I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

30 giugno – Il 26 giugno è uscita dalla fabbrica Volkswagen di Zwickau l’ultima vettura a motore termico prodotta dallo stabilimento, si tratta di una Golf R Variant di settima generazione, da ora in poi da questo impianto usciranno solo veicoli elettrici marchiati Volkswagen, in futuro verranno prodotti anche per Audi e Seat. È iniziata in Spagna la commercializzazione del Suv cinese Dongfeng DFSK 580.

29 giugno Bentley ha deciso di cessare la produzione della sua coupé Mulsanne, dopo 11 anni di presenza nel listino del marchio di lusso britannico e 7.300 unità prodotte e vendute. Il Governo britannico sta studiando un giro di vite alla vendita di veicoli con motore termico “al massimo tra il 2032 e il 2035” come affermato in una intervista alla BBC dal segretario dei Trasporti, Grant Shapps. Gli azionisti di Nissan hanno accolto in modo rumoroso l’Amministratore delegato Makoto Uchida per la cancellazione dei dividendi causati dal calo delle vendite e dal rallentamento delle performance finanziarie, tra gli azionisti si sono levate anche critiche per il mancato sfruttamento dell’Alleanza con Renault, oltre alla richiesta di un ulteriore taglio degli stipendi ai dirigenti, in questo senso la dirigenza della Casa ha spiegato che le tre aziende che compongono l’Alleanza Nissan-Renault-Mitsubishi manterranno un livello di indipendenza adeguato a garantire la priorità ai risultati individuali legati ai volumi di vendita e agli utili.  

26 giugno – Con il marchio Dodge, Fca ha conquistato il primo posto assoluto nella classifica sulla qualità iniziale (Initial Quality Study IQS) realizzato da JD Power. Volvo ha selezionato, come partner preferenziale, la società Plugsurfing, per il servizio di ricarica delle batterie, aprendo così la strada agli spostamenti in Europa con oltre 200.000 punti disponibili nel “vecchio continente”. 

25 giugno – Durante l’audizione che si è svolta con il Senato in collegamento web, Pietro Gorlier, Responsabile delle attività europee di Fca ha dichiarato: “Non spostiamo nessuna produzione all’estero, i nostri sviluppi produttivi sono in Italia dove la produzione aumenterà”, il manager Fca ha aggiunto, parlando del mercato auto in Italia: “Ci potrebbe essere un calo del 35% quest’anno, per rilanciare il settore bisogna ampliare gli incentivi all’ibrido leggero per rimettere in moto tutta la filiera e smaltire i veicoli in stock presso i Concessionari”.

24 giugno Honda ha deciso di ritirare dal mercato nipponico la Civic Sedan, il modello ha sofferto la concorrenza delle mini car, in particolare della N-Box che è stata consegnata in 250.000 esemplari, contro le 1.619 unità della berlina che così è stata tolta dal listino domestico mentre rimane ancora in vendita in altri mercati nel mondo. Volkswagen ha annunciato che entro il 2025 la quota dei sistemi operativi e dei programmi nei modelli del Gruppo salirà al 60% contro l’attuale 10% impegnando un budget di 7 miliardi di euro complessivi che sarà utilizzato dalla software house interna Car.Software. Fca ha specificato che userà la linea di credito da 6,3 miliardi di euro concessa dallo Stato per un “ampio piano di investimenti per l’Italia, in gran parte già attivato” che comprende lo sviluppo, presso lo stabilimento di Termoli, del nuovo motore ibrido per le Jeep Renegade e Compass e per la Fiat 500X prodotte a Melfi.

23 giugno Bosch ha comunicato i suoi dati finanziari in Italia del 2019, il gruppo tedesco ha registrato un volume d’affari di circa 2,25 miliardi di euro discostandosi del -8,4% rispetto al 2018, tale risultato è stato determinato da una forte contrazione dei mercati di riferimento, in particolare per il settore automotive. Il Governo cinese ha varato una riclassificazione delle auto che permette ai modelli ibridi di ottenere un trattamento più favorevole nella complessa normativa che regola il settore, questo permetterà alle Case di rispettare più facilmente le quote ambientali. 

22 giugnoBMW e Mercedes-Benz hanno messo in pausa la loro partnership tecnologica nel settore della guida autonoma dopo una attenta analisi le due Case hanno deciso di sospendere la loro collaborazione. Toyota ha rivisto al rialzo le sue stime sulla produzione di auto per il 2020, secondo il colosso giapponese nel prossimo mese di luglio registrerà una ripresa più ampia rispetto allo stesso mese del 2019, facendo così fronte ai numeri negativi dei primi mesi dell’anno nei quali la crisi da Covid-19 ha obbligato a una chiusura pressoché completa dei suoi impianti in Giappone e in Cina. 

19 giugnoFca ha annunciato che dal prossimo 29 giugno sarà attiva anche la seconda linea di produzione del modello di Jeep Compass ibrido che occuperà circa 1.400 lavoratori. BMW ha raggiunto l’accordo tra i management e il consiglio di fabbrica per il taglio di 6.000 posti di lavoro, nello specifico verrà agevolato il pensionamento anticipato, il contratto da 40 ore settimanali verrà portato a 38 ore e i dipendenti che vorranno, potranno rinunciare alla retribuzione aggiuntiva prevista dagli accordi contrattuali in cambio di giornate di ferie (fino a un massimo di 8), queste soluzioni si sono rese necessarie per i risultati ottenuti dalla Casa bavarese che ha visto crollare le vendite nel primo semestre dell’anno da 2,5 milioni di auto vendute nel 2019 a 2 milioni nel 2020. Fca offrirà, in collaborazione con Digital Charging Solutions GmbH, il servizio My Easy Charge, che consentirà di accedere al più ampio network di servizi di ricarica a livello globale (150.000 punti in 30 mercati) dedicato ai clienti che sceglieranno i modelli Jeep Renegade e Compass 4Xe, Nuova Fiat 500 elettrica e i futuri modelli ibridi plug in ed elettrici. 

18 giugno Nissan ha lanciato un decalogo per il buon proprietario di veicoli elettrici in occasione della ripresa degli spostamenti post emergenza Covid-19, il vademecum è ricco di suggerimenti che deriva dalla lunga esperienza della Casa giapponese, che è stata tra i primi costruttori a diffondere auto completamente elettriche sul mercato mondiale. Lotus ha annunciato che dal 2021 abbandonerà i motori termici per produrre solo modelli elettrici, il marchio inglese è dal 2017 di proprietà del colosso cinese Geely che ha già in gamma alcuni modelli a batteria, la prima auto del nuovo corso di Lotus dovrebbe essere la hypercar Evija che sarà costruita in soli 130 esemplari al prezzo di 2,4 milioni di sterline. Il Gruppo BMW sta sviluppando un modello 100% elettrico da inserire nella gamma Mini, utilizzando una nuova piattaforma specifica che sarà prodotta in Cina presso la Spotlight Automotive (la JV di BMW con Great Wall, ndr).

17 giugnoFca e Psa hanno diffuso una nota nella quale si afferma che “i preparativi per la fusione procedono come da programma, l’obiettivo condiviso è finalizzare l’operazione entro la fine del primo trimestre 2021”, confermato dalle parti l’interessamento della Commissione Europea che ha avviato “la fase2 della revisione del progetto, per quanto riguarda Fca e Psa forniremo alla Commissione e alle altre autorità di regolamentazione coinvolte informazioni dettagliate sui significativi benefici derivanti dalla fusione per i clienti, per l’industria in Europa e per ciascun Gruppo”, aggiungendo che “le autorità antitrust di diverse giurisdizioni hanno già dato approvazione, tra cui Stati Uniti, Cina, Giappone e Russia”. Volkswagen ha aperto le procedure per effettuare gli ordini della ID.3 1ST Edition, per ora l’operazione è resa possibile solo a coloro i quali hanno aderito al pre-booking presso una concessionaria. 

11 giugno – Secondo i dati diffusi da Istat il mese di aprile ha fatto registrare un -100% riguardo la produzione industriale automotive, rispetto a marzo 2020, su base annua il calo è del 98,4% e del 95,5% in base alla correzione grezza (aprile 2020/aprile 2019).

10 giugno – Lo stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco, dopo la chiusura per la pandemia da Covid-19, riaprirà il prossimo 16 giugno, lo ha comunicato l’azienda ai sindacati, ribadendo come l’obiettivo sia quello di garantire la produzione del modello Panda a fronte degli ordini raccolti in queste settimane nonostante la domanda dell’industria europea e italiana resti debole. Debutta a Napoli il nuovo car sharing Amicar con auto completamente elettriche a disposizione degli utenti, il servizio è stato attivato con un parco di 50 Peugeot 208 elettriche che diventeranno 80 entro la primavera del 2021. Porsche ha deciso di implementare il suo programma “Porsche Impact” per la compensazione delle emissioni di CO2 estendendolo, oltre alla Germania, alla Gran Bretagna, alla Polonia e agli Stati Uniti, anche ad altri 15 Paesi, il servizio funziona tramite un calcolatore online sul quale i clienti del marchio sportivo del Gruppo Volkswagen possono determinare l’impronta di CO2 della loro auto e sostenere finanziariamente i progetti per compensarla. È costato 440 milioni di euro l’unico prototipo di auto elettrica voluta da James Dyson, il patron dell’omonima marca di aspirapolvere ed elettrodomestici per la casa, che aveva stanziato ben 1,8 miliardi di euro per lo sviluppo di una gamma di veicoli elettrici, poi naufragato per essere stato dichiarato “commercialmente insostenibile”. 

9 giugnoKia ha annunciato di aver superato le 500.000 unità elettrificate vendute in tutto il mondo e ora punta a conquistare anche il 6,6% del mercato elettrico globale (Cina esclusa) mentre il 25% delle sue vendite totali dovranno essere “green” entro il 2025. Il marchio cinese costruttore di Suv Changan ha annunciato che ritarderà di un anno il suo ingresso commerciale in India a causa della pandemia di Coronavirus. BMW ha concluso con successo in Cina i test di omologazione del Suv elettrico iX3 che verrà prodotto nello stabilimento di Shenyang e potrà essere commercializzato secondo i piani, a partire da questa estate. Pininfarina sta accelerando i piani riguardo alla produzione delle sue hypercar elettriche, il Ceo, Per Svantesson, ha precisato che il progetto sulla Battista (capace di ben 1.900 Cv al costo di 1,7 milioni di sterline) è a buon punto e che in cantiere ci sono altre iniziative riguardo a futuri modelli full electric. Sono riprese le operazioni presso lo stabilimento Nissan di Sunderland che è stato fermo per circa tre mesi a causa della pandemia del Covid-19, la fabbrica inglese ha ricominciato dal Suv Juke, viene in Inghilterra per il solo mercato europeo. Fca  ha comunicato che collaborerà con la start up israeliana Otonomo per raccogliere dati da veicoli in Europa che potranno essere utilizzati per offrire servizi come il miglioramento del controllo del traffico, l’assistenza al parcheggio, l’avviso ai soccorritori in caso di incidente e altre applicazioni per le future smart cities. Enel X ha siglato un accordo con E-Gap, operatore di ricarica mobile per auto elettriche in Europa, per consentire ai clienti JuicePass di accedere direttamente dall’app alle offerte di ricarica on-demand per ora solo nelle aree di Roma e Milano, successivamente il servizio sarà esteso in altre città italiane. Hyundai Motor Company e Kia Motors Corporation hanno annunciato ulteriori dettagli dell’innovativo sistema con pompa di calore implementato sulla gamma globale di veicoli elettrici dei due marchi, tale aggiornamento permette di massimizzare l’autonomia che si può percorrere con una singola ricarica.

8 giugnoVolvo Cars ha comunicato di aver venduto globalmente nel mese di maggio 44.830 auto registrando un calo del 25,5% rispetto allo stesso mese del 2020. Aston Martin ha annunciato il taglio di 500 posti di lavoro e il contemporaneo ridimensionamento della produzione per ridurre i costi e tornare alla redditività, l’obiettivo del marchio è di risparmiare 28 milioni di sterline dopo aver subìto una perdita al lordo delle imposte di 119 milioni di sterline nel primo trimestre del 2020 a causa della crisi del coronavirus. 

5 giugno Psa e Puch Powertrain hanno siglato un accordo di partnership (controllo di maggioranza Puch con il 61% delle azioni) per la progettazione della prossima generazione di veicoli ibridi leggeri e ibridi ricaricabili. Bentley ha annunciato di voler procedere il taglio di 1.000 posti di lavoro per effetto della crisi da Coronavirus, il marchio di lusso punta a ottenere “uscite volontarie” di lavoratori dall’impianto di Crewe in Inghilterra dove al momento sono impegnati 4.200 addetti. Un documentario di 30 minuti lanciato dalla Volkswagen su Youtube, celebra il settantacinquesimo anniversario dalla ripresa delle attività in fabbrica dopo la liberazione da parte delle truppe inglesi di Wolfsburg avvenuta il 5 giugno 1945. La produzione di autoveicoli è ripartita in Brasile dopo il blocco imposto dall’avanzare della pandemia di Coronavirus facendo aumentare il numero dei veicoli prodotti nel mese di maggio del 2.232% rispetto a quanto fabbricato in aprile, nonostante questo nuovo inizio si registra un calo dell’84,4% nella fabbricazione di auto rispetto allo stesso mese del 2019. Suzuki ha annunciato, alla chiusura dell’anno fiscale, un calo nei suoi conti a causa principalmente per la tardiva ripresa del mercato indiano, per l’impatto dei tassi di cambio e per gli effetti della crisi dovuta al Coronavirus, nello specifico il fatturato netto consolidato è diminuito di 383,1 miliardi di Yen (circa 3,2 miliardi di euro) attestandosi a 3.488,4 miliardi di Yen (circa 29,6 miliardi di euro) con un -9,9% rispetto all’anno precedente, il settore auto di Suzuki ha fatto registrare una diminuzione del fatturato del 10,6% (rispetto al precedente anno fiscale) attestandosi a 3.157,4 miliardi di Yen (26,8 miliardi di euro circa).

4 giugnoVolvo Car Italia ha firmato un accordo con Enel X che consentirà ai suoi clienti di accedere a soluzioni efficaci per la ricarica della propria auto elettrificata.

3 giugnoRenault ha annunciato l’attuazione del prestito da 5 miliardi di euro garantiti dallo Stato francese per far fronte alla crisi nella quale si trova anche a causa del coronavirus. Nissan ha messo in guardia le autorità inglesi riguardo alla sopravvivenza dell’impianto produttivo di Sunderland (con 7000 adetti) nel caso il governo presieduto da Boris Johnson non fosse in grado di raggiungere un accordo di libero scambio con l’UE a zero dazi. Secondo il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, Alessia Morani, “occorre introdurre uno strumento-incentivo che si concentri soprattutto sul 2020 e il 2021 e che consenta di smaltire lo stock di auto prodotte che abbiano standard elevati per quanto riguarda la riduzione delle emissioni” questo “ampliando l’ecobonus anche alle auto a motore termico più all’avanguardia” poiché “nei piazzali restano 350mila auto prodotte prima della crisi”, ha concluso la parlamentare. Il brand premium di Volvo, Polestar, starebbe pianificando una grande espansione della sua rete di concessionari in Cina, nel tentativo di competere con Tesla, in particolare il modello Polestar 2 (in concorrenza proprio con Tesla Model 3) sarà disponibile in quel mercato a partire dal prossimo luglio. La ripresa della produzione della Panda nello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco è stata rinviata, secondo i sindacati, a causa dei segnali di mercato al momento “troppo deboli per consentire una continuità produttiva”. Enel X ha esteso la sua rete di ricarica per autoveicoli a oltre 30.000 punti pubblici, quasi triplicando i circa 10.500 punti già esistenti, allo stesso tempo ha lanciato la connettività eRoaming in collaborazione con l’operatore olandese della rete di ricarica di veicoli elettrici Allego con la collaborazione della Robert Bosch GmbH e della Innogy GmbH. Fca sta sperimentando a Torino una nuova tecnologia che punta a rendere i centri storici liberi da inquinanti, per la prima volta un’auto ibrida sarà in grado di riconoscere una Ztl passando automaticamente alla modalità elettrica. 

1 giugno – La produzione auto in Inghilterra è crollata del 99,7% nel mese di aprile a seguito del blocco per il Coronavirus con solo 197 auto uscite dalle catene di montaggio, si tratta del peggior risultato industriale dalla Seconda Guerra Mondiale. Il marchio cinese Hongqi ha registrato un incremento delle vendite del 116% nei primi cinque mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.


La risorsa della storia personale, un valore inalienabile

Abbiamo coinvolto i Concessionari italiani in un sondaggio, il resoconto si trova nelle pagine interne, accompagnato da un nostro modesto suggerimento rivolto al lettore: fare oggetto di riflessione costruttiva degli spunti offerti dalle risposte che abbiamo ricevuto.
Qui facciamo, intanto, facciamo nostro quel suggerimento. La scelta non si presentava facile, molti i possibili temi intorno ai quali ragionare. Alla fine tutto si è ridotto a un dilemma, per risolvere il quale si è imposto il romanticismo. La domanda era, con riferimento all’attuale drammatica situazione: quale ritiene essere la risorsa più consistente sulla quale la sua azienda può fare affidamento? La prima risposta diceva: “Nessuna”. La seconda diceva: “55 anni di storia”. Disperazione che sa di fine corsa contro baldanza che sa di voglia di vivere, in apparenza una scelta facile. Ma poi si è fatta strada l’idea (romantica, appunto) di non scegliere, di considerare le due risposte come le due facce della stessa moneta, la risposta di pancia (le emozioni) e la risposta di cuore e di testa (il sentimento che trova fondamento nella logica) che un singolo individuo, sempre lui, può dare alla stessa domanda perfino in due momenti diversi di una stessa giornata – d’altronde, quante volte si è sentito i Concessionari maledire il mestiere salvo poi vederli riabbracciarlo con ardore (e mica solo per mero interesse) il giorno dopo? Tutte le volte, più o meno.

Leggi tutto...