I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

  4 mesi 2020 Quota % 4 mesi 2019 Quota % Diff. % Apr. 2020 Quota % Apr. 2019 Quota % Diff. %
Volkswagen 387.618 11,58 615.853 11,21 -37,06 36.543 12,51 153.894 11,44 -76,25
Skoda 185.196 5,53 259.713 4,73 -28,69 21.487 7,35 64.979 4,83 -66,93
Audi 176.039 5,26 263.851 4,80 -33,28 15.260 5,22 64.953 4,83 -76,51
Seat 115.733 3,46 167.689 3,05 -30,98 8.506 2,91 44.603 3,32 -80,93
Porsche 18.520 0,55 20.833 0,38 -11,10 2.409 0,82 8.030 0,60 -70,00
Altre 1.655 0,05 2.106 0,04 -21,42 191 0,07 542 0,04 -64,76
Gruppo Volkswagen 884.761 26,44 1.330.045 24,22 -33,48 84.396 28,88 337.001 25,05 -74,96
Peugeot 201.495 6,02 349.582 6,37 -42,36 15.103 5,17 86.130 6,40 -82,46
Opel/Vauxhall 146.360 4,37 310.429 5,65 -52,85 12.009 4,11 70.430 5,24 -82,95
Citroën 130.286 3,89 234.467 4,27 -44,43 10.430 3,57 58.648 4,36 -82,22
DS 14.003 0,42 13.942 0,25 0,44 919 0,31 3.509 0,26 -73,81
Gruppo Psa 492.144 14,71 908.420 16,54 -45,82 38.461 13,16 218.717 16,26 -82,42
Renault 203.135 6,07 362.691 6,60 -43,99 18.453 6,32 89.661 6,67 -79,42
Dacia 93.258 2,79 198.299 3,61 -52,97 10.031 3,43 49.218 3,66 -79,62
Lada 662 0,02 1.592 0,03 -58,42 110 0,04 382 0,03 -71,20
Alpine 290 0,01 1.752 0,03 -83,45 37 0,01 483 0,04 -92,34
Gruppo Renault 297.345 8,89 564.334 10,28 -47,31 28.631 9,80 139.744 10,39 -79,51
BMW 196.176 5,86 274.232 4,99 -28,46 21.630 7,40 69.679 5,18 -68,96
Mini 46.510 1,39 70.717 1,29 -34,23 4.099 1,40 15.170 1,13 -72,98
Gruppo BMW 242.686 7,25 344.949 6,28 -29,65 25.729 8,81 84.849 6,31 -69,68
Kia 122.704 3,67 176.020 3,21 -30,29 9.678 3,31 43.846 3,26 -77,93
Hyundai 117.858 3,52 188.113 3,43 -37,35 9.131 3,13 47.193 3,51 -80,65
Gruppo Hyundai 240.562 7,19 364.133 6,63 -33,94 18.809 6,44 91.039 6,77 -79,34
Mercedes 195.629 5,85 289.093 5,26 -32,33 16.361 5,60 74.218 5,52 -77,96
Smart 3.903 0,12 32.293 0,59 -87,91 398 0,14 10.108 0,75 -96,06
Gruppo Daimler 199.532 5,96 321.386 5,85 -37,92 16.759 5,74 84.326 6,27 -80,13
Fiat 130.885 3,91 243.112 4,43 -46,16 8.534 2,92 64.126 4,77 -86,69
Jeep 27.795 0,83 59.596 1,09 -53,36 1.582 0,54 13.671 1,02 -88,43
Lancia/Chrysler 12.854 0,38 24.330 0,44 -47,17 113 0,04 5.755 0,43 -98,04
Alfa Romeo 8.819 0,26 19.401 0,35 -54,54 661 0,23 4.670 0,35 -85,85
Altre 1.091 0,03 2.465 0,04 -55,74 62 0,02 666 0,05 -90,69
Gruppo Fca 181.444 5,42 348.904 6,35 -48,00 10.952 3,75 88.888 6,61 -87,68
Ford 178.079 5,32 341.068 6,21 -47,79 15.724 5,38 81.295 6,04 -80,66
Toyota 152.656 4,56 212.973 3,88 -28,32 10.741 3,68 50.793 3,78 -78,85
Lexus 11.902 0,36 15.331 0,28 -22,37 389 0,13 3.825 0,28 -89,83
Gruppo Toyota 164.558 4,92 228.304 4,16 -27,92 11.130 3,81 54.618 4,06 -79,62
Nissan 91.447 2,73 149.153 2,72 -38,69 4.398 1,51 31.830 2,37 -86,18
Volvo 79.413 2,37 115.115 2,10 -31,01 9.032 3,09 28.217 2,10 -67,99
Land Rover 36.707 1,10 57.773 1,05 -36,46 999 0,34 10.923 0,81 -90,85
Jaguar 15.495 0,46 30.130 0,55 -48,57 853 0,29 5.349 0,40 -84,05
Jaguar Land Rover 52.202 1,56 87.903 1,60 -40,61 1.852 0,63 16.272 1,21 -88,62
Mazda 39.317 1,17 83.607 1,52 -52,97 3.126 1,07 17.966 1,34 -82,60
Mitsubishi 36.702 1,10 55.123 1,00 -33,42 4.092 1,40 12.011 0,89 -65,93
Honda 23.493 0,70 47.516 0,87 -50,56 1.067 0,37 9.266 0,69 -88,48
Altre marche* 142.508 4,26 202.043 3,68 -29,47 18.024 6,17 49.142 3,65 -63,32
Totale mercato 3.346.193 100,00 5.492.003 100,00 -39,07 292.182 100,00 1.345.181 100,00 -78,28
                     
Nota: i dati di Malta non sono attualmente disponibili                
*stime ACEA                    

Dire troppo, dire poco: l’arduo esercizio di comunicare

In attesa di capire chi realmente sia il motore del nostro Paese, se i Concessionari (“#ilmotoreitaliano”, come da spot Federauto) oppure il popolo (“Il vero motore dell’Italia sono gli italiani”, come da spot Fca), è già del tutto evidente chi certamente non lo è, quando si viene all’automotive: il Governo. Al 19 maggio, data in cui questo numero di InterAutoNews è andato in stampa, nessuna risposta avevano ottenuto lettere, appelli, proposte contenenti piani dettagliati sulle possibili modalità di intervento, invocazioni e lamentele varie indirizzati a decine, negli ultimi due mesi, a chi ha il potere di decidere. Non una novità in assoluto, questo silenzio. A oggi naturalmente non è comunque da escludersi che una risposta possa prima o dopo arrivare. Il problema è che la partita, nel momento in cui si tratta di far ripartire il Paese, si gioca proprio tra la distanza abissale che intercorre tra “prima” e “dopo”, ed è la stessa che intercorre tra l’orlo del precipizio e, appunto, l’abisso. 
Che poi il problema è sempre la distanza. Tra il “prima” e il “dopo”, come anche tra chi governa e chi viene governato. C’è un passaggio, nell’intervista a Francesco Maldarizzi che pubblichiamo in questo numero di InterAutoNews, che chiarisce perfettamente il concetto. Dice Maldarizzi: “Ho registrato lo stupore, anche tra gli esponenti del Governo, nel constatare che il nostro comparto ha ben 120.000 dipendenti diretti e che tutti paghiamo le tasse in Italia”. Uno stupore che suona come un insulto esattamente come il silenzio che arriva, oltretutto, nel momento in cui l’automotive italiano si è impegnato, con uno sforzo che non ha precedenti, a rappresentare pubblicamente se stesso nella propria qualità di settore -  che contribuisce, e quanto, a mandare avanti il Paese. Le singole Case auto e i singoli Concessionari maneggiano quotidianamente la materia nell’ambito dei rispettivi business, letteralmente vivono (anche) di comunicazione. Un conto però è farlo a nome proprio, un altro è farlo in rappresentanza di molti, come sta scoprendo Federauto, nuova all’esercizio.

Leggi tutto...