I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

  Gen. 2017 Gen. 2016 Diff. % 12 mesi 2016 12 mesi 2015 Diff. %
Austria 26.352 24.019 9,71 329.604 308.555 6,82
Belgio 51.701 44.326 16,64 539.519 501.066 7,67
Bulgaria 1.802 1.508 19,50 26.370 23.500 12,21
Cipro 1.243 1.065 16,71 12.643 10.344 22,23
Croazia 2.807 2.271 23,60 43.015 34.820 23,54
Danimarca 19.534 16.435 18,86 222.927 207.556 7,41
Estonia 2.026 1.785 13,50 22.429 20.347 10,23
Finlandia 12.742 11.794 8,04 118.986 108.819 9,34
Francia 153.046 138.400 10,58 2.015.177 1.917.226 5,11
Germania 241.399 218.365 10,55 3.351.607 3.206.042 4,54
Gran Bretagna 174.564 169.678 2,88 2.692.786 2.633.503 2,25
Grecia 6.460 5.700 13,33 78.873 75.805 4,05
Irlanda 38.991 39.722 -1,84 146.603 124.804 17,47
Italia 171.556 155.851 10,08 1.824.968 1.575.737 15,82
Lettonia 1.445 1.089 32,69 16.359 13.765 18,84
Lituania 1.829 1.560 17,24 20.320 17.085 18,93
Lussemburgo 4.108 3.477 18,15 50.561 46.473 8,80
Paesi Bassi 51.536 40.542 27,12 382.825 448.927 -14,72
Polonia 38.076 31.796 19,75 416.123 354.975 17,23
Portogallo 15.029 13.940 7,81 207.330 178.503 16,15
Repubblica Ceca 20.818 17.500 18,96 259.693 230.857 12,49
Romania 7.059 5.800 21,71 94.924 81.162 16,96
Slovacchia 5.410 5.473 -1,15 88.163 77.968 13,08
Slovenia 6.472 5.823 11,15 63.674 59.450 7,11
Spagna 84.515 76.334 10,72 1.147.007 1.034.232 10,90
Svezia 23.282 21.648 7,55 372.318 345.108 7,88
Ungheria 6.418 5.568 15,27 96.552 77.171 25,11
EU28* 1.170.220 1.061.469 10,25 14.641.356 13.713.800 6,76
EU15 1.074.815 980.231 9,65 13.481.091 12.712.356 6,05
EU11 95.405 81.238 17,44 1.160.265 1.001.444 15,86
Islanda 1.232 1.213 1,57 18.442 14.004 31,69
Norvegia 13.055 10.991 18,78 154.603 150.686 2,60
Svizzera 19.451 20.205 -3,73 317.318 323.783 -2,00
EFTA 33.738 32.409 4,10 490.363 488.473 0,39
Totale EU + EFTA 1.203.958 1.093.878 10,06 15.131.719 14.202.273 6,54
*i dati di Malta non sono attualmente disponibili      
Fonte: ACEA - Dati al 16/02/2017      

Se il food delivery consegna lezioni a domicilio

I l titolo è perentorio: “2030: il food delivery ucciderà i ristoranti. E dalle case spariranno le cucine”. L’articolo, pubblicato dal sito Business Insider, porta la firma di Valerio Mammone. Abbonda di dati e virgolettati, è molto dettagliato. Non parla del mercato delle automobili, naturalmente, ma può risultare istruttivo, se si ha voglia di uscire dalla logica “il nostro è un business unico”. 
Food delivery: consegna di cibo a domicilio. In Italia, ci dice Mammone, il fenomeno esplode nel 2015, con nuove startup (Glovo, Foodora, Deliveroo, UberEats...) venute a rompere il dominio di Just Eat. Nel 2017 il mercato vale 201 milioni di euro, +66% sul 2016. Nel primi mesi del 2018, tra piatti pronti o semplice spesa, più di 4 milioni di italiani hanno scelto la consegna a domicilio almeno una volta al mese. Utilizzatori più assidui: i Millennial, fascia d’età tra i 25 e i 34 anni. Entro il 2022 si prevede che le piattaforme di food delivery genereranno un giro d’affari da 2,5 miliardi di euro. 
Il punto centrale dell’asse che i ristoratori hanno costituito con le piattaforme di food delivery - spiega Business Insider - sono i big data. Migliaia di informazioni vengono raccolte ed elaborate ogni giorno dalle piattaforme e poi, dice Samuele Fraternali dell’Osservatorio e-commerce B2C, “i dati vengono rivenduti ai ristoratori, che così possono profilare gli utenti, sapere quali prodotti vanno di più, quali sono i servizi preferiti, quali zone e fasce orarie rendono di più... Il ristoratore non paga tanto il dato, quanto la sua rielaborazione”.

Leggi tutto...