I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Marche  2 mesi 2020 Quota % 2 mesi 2019 Quota % Diff. % Feb. 2020 Quota % Feb. 2019 Quota % Diff. %
Fiat 53.654 16,84 51.104 14,87 4,99 27.801 17,08 26.629 14,92 4,40
Volkswagen 31.196 9,79 30.893 8,99 0,98 16.172 9,93 15.975 8,95 1,23
Peugeot 20.678 6,49 22.661 6,59 -8,75 10.811 6,64 11.293 6,33 -4,27
Ford 19.885 6,24 22.640 6,59 -12,17 10.773 6,62 11.475 6,43 -6,12
Renault 17.291 5,43 18.113 5,27 -4,54 9.861 6,06 9.888 5,54 -0,27
Citroën 16.865 5,29 18.122 5,27 -6,94 8.015 4,92 9.149 5,13 -12,39
Opel 14.848 4,66 19.300 5,61 -23,07 6.974 4,28 9.641 5,40 -27,66
Toyota 14.696 4,61 16.578 4,82 -11,35 7.501 4,61 8.425 4,72 -10,97
Lancia/Chrysler 12.200 3,83 12.429 3,62 -1,84 5.948 3,65 5.821 3,26 2,18
Jeep/Dodge 11.644 3,66 15.715 4,57 -25,91 5.648 3,47 9.462 5,30 -40,31
Audi 10.850 3,41 9.782 2,85 10,92 5.840 3,59 5.682 3,18 2,78
BMW 10.484 3,29 10.576 3,08 -0,87 5.130 3,15 5.672 3,18 -9,56
Dacia 9.925 3,12 13.834 4,02 -28,26 4.273 2,62 6.086 3,41 -29,79
Kia 8.985 2,82 8.558 2,49 4,99 4.539 2,79 4.100 2,30 10,71
Mercedes 8.912 2,80 10.861 3,16 -17,94 4.747 2,92 5.974 3,35 -20,54
Hyundai 7.244 2,27 7.705 2,24 -5,98 3.555 2,18 4.144 2,32 -14,21
Nissan 7.040 2,21 8.650 2,52 -18,61 3.709 2,28 4.538 2,54 -18,27
Suzuki 6.060 1,90 6.915 2,01 -12,36 3.207 1,97 3.521 1,97 -8,92
Skoda 5.436 1,71 4.312 1,25 26,07 2.807 1,72 2.273 1,27 23,49
Seat 4.998 1,57 4.212 1,23 18,66 2.883 1,77 2.600 1,46 10,88
Alfa Romeo 3.702 1,16 4.841 1,41 -23,53 1.903 1,17 2.366 1,33 -19,57
Mini 3.391 1,06 3.599 1,05 -5,78 1.792 1,10 2.043 1,14 -12,29
Land Rover 2.983 0,94 3.867 1,12 -22,86 1.160 0,71 2.082 1,17 -44,28
Volvo 2.881 0,90 3.586 1,04 -19,66 1.409 0,87 1.881 1,05 -25,09
Mazda 2.270 0,71 2.132 0,62 6,47 1.042 0,64 1.080 0,61 -3,52
Honda 1.497 0,47 1.658 0,48 -9,71 759 0,47 909 0,51 -16,50
DS 1.306 0,41 455 0,13 187,03 691 0,42 245 0,14 182,04
Porsche 1.262 0,40 628 0,18 100,96 636 0,39 346 0,19 83,82
Mitsubishi 1.245 0,39 1.476 0,43 -15,65 559 0,34 760 0,43 -26,45
Jaguar 1.028 0,32 2.086 0,61 -50,72 436 0,27 1.130 0,63 -61,42
Lexus 928 0,29 590 0,17 57,29 557 0,34 334 0,19 66,77
Smart 635 0,20 3.251 0,95 -80,47 333 0,20 1.459 0,82 -77,18
DR 524 0,16 525 0,15 -0,19 215 0,13 285 0,16 -24,56
Subaru 420 0,13 518 0,15 -18,92 273 0,17 289 0,16 -5,54
Tesla 355 0,11 114 0,03 211,40 258 0,16 96 0,05 168,75
SsangYong 319 0,10 486 0,14 -34,36 137 0,08 274 0,15 -50,00
Mahindra 312 0,10 188 0,05 65,96 156 0,10 106 0,06 47,17
Maserati 290 0,09 429 0,12 -32,40 152 0,09 257 0,14 -40,86
Ferrari 122 0,04 104 0,03 17,31 47 0,03 54 0,03 -12,96
Lamborghini 62 0,02 52 0,02 19,23 30 0,02 29 0,02 3,45
Great Wall 31 0,01 0 0,00 - 11 0,01 0 0,00 -
Aston Martin 10 0,00 14 0,00 -28,57 4 0,00 9 0,01 -55,56
Infiniti 7 0,00 73 0,02 -90,41 2 0,00 25 0,01 -92,00
Lada 1 0,00 21 0,01 -95,24 0 0,00 21 0,01 -100,00
Chevrolet 0 0,00 8 0,00 -100,00 0 0,00 2 0,00 -100,00
Altre 73 0,02 103 0,03 -29,13 37 0,02 63 0,04 -41,27
Marche italiane 82.201 25,81 85.207 24,79 -3,53 41.746 25,64 44.910 25,16 -7,05
Marche estere 236.344 74,19 258.557 75,21 -8,59 121.047 74,36 133.583 74,84 -9,38
Totale mercato 318.545 100,00 343.764 100,00 -7,34 162.793 100,00 178.493 100,00 -8,80

Manifesto per chi vuole resistere

Nulla sarà più come prima, è il mantra che ci stiamo ripetendo davanti all’ignoto e ai relativi interrogativi – quando finirà? E come sarà quella che allora chiameremo “normalità”? – generati dalla pandemia di Coronavirus. E la storia del mondo domani o dopo potrà essere datata a.C. (avanti Coronavirus) e d.C. (dopo Coronavirus).
Non sfugge, né sfuggirà, a tale destino il mondo automotive a livello globale, ben dentro la tempesta perfetta. Sorpreso, travolto, molto preoccupato. Fabbriche chiuse, concessionarie chiuse, tutto fermo, immobile. Scenario di guerra. 
Il dramma – che è molto vicino a essere una tragedia – non è uguale per tutti. Soffrono tutti, ma qualcuno di più: per restare all’Italia, il comparto della distribuzione auto. Il colpo subìto lo ha messo in ginocchio, la terra non è mai stata tanto vicina. Nell’intervista che pubblichiamo, Adolfo De Stefani Cosentino, presidente dei Concessionari, dice tra l’altro: “Tra il 10% e il 20% delle aziende è a rischio chiusura”. Il Governo ha varato provvedimenti per le imprese ritenuti inadeguati dai Dealer, non idonei alla loro realtà: con fermezza e chiarezza gli è stato fatto notare, si aspettano risposte. Il Governo anche su questo tavolo si gioca la faccia, ma i Concessionari ci si giocano la vita. Non è lo stesso gioco. Insistere, e resistere: è ciò che la Federazione farà, e si spera che lo facciano anche le Case auto. Se davvero si è partner, alla guerra si va insieme.
Ma poi non c’è a.C. senza d.C. E il dopo, quella “normalità” per nulla somigliante alla normalità che fino a ieri abbiamo praticato, forse non è immaginabile, ma desiderabile certo lo è. Può bastare, per resistere. Per conservare o ritrovare la voglia di combattere. Esploratori dell’ignoto, forse in numero ridotto, ma sul pezzo, con rabbia e per amore (del proprio lavoro, dell’impresa che hanno ereditato o creato dal nulla): i Concessionari ci saranno.
Come tutti noi, oggi sono reclusi ma non per forza esclusi. Dal domani, quando verrà.
@