I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

  3 mesi 2020 3 mesi 2019 Diff. % Mar. 2020 Mar. 2019 Diff. %
Austria 54.680 80.855 -32,37 10.654 31.958 -66,66
Belgio 127.416 155.865 -18,25 28.801 54.872 -47,51
Bulgaria 5.927 8.419 -29,60 1.609 3.266 -50,73
Cipro 2.941 2.800 5,04 742 888 -16,44
Croazia 10.001 12.173 -17,84 2.716 5.049 -46,21
Danimarca 48.859 66.266 -26,27 15.183 26.316 -42,31
Estonia 5.647 6.174 -8,54 1.685 2.233 -24,54
Finlandia 28.266 29.102 -2,87 9.194 9.279 -0,92
Francia 364.679 553.335 -34,09 62.668 225.818 -72,25
Germania 701.362 880.092 -20,31 215.119 345.523 -37,74
Grecia 21.390 26.289 -18,64 3.743 9.518 -60,67
Irlanda 50.700 64.126 -20,94 6.152 16.687 -63,13
Italia 347.193 538.067 -35,47 28.326 194.302 -85,42
Lettonia 3.870 4.461 -13,25 1.067 1.618 -34,05
Lituania 10.728 10.200 5,18 2.236 3.957 -43,49
Lussemburgo 11.912 14.867 -19,88 2.798 5.621 -50,22
Paesi Bassi 103.203 115.451 -10,61 29.496 38.507 -23,40
Polonia 107.636 139.809 -23,01 29.657 50.118 -40,83
Portogallo 45.282 59.445 -23,83 10.596 24.900 -57,45
Repubblica Ceca 50.194 59.616 -15,80 13.685 21.491 -36,32
Romania 27.979 35.836 -21,92 6.654 9.813 -32,19
Slovacchia 18.966 23.897 -20,63 5.013 9.222 -45,64
Slovenia 14.508 20.262 -28,40 2.743 7.304 -62,45
Spagna 218.705 316.890 -30,98 37.644 122.659 -69,31
Svezia 66.141 73.880 -10,48 27.649 30.256 -8,62
Ungheria 32.670 34.338 -4,86 11.478 13.394 -14,30
Unione Europea (UE) 2.480.855 3.332.515 -25,56 567.308 1.264.569 -55,14
EU14*** 2.189.788 2.974.530 -26,38 488.023 1.136.216 -57,05
EU12 291.067 357.985 -18,69 79.285 128.353 -38,23
Islanda 2.481 2.721 -8,82 1.078 1.074 0,37
Norvegia 32.358 38.485 -15,92 12.451 18.375 -32,24
Svizzera 55.452 72.065 -23,05 17.556 28.958 -39,37
EFTA 90.291 113.271 -20,29 31.085 48.407 -35,78
Gran Bretagna** 483.557 701.036 -31,02 254.684 458.054 -44,40
Totale EU + EFTA + GB 3.054.703 4.146.822 -26,34 853.077 1.771.030 -135
             
*i dati di Malta non sono attualmente disponibili            
**la Gran Bretagna è fuori dalla Ue a partire dal 2020            
Dati al 17/04/2020            

Dire troppo, dire poco: l’arduo esercizio di comunicare

In attesa di capire chi realmente sia il motore del nostro Paese, se i Concessionari (“#ilmotoreitaliano”, come da spot Federauto) oppure il popolo (“Il vero motore dell’Italia sono gli italiani”, come da spot Fca), è già del tutto evidente chi certamente non lo è, quando si viene all’automotive: il Governo. Al 19 maggio, data in cui questo numero di InterAutoNews è andato in stampa, nessuna risposta avevano ottenuto lettere, appelli, proposte contenenti piani dettagliati sulle possibili modalità di intervento, invocazioni e lamentele varie indirizzati a decine, negli ultimi due mesi, a chi ha il potere di decidere. Non una novità in assoluto, questo silenzio. A oggi naturalmente non è comunque da escludersi che una risposta possa prima o dopo arrivare. Il problema è che la partita, nel momento in cui si tratta di far ripartire il Paese, si gioca proprio tra la distanza abissale che intercorre tra “prima” e “dopo”, ed è la stessa che intercorre tra l’orlo del precipizio e, appunto, l’abisso. 
Che poi il problema è sempre la distanza. Tra il “prima” e il “dopo”, come anche tra chi governa e chi viene governato. C’è un passaggio, nell’intervista a Francesco Maldarizzi che pubblichiamo in questo numero di InterAutoNews, che chiarisce perfettamente il concetto. Dice Maldarizzi: “Ho registrato lo stupore, anche tra gli esponenti del Governo, nel constatare che il nostro comparto ha ben 120.000 dipendenti diretti e che tutti paghiamo le tasse in Italia”. Uno stupore che suona come un insulto esattamente come il silenzio che arriva, oltretutto, nel momento in cui l’automotive italiano si è impegnato, con uno sforzo che non ha precedenti, a rappresentare pubblicamente se stesso nella propria qualità di settore -  che contribuisce, e quanto, a mandare avanti il Paese. Le singole Case auto e i singoli Concessionari maneggiano quotidianamente la materia nell’ambito dei rispettivi business, letteralmente vivono (anche) di comunicazione. Un conto però è farlo a nome proprio, un altro è farlo in rappresentanza di molti, come sta scoprendo Federauto, nuova all’esercizio.

Leggi tutto...