189   10 Ford Fiesta 1.931
             
DIESEL 5 mesi 2019       DIESEL Maggio 2019    
1 Jeep Compass 15.270   1 Renault Clio 3.801
2 Fiat 500X 13.426   2 Fiat 500X 3.380
3 Jeep Renegade 13.006   3 Jeep Renegade 3.171
4 Renault Clio 12.990   4 Fiat 500L 3.125
5 Nissan Qashqai 11.076   5 Jeep Compass 2.370
6 Fiat 500L 10.802   6 Volkswagen T-Roc 2.315
7 Fiat Tipo 10.646   7 Volkswagen Tiguan 2.310
8 Peugeot 3008 10.164   8 Nissan Qashqai 2.072
9 Volkswagen T-Roc 9.593   9 Volkswagen Golf 2.014
10 Volkswagen Tiguan 9.448   10 Fiat Tipo 1.914
             
METANO 5 mesi 2019       METANO Maggio 2019    
1 Volkswagen up! 2.485   1 Volkswagen Polo 505
2 Fiat Panda 2.457   2 Fiat Panda 503
3 Volkswagen Polo 1.481   3 Volkswagen up! 499
4 Opel Astra 901   4 Volkswagen Golf 368
5 Volkswagen Golf 715   5 Seat Leon 304
6 Fiat Qubo 703   6 Audi A3 261
6 Lancia Ypsilon 703   7 Skoda Octavia 259
8 Skoda Octavia 633   8 Seat Arona 219
9 Volkswagen Caddy 556   9 Fiat Qubo 175
10 Seat Leon 547   10 Seat Ibiza 148
             
GPL 5 mesi 2019       GPL Maggio 2019    
1 Dacia Duster 10.111   1 Dacia Duster 2.162
2 Fiat Panda 9.888   2 Fiat Panda 2.062
3 Lancia Ypsilon 8.017   3 Lancia Ypsilon 1.723
4 Opel Corsa 6.032   4 Dacia Sandero 1.558
5 Dacia Sandero 5.769   5 Opel Corsa 1.242
6 Renault Clio 3.231   6 Renault Clio 536
7 Fiat 500 2.416   7 Opel Mokka 423
8 Opel Mokka 2.328   8 Kia Picanto 395
9 Kia Picanto 2.054   9 Fiat 500 386
10 Kia Stonic 1.564   10 Kia Stonic 349
             
IBRIDE 5 mesi 2019       IBRIDE Maggio 2019    
1 Toyota Yaris 13.193   1 Toyota Yaris 1.981
2 Toyota C-HR 8.095   2 Toyota C-HR 1.516
3 Toyota Rav4 4.796   3 Toyota Rav4 1.513
4 Toyota Corolla 2.668   4 Toyota Corolla 1.004
5 Kia Niro 2.175   5 Lexus UX 516
6 Suzuki Swift 1.951   6 Audi A6 495
7 Audi A6 1.941   7 Suzuki Ignis 452
7 Suzuki Ignis 1.846   8 Kia Niro 401
9 Lexus UX 1.219   9 Suzuki Swift 372
10 Land Rover Range Evoque 1.141   10 Land Rover Range Evoque 346
             
ELETTRICHE 5 mesi 2019       ELETTRICHE Maggio 2019    
1 Renault Zoe 984   1 Renault Zoe 450
2 Tesla Model 3 586   2 Smart Fortwo 213
3 Smart Fortwo 522   3 Tesla Model 3 125
4 Nissan Leaf 454   4 Smart Forfour 72
5 BMW i3 158   5 BMW i3 67
6 Smart Forfour 153   6 Hyundai Kona 58
7 Hyundai Kona 127   6 Nissan Leaf 55
8 Jaguar I-Pace 98   8 Citroën C-Zero 25
9 Tesla Model S 94   9 Jaguar I-Pace 22
9 Audi E-Tron 72   10 Tesla Model S 21

Fonte: Unrae


Governo, non politica: questo serve all’Italia (e all’auto)

Doveroso commiato, per cominciare: arrivederci e grazie (?) a Salvini. Nessuna delusione, anche se per qualche minuto è stato bello credere che l’allora vice Premier facesse sul serio, quando – sul palco di Verona, Automotive Dealer Day, maggio scorso – disse “Mi impegno a mettere tutta l’energia possibile per passare dal 40 al 100% di detrazione Iva sulle auto aziendali”. È stato bello, perché per qualche minuto si è potuto assistere a uno spettacolo assai raro: il dialogo, che implica ascolto, tra imprenditori e governanti. Nessuna delusione, però, perché alla fine nessun imprenditore è uscito da quella sala con la certezza che quella promessa sarebbe stata mantenuta. “Vedremo”, era lo stato d’animo che tutti più o meno accomunava. E infatti abbiamo visto. 
Adesso, arriva la notizia che il nuovo Governo è al lavoro sul Decreto legge detto per brevità “Clima” (“Per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”). La bozza è stata preparata, e andrà al vaglio del Consiglio dei ministri. Contiene, tra gli altri, alcuni capitoli che coinvolgono il mondo dell’auto. Per cominciare, è previsto un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane inquinate nelle zone interessate dalle procedure di infrazione comunitaria (Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Liguria, Toscana, Molise e Sicilia) e che rottamano autovetture fino alla classe Euro4. In pratica, dunque, riguarda gli automobilisti di Torino, Milano, Venezia, Roma, Genova, Firenze, Palermo, Catania e Messina. Ma, attenzione: il bonus da 2.000 euro è un credito di imposta che può essere utilizzato, entro i successivi 5 anni alla rottamazione, per abbonamenti al trasporto pubblico locale (sarà valido anche per i parenti del rottamatore) e l’utilizzo di servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni. E non verrà riconosciuto a chi, nei 2 anni successivi alla rottamazione, dovesse acquistare nuovi veicoli ad alte emissioni.

Leggi tutto...