I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

30 settembre – Si è aperto a Berlino un processo-pilota che implica l’utilizzo di un nuovo strumento giuridico simile a quello della class action, nel quale circa 470mila clienti di Volkswagen chiedono di stabilire se siano stati danneggiati dallo scandalo delle emissioni inquinanti. Secondo il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, “bisogna rilanciare l’automotive, governare la transizione verso la dimensione elettrica, rinnovare il parco auto e costruire un percorso virtuoso in cui l’Italia deve essere un player al pari di Francia e Germania nella transizione del mondo dell’auto in termini complessivi”. 

27 settembreToyota ha annunciato di essere arrivata al 20% delle quote di Subaru (già possedeva il 16,8% del marchio nipponico) con l’obiettivo di aumentare le sinergie nello sviluppo di veicoli a guida autonoma e la produzione di motori elettrici, l’operazione è costata 75 miliardi di yen (circa 700 milioni di dollari), a sua volta Subaru, nell’ottica di creazione di una vera e propria alleanza, acquisirà fino a 80 miliardi di yen (oltre 750 milioni di dollari) di azioni di Toyota. Fca ha patteggiato in Usa con la Sec sull’accusa di aver gonfiato i dati mensili sulle vendite pagando i concessionari per riportare numeri falsi, l’ammenda finale è stata di 40 milioni di dollari, cifra che nnon avrà impatto sui conti del gruppo italo americano. Jaguar ha presentato il suo nuovo Design Studio guidato dal direttore Julian Thomson all’interno del Design and Engineering Centre di Gaydon in Inghilterra. Fabiana Dadone, ministro della Pubblica Amministrazione, sarebbe intenzionata ad avviare una interlocuzione con il ministero dei trasporti per avere “auto blu” elettriche al più presto. Secondo il decreto legge Clima è disponibile il nuovo incentivo alla rottamazione delle auto (fino a Euro4) in cambio di abbonamenti al trasporto pubblico o a servizi di car sharing con un buono mobilità da 1.500 euro, la norma dura tre anni e viene finanziata con 100 milioni nel 2020 e altrettanti nel 2021 ed è in vigore solo per quei comuni che sono sotto procedura di infrazione Ue per lo smog.  

26 settembre – I costruttori di auto giapponesi si sono dichiarati scettici riguardo l’intesa sul commercio internazionale raggiunta tra il governo nipponico e quello statunitense, in particolare l’accordo favorirebbe i produttori agricoli americani ma non offrirebbe garanzie esplicite per quanto riguarda l’annullamento di eventuali dazi per le Case automobilistiche del Sol Levante che esportano in Usa, mercato che vale per questi costruttori ben 51 miliardi di dollari. Continental ha deciso di tagliare i costi di produzione di 500 milioni di euro a partire dal 2023, 20.000 posti di lavoro saranno a rischio nei prossimi 10 anni sui 244.000 nel mondo, di cui 5.000 in Germania, in particolare nel nostro Paese si teme per 500 lavoratori dello stabilimento di Pisa che occupa attualmente 940 addetti. Fca ha annunciato l’intenzione di voler produrre nuovi modelli Maserati negli stabilimenti di Torino, Cassino e Modena, il piano per il rilancio del marchio del tridente prevede l’elettrificazione e le tecnologie di guida autonoma, per le quali sono state già stanziate risorse con un investimento di 5 miliardi di euro nel piano complessivo del gruppo per le fabbriche in Italia. Si chiama Laura l’assistente vocale di Skoda che debutta nei modelli Kamiq e Scala.

25 settembre Eni ha inaugurato a Gela la “green refinery”, in grado di trasformare materie prime organiche in biocarburanti di alta qualità, l’impianto è frutto di un progetto di riconversione della raffinazione convenzionale del petrolio e produce green diesel (oltre alla green nafta e Gpl) grazie alla innovativa tecnologia Ecofining, sviluppata dai laboratori Eni insieme a Honeywell-Uop. Il presidente di Renault, Jean-Dominique Senard, intervenendo alla Commissione per gli affari economici del Senato francese ha affermato che il progetto di fusione con Fca è “dietro di noi, un tema che non è più d’attualità” ribadendo che quella “era un’operazione fondamentalmente industriale che avrebbe avuto come principale merito quello di valorizzare le tecnologie del gruppo Renault”. La Wrightbus, azienda produttrice di autobus a due piani inglese, ha dichiarato in esubero più di 1.000 dei suoi operai, la società è in crisi per l’insolvenza legata a problemi di liquidità e manterrà a loro posto solo 50 dipendenti. Il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha annunciato l’apertura di un tavolo per parlare della “seria difficoltà ciclica” del comparto automotive italiano per “individuare gli strumenti più adatti a contenere e se possibile invertire la tendenza”. Enel con EnelX ha acquisito una partecipazione del 12,5% in Hubject, joint venture per la mobilità elettrica che ha sviluppato una piattaforma che consente ai conducenti di veicoli elettrici di caricare l’auto attraverso una rete di oltre 200.000 punti di ricarica pubblici in tutto il mondo senza dover stipulare ulteriori contratti oltre a quello con il proprio provider di servizi e-mobility. L’Antitrust ha avviato un procedimento contro Telepass per la presunta discriminazione dei consumatori con conti correnti esteri (iban discrimination), la società che fa parte del Gruppo Atlantia, ha risposto di avere diverse migliaia di clienti che risiedono e hanno conti correnti in Paesi europei e di non aver mai discriminato nessuno nell’utilizzo e attivazione del dispositivo di pagamento remoto.

24 settembre – La Shiloh Industries Italia, che fa parte dell’omonimo gruppo americano che produce componenti auto, ha aperto la procedura per 70 licenziamenti, su un totale di 164 dipendenti nel suo unico stabilimento di Verrès (AO). La Maserati Ghibli numero 100.000 ha lasciato la linea di produzione dello stabilimento “Avv. Giovanni Agnelli” di Grugliasco a Torino, si tratta di un modello S Q4 in allestimento Gran Sport. La procura di Stoccarda ha notificato a Daimler una sanzione da 870 milioni di euro per la “negligente violazione dei doveri di supervisione nel campo della certificazione dei veicoli” in relazione al dieselgate, Mercedes-Benz ha annunciato che non ricorrerà contro la sanzione e che questa non avrà impatti sull’utile del trimestre e sulle previsioni per il 2019, avendo già provveduto agli opportuni accantonamenti. Hyundai Motor e Aptiv hanno comunicato la creazione di una joint venture per la progettazione, lo sviluppo e la commercializzazione di tecnologie di guida autonoma di livello 4 e 5, nell’ambito dell’accordo le parti hanno il 50% delle quote per un valore complessivo di 4 miliardi di dollari.

23 settembre – Entro il 2025 Audi  ridurrà del 30% rispetto al 2015 le emissioni di CO2 nell’intero ciclo di vita delle proprie vetture, aderendo all’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Amazon ha effettuato un ordine da 4 miliardi di dollari per convertire la sua flotta di furgoni a zero emissioni entro il 2040, siglando un contratto con la start up Rivian per la fornitura di 100mila furgoni elettrici destinati alla consegna delle merci, il primo di questi nuovi veicoli commerciali sarà su strada nel 2022 e farà parte del primo lotto da 10mila unità. 

20 settembre – “Non cederò mai le quote della Dallara Automobili a un fondo di investimento straniero che pensa solo a fare profitti”, lo ha detto l’ingegner Giampaolo Dallara, in una intervista per l’Avvenire, “Non mi interessa che l’azienda diventi più grande di quella che è oggi, la sua dimensione giusta è questa”, ha chiuso Dallara

19 settembre – “Abbiamo iniziato i lavori per la costruzione della 500 elettrica a Mirafiori, che inizieremo a produrre a partire dal secondo trimestre del 2020 con volumi che arriveranno a 80mila pezzi l’anno”, lo ha reso noto il responsabile Fca per le attività europee, Pietro Gorlier in occasione della presentazione dell’accordo firmato con Terna per la mobilità elettrica. 

18 settembre – Secondo un’analisi dell’Energy & Strategy del Politecnico di Milano, la Total Cost of Ownership, parametro che considera una serie di voci tra le quali acquisto di un veicolo, manutenzione, costi e consumi, costi di tasse e assicurazioni sul veicolo, percorrenza e ammortamento, su un utilizzo di 11.000 km/anno il costo di un’auto elettrica è paragonabile a quello di una a benzina, con un risparmio che può arrivare a 12mila euro in 10 anni grazie al minor costo del carburante, della manutenzione e della gestione del veicolo. 

17 settembre – Il business dell’elettromobilità rappresenta per Bosch un settore molto importante, visto che dal 2018 l’azienda tedesca si è aggiudicata ordini per 13 miliardi di euro, una tendenza in aumento viste le previsioni che vedono al 2030 il 75% del parco circolante elettrificato (con sistemi ibridi e ibridi plug in).  

16 settembre – Per la prima volta dopo 12 anni, i lavoratori della GM di Detroit, in Usa, hanno scioperato per le ombre di una nuova crisi dell’auto. Secondo l’Ispra le auto a Gpl sono meno inquinanti di quelle a benzina e a gasolio che rispondono alla normativa Euro6, un’auto di media cilindrata alimentata a gas liquefatto, emette il 55% in meno di ossidi di azoto rispetto a una equivalente a benzina (il 96% in meno rispetto a una diesel), l’8% in meno di particolato rispetto a un’auto a benzina e l’11% in meno rispetto a una a gasolio con la CO2 che scenderebbe del 14% (rispetto a un’auto a benzina). 

13 settembreIveco Defence Vehicles, si è assicurata una commessa dal Ministero della Difesa olandese per la fornitura di 1.275 veicoli blindati 4x4 multiruolo modello 12kN. 

12 settembre – La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha dichiarato all’apertura del Salone di Francoforte, di voler sostenere gli sforzi dell’industria automobilistica nel passaggio alla mobilità elettrica con interventi infrastrutturali, sottolineando come “il punto essenziale che vogliamo affrontare dal punto di vista politico nel confronto che stiamo avendo con i produttori è come ottenere una infrastruttura per la ricarica che sia affidabile per le persone”, ha detto la Merkel, sottolineando come al momento ci sono in Germania 20.000 punti di ricarica, che dovranno aumentare nel prossimo futuro. Automobili Pininfarina aumenterà la sua offerta nel segmento delle auto di lusso grazie all’utilizzo di una inedita piattaforma elettrica frutto di una collaborazione con la Bosch Engineering GmbH e Bentler, costruttore tedesco di componenti di veicoli. Sono attive le 200 stazioni di ricarica veloce da 50kW (400 punti di ricarica) installate nell’ambito del progetto EVA+ presso le principali strade a lunga percorrenza di Austria e Italia. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha comunicato agli operatori interessati alla gestione delle pratiche auto le nuove procedure che devono accompagnare l’introduzione dal prossimo 1° gennaio 2020 del Documento Unico (DU) del veicolo, che unirà le funzioni di libretto di circolazione e certificato di proprietà.

11 settembre – Il senato della California ha approvato una legge per la quale i lavoratori di Uber dovranno essere inquadrati come dipendenti riconoscendo loro determinati diritti.

10 settembre – Il mercato automobilistico indiano ha registrato un calo del 23,55% nel mese di agosto, per il settore delle auto nuove l’ottavo mese del 2019 è stato il decimo consecutivo di calo e il peggiore degli ultimi 20 anni. L’Anfia ha comunicato il calo del 19% nella produzione di autoveicoli in Italia, sia in luglio che nei primi 7 mesi dell’anno, rispetto agli stessi periodi del 2018, nel suo insieme, la produzione automotive nostrana ha registrato un -7,5%, mentre la variazione tendenziale si attesterebbe a -9,3%, gli ordinativi per il settore sono stati in calo del 16% a giugno mentre il fatturato presenta una variazione in negativo dell’8,2% nello stesso mese. Volkswagen ha svelato il nuovo logo, la conversione sarà completata a metà del 2020 in 171 mercati e nelle 10.000 sedi di Concessionari e service partner in tutto il mondo. 

9 settembre – Il Ceo di Nissan, Hiroto Saikawa, ha rassegnato le sue dimissioni dopo le sue ammissioni circa l’aver percepito somme di denaro più alte del normale, il board di Nissan, dopo le irregolarità di gestione dell’ex Ceo, Carlos Ghosn, e dopo profonde discussioni interne, ha chiesto a Saikawa di dimettersi e lui ha accettato, secondo quanto riportano i media nipponici. Il produttore cinese di auto Geely ha annunciato la sua partecipazione a un round di finanziamento del produttore di velivoli tedesco Volocopter assieme a Daimler AG con 50 milioni di euro ottenendo il 10% dell’azienda che si occuperà dello sviluppo e della produzione del primo taxi volante, il Volocity che vedrà la luce entro tre anni. Volkswagen ha presentato al Salone di Francoforte l’ultima versione del sistema SCR per l’abbattimento degli NOx sui motori diesel, questa nuova tecnologia permette di abbattere le emissioni degli ossidi di azoto dell’80% a parità di cilindrata.   

8 settembreNissan si prepara alla successione del suo Ad, Hiroto Saikawa che si svolgerà la prossima settimana, quando il consiglio di amministrazione si riunirà per fissare un calendario con il processo di nomina, il cambio di vertice nella Casa automobilistica giapponese si è reso necessario per l’ammissione da parte dello stesso Saikawa di aver percepito compensi più alti del previsto grazie a un sistema di incentivi gestito interamente dall’azienda stessa. Primo semestre negativo per i costruttori di auto elettriche cinesi, tra tutti la Changan Automobile ha visto crollare i propri utili del 240% su base annua con le vendite nella prima metà di quest’anno che hanno raggiunto solo il 38% dell’obiettivo fissato, stesso discorso per la Lifan che ha registrato perdite dell’860% su base annua, in generale, le vendite di veicoli a nuova energia sono diminuite in Cina del 4,7% su base annua ed è la prima volta in due anni che accade. 

6 settembre –  Volkswagen AG e Nothvolt AB hanno annunciato la costituzione di una joint venture al 50% per la realizzazione di una fabbrica per batterie al litio per auto, lo stabilimento sorgerà nella Bassa Sassonia e l’avvio della produzione è previsto per la fine del 2023 e l’inizio del 2024 con una capacità annuale di 16GWh, l’accordo prevede l’investimento da parte di Volkswagen Group di 900 milioni di euro nella start up, a fronte dei quali riceverà il 20% delle quote del produttore di batterie svedese e un posto nel consiglio di sorveglianza. A pochi giorni dall’apertura del Salone di Francoforte, Volkswagen ha già ricevuto più di 30.000 ordini per la sua ID.3.

4 settembre Fca ha annunciato che investirà circa un miliardo di euro nello stabilimento di Pomigliano d’Arco per la produzione del nuovo Suv Alfa Romeo Tonale e per la Fiat Panda ibrida. Una presunta spy story sta scuotendo il mondo automotive cinese, a quanto pare la Geely Holding Group avrebbe citato davanti alla corte suprema del Popolo di Shanghai la start up WM Motor chiedendo una compensazione di 294 milioni di dollari per presunte azioni fraudolente e furto di segreti industriali operate dai fondatori delle nuova società che sono tre ex-dirigenti proprio di Geely. Più di 20.000 persone in tutto il mondo si sono già registrate per acquistare una Porsche Taycan senza nemmeno aver visto la macchina.

3 settembre CNH Industrial ha presentato a Wall Street un piano che prevede un aumento del fatturato del 5% all’anno e investimenti per 13 miliardi di dollari fino al 2024, è stato annunciata anche la separazione, nel 2021, delle attività di Iveco e Fpt per la nascita di due nuovi gruppi, uno per i veicoli commerciali e i motori e uno per i segmenti agricoltura, costruzioni e veicoli speciali, inoltre è stata annunciata anche un’alleanza con la start-up Nikola per produrre camion a idrogeno ed elettrici in Nord America e in Europa con un investimento di 250 milioni di dollari di cui 100 cash e 150 in servizi e tecnologie.

2 settembre – Secondo l’agenzia Bloomberg, il ministro dell’economia francese Bruno Le Maire e quello giapponese Hiroshige Seko, si sono confrontati sul futuro dell’Alleanza Renault Nissan e sulla condivisione di informazioni per esplorare una più profonda cooperazione nelle nuove tecnologie per il mondo dell’auto. 


Governo, non politica: questo serve all’Italia (e all’auto)

Doveroso commiato, per cominciare: arrivederci e grazie (?) a Salvini. Nessuna delusione, anche se per qualche minuto è stato bello credere che l’allora vice Premier facesse sul serio, quando – sul palco di Verona, Automotive Dealer Day, maggio scorso – disse “Mi impegno a mettere tutta l’energia possibile per passare dal 40 al 100% di detrazione Iva sulle auto aziendali”. È stato bello, perché per qualche minuto si è potuto assistere a uno spettacolo assai raro: il dialogo, che implica ascolto, tra imprenditori e governanti. Nessuna delusione, però, perché alla fine nessun imprenditore è uscito da quella sala con la certezza che quella promessa sarebbe stata mantenuta. “Vedremo”, era lo stato d’animo che tutti più o meno accomunava. E infatti abbiamo visto. 
Adesso, arriva la notizia che il nuovo Governo è al lavoro sul Decreto legge detto per brevità “Clima” (“Per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”). La bozza è stata preparata, e andrà al vaglio del Consiglio dei ministri. Contiene, tra gli altri, alcuni capitoli che coinvolgono il mondo dell’auto. Per cominciare, è previsto un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane inquinate nelle zone interessate dalle procedure di infrazione comunitaria (Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Liguria, Toscana, Molise e Sicilia) e che rottamano autovetture fino alla classe Euro4. In pratica, dunque, riguarda gli automobilisti di Torino, Milano, Venezia, Roma, Genova, Firenze, Palermo, Catania e Messina. Ma, attenzione: il bonus da 2.000 euro è un credito di imposta che può essere utilizzato, entro i successivi 5 anni alla rottamazione, per abbonamenti al trasporto pubblico locale (sarà valido anche per i parenti del rottamatore) e l’utilizzo di servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni. E non verrà riconosciuto a chi, nei 2 anni successivi alla rottamazione, dovesse acquistare nuovi veicoli ad alte emissioni.

Leggi tutto...