I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

 12 mesi 2016     Dicembre 2016 
1 Fiat Panda 145.736   1 Fiat Panda 9.929
2 Lancia Ypsilon 65.664   2 Lancia Ypsilon 4.325
3 Fiat 500L 51.813   3 Renault Clio 3.411
4 Fiat 500* 49.329   4 Fiat 500** 3.364
5 Renault Clio 47.423   5 Fiat 500X 3.327
6 Volkswagen Golf 46.659   6 Fiat 500L 3.028
7 Fiat 500X 46.227   7 Volkswagen Polo 2.836
8 Fiat Punto 44.293   8 Fiat Tipo 2.781
9 Volkswagen Polo 43.105   9 Volkswagen Golf 2.695
10 Ford Fiesta 42.601   10 Jeep Renegade 2.545
*comprende le Abarth 500      
**non comprende le Abarth 500, con le quali sarebbe al 3° posto      
             
BENZINA 12 mesi 2016     BENZINA Dicembre 2016  
1 Fiat Panda 96.531   1 Fiat Panda 6.986
2 Lancia Ypsilon 42.596   2 Lancia Ypsilon 2.821
3 Fiat 500 34.699   3 Fiat 500 2.577
4 Fiat Punto 27.829   4 Volkswagen Polo 1.432
5 Volkswagen Polo 23.442   5 Smart Fortwo 1.283
6 Smart Fortwo 19.453   6 Renault Clio 1.199
7 Citroën C3 15.035   7 Citroën C3 1.084
8 Toyota Yaris 14.997   8 Toyota Yaris 1.048
9 Renault Clio 14.041   9 Fiat Punto 971
10 Peugeot 208 13.976   10 Peugeot 208 951
             
GPL 12 mesi 2016     GPL Dicembre 2016  
1 Opel Corsa 11.182   1 Opel Corsa 776
2 Lancia Ypsilon 10.624   2 Lancia Ypsilon 756
3 Ford Fiesta 10.080   3 Ford Fiesta 680
4 Fiat Panda 9.252   4 Fiat Panda 608
5 Fiat Punto 7.395   5 Dacia Sandero 532
6 Dacia Sandero 6.156   6 Dacia Duster 430
7 Opel Mokka 5.220   7 Peugeot 208 352
8 Fiat 500 3.436   8 Fiat Tipo 333
9 Fiat 500L 2.744   9 Fiat 500 309
10 Opel Meriva 2.673   10 Fiat Punto 278
             
DIESEL 12 mesi 2016     DIESEL Dicembre 2016  
1 Fiat 500X 41.670   1 Fiat 500L 3.083
2 Fiat 500L 41.283   2 Fiat 500X 2.924
3 Renault Clio 35.691   3 Renault Clio 2.616
4 Jeep Renegade 32.013   4 Jeep Renegade 2.406
5 Fiat Panda 30.264   5 Fiat Panda 2.076
6 Volkswagen Golf 28.727   6 Volkswagen Tiguan 2.050
7 Nissan Qashqai 26.611   7 Fiat Tipo 1.884
8 Renault Captur 22.507   8 Nissan Qashqai 1.839
9 Hyundai Tucson 21.631   9 Volkswagen Golf 1.824
10 Ford Fiesta 19.874   10 Peugeot 2008 1.537
             
IBRIDE 12 mesi 2016     IBRIDE Dicembre 2016  
1 Toyota Yaris 16.744   1 Toyota Yaris 1.056
2 Toyota Auris 9.271   2 Toyota Auris 679
3 Toyota RAV4 4.404   3 Toyota C-HR 450
4 Lexus NX 2.638   4 Lexus NX 401
5 Toyota Prius 798   5 Toyota RAV4 374
6 Toyota C-HR 656   6 Suzuki Ignis 96
7 Lexus RX 632   7 Hyundai Ioniq 81
8 Lexus CT 629   8 Lexus CT 80
9 BMW Serie 2 308   9 Lexus RX 71
10 Kia Niro 267   10 Kia Niro 49
             
METANO 12 mesi 2016     METANO Dicembre 2016  
1 Fiat Panda 11.244   1 Fiat Panda 646
2 Volkswagen Golf 9.311   2 Volkswagen Golf 624
3 Fiat Punto 5.757   3 Fiat Punto 369
4 Volkswagen up! 3.117   4 Skoda Octavia 218
5 Lancia Ypsilon 2.481   5 Lancia Ypsilon 184
6 Skoda Octavia 2.008   6 Fiat Qubo 179
7 Fiat 500L 1.958   7 Volkswagen up! 165
8 Fiat Qubo 1.640   8 Audi A3 92
9 Seat Leon 1.492   9 Seat Leon 90
10 Audi A3 1.340   10 Fiat 500L 79
             
ELETTRICHE 12 mesi 2016     ELETTRICHE Dicembre 2016  
1 Nissan Leaf 472   1 Renault Zoe 70
2 Tesla Model S 217   2 Nissan Leaf 66
3 Renault Zoe 210   3 Tesla Model S 21
4 Citroën C-Zero 145   4 BMW i3 12
5 BMW i3 91   5 Kia Soul 10
6 Mercedes Classe B 90   6 Tesla Model X 6
7 Volkswagen up! 56   7 Volkswagen up! 4
8 Peugeot iON 26   8 Nissan Evalia 3
9 Tesla Model X 23   9 Citroën C-Zero 2
10 Nissan Evalia 17   9 Mercedes Classe B 2

Di biciclette, automobili, integrazione (e qualche omissione)

Presa diretta. 1. Tipologia di cambio di velocità, ma anche: 2. Programma televisivo di approfondimento, in onda su Rai3 a partire dal 2009.
È in questa seconda veste che ne parleremo qui.
L’8 gennaio è andata in onda la prima puntata di “Presa diretta” della stagione 2018. È stata seguita da 1 milione 356 mila spettatori (share 5.2%) ed è stato il programma Rai più commentato sui social dell’intera serata: 52 mila interazioni. Il titolo della puntata era: “La bicicletta ci salverà”. Questa ne è stata l’introduzione: “Le nostre città e le nostre vite soffocano nel traffico, i livelli di inquinamento sono cronicamente al di sopra dei limiti consentiti, le malattie correlate alle polveri sottili aumentano, i tempi degli spostamenti urbani si allungano e il trasporto pubblico fatica a stare al passo delle esigenze di tutti. Così non possiamo andare avanti. E allora? Allora, a salvarci, sarà proprio la bicicletta”. Ancora: “In cima alla lista delle città da salvare c’è proprio la nostra capitale. A Roma ogni mattina si mettono in movimento 4 milioni e mezzo di persone, la maggior parte con la propria automobile. I romani infatti hanno il primato di auto per numero di abitanti, quasi 70 ogni 100 persone. D’altra parte gli investimenti sul trasporto pubblico sono in costante riduzione da molti anni così come la loro efficienza, 79 minuti è la durata media del viaggio per e dal posto di lavoro dell’eroico cittadino romano. Per non parlare degli investimenti sui mezzi meno inquinanti: meno 80% sui bus elettrici, meno 30% sui tram, e per quanto riguarda la metropolitana è stato calcolato che ci vorranno 80 anni per raggiungere la dotazione di altre capitali come Madrid, Berlino, o Londra”. Ancora, in conclusione: “Il mondo intero sta cercando il modo di risolvere il problema del traffico nelle grandi città, come abbattere l’inquinamento prodotto dalle macchine, come tornare a far vivere le città e farle diventare luoghi accoglienti e non posti dove ci si ammala”.

Leggi tutto...