I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2019

31 ottobre – Quella tra Fca e Psa “è un’operazione di mercato, non posso giudicare l’accordo ma quello che preme al governo è che sia assicurato il livello di produzione e quello di occupazione in Italia, non possiamo restare indifferenti”, lo ha affermato il presidente del consiglio dei ministri Conte, mentre il segretario generale della Fiom Cgil, Francesca Re David, ha espresso “forte preoccupazione per gli stabilimenti che sono già pieni di cassintegrati, la fusione è molto pericolosa”. Secondo Kepler Cheuvreux, Psa starebbe pagando ai soci di Fca un premio sulle quotazioni di Borsa di 6,7 miliardi di euro (sul valore delle azioni dello scorso martedì, prima dell’annuncio della fusione), al netto del dividendo straordinario di Fca e delle quote di Faurecia e Comau che verranno distribuite ai soci, mentre per Equita, Psa starebbe di fatto comprando Fca, come scritto su una proposta di vendita di azioni ai propri clienti, pagando un buon premio e assicurandosi la maggioranza del board post fusione.

30 ottobre –  Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, ci sarebbe il via libera per la fusione tra Psa e Fca, confermate le figure apicali con John Elkann, Presidente e Carlos Tavares, Ceo, 5 i posti per ciascun gruppo all’interno del consiglio di amministrazione, per un mega soggetto automobilistico da 50 miliardi di dollari, in grado di vendere 9 milioni di auto e capace di occupare il quarto posto nella classifica mondiale dei costruttori. 

29 ottobreOpel ha annunciato i suoi piani per l’elettrificazione dei suoi prodotti, con i primi 8 nuovi modelli che arriveranno già dal 2021, mentre tutta la gamma verrà dotata di modelli elettrificati entro il 2024. General Motors ha chiuso il terzo trimestre del 2019 con utile netto in calo a 2,3 miliardi di dollari su ricavi per 35,5 miliardi, risultati migliori delle attese grazie ai quali i titoli GM sono saliti a Wall Street. Fca e Psa stanno studiando un piano per arrivare a un accordo, a riferirlo è il Wall Street Journal che ha anticipato anche il probabile assetto di comando con John Elkann, Presidente, e Carlos Tavares, Ceo. Secondo una ricerca di Aci e Bosch i sistemi di assistenza alla guida sono in grado di diminuire gli incidenti fino al 38%, mentre un veicolo con più di 15 anni di età ha quasi il 50% di probabilità in più di rimanere coinvolto in un grave incidente rispetto a una vettura immatricolata negli ultimi due anni. 

25 ottobre – L’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria e le principali sigle sindacali, hanno firmato un accordo per il rinnovo del contratto collettivo dell’autonoleggio, del soccorso stradale e di parcheggi/autorimesse per aumenti medi retributivi di 120 euro e l’erogazione in due tranche di una tantum forfettaria di 330 euro, l’accordo sarà valido fino al 31 dicembre 2021. Tesla ha accelerato lo sviluppo di Model Y con l’obiettivo di arrivare alla commercializzazione del Crossover entro l’estate del 2020. L’agenzia di rating S&P ha abbassato il rating di Renault a BBB- da BBB, per le condizioni di mercato difficili, l’outlook, nello specifico, è negativo “per la ridotta flessibilità di Renault a resistere a un indebolimento della domanda e per i mancati passi operativi nella fase di lancio dei nuovi modelli”, a pesare sono anche “le incertezze sull’incremento della diffusione dei modelli elettrici” a causa della concorrenza sempre più agguerrita. 

24 ottobre Daimler è tornata a crescere nelle vendite con un +8% di Mercedes-Benz e con un +10% dei van nel terzo trimestre del 2019, ora il fatturato si attesta a 43,3 miliardi rispetto ai 40,2 dello stesso periodo del 2018 (+8%), in salita anche l’Ebit del Gruppo Daimler che sale a 2,7 miliardi di euro contro i 2,5 dello stesso periodo dello scorso anno, +3% per il profitto netto che passa da 1.761 milioni del 2018 a 1.813 milioni del 2019. Secondo indiscrezioni della stampa americana, il nome Hummer potrebbe tornare su una inedita famiglia di Suv e di pick up premium a propulsione elettrica che dovrebbe vedere la luce dal 2021 nella fabbrica GM di Detroit.

23 ottobrePsa ha confermato di voler raggiungere un margine operativo ricorrente del 4,5% medio nel periodo 2019/2021, mentre per quanto riguarda il mercato dell’auto nel 2019, si attende un calo dell’1% in Europa, del 5% in America Latina, del 7% in Cina e del 2% in Russia. Il Gruppo Mahle, produttore di componentistica auto, chiuderà il sito industriale di La Loggia e la fonderia di Saluzzo, in totale sono coinvolti 450 lavoratori, secondo i vertici dell’azienda. Nonostante una rete meno sviluppata di quella italiana con 973 distributori contro 1.560 del nostro Paese, la Germania sta pensando al metano come carburante pulito per l’autotrazione nella transizione ecologica, carburante che permette di ridurre del 40% le emissioni di CO2 rispetto alla benzina e del 30% rispetto al diesel. 

22 ottobre – Nascerà a Torino il Battery Hub di Fca, la nuova unità produttiva dedicata alla costruzione di batterie prenderà il via nel comprensorio di Mirafiori nella prima parte del 2020, questa decisione segue l’annuncio della produzione sempre nello storico stabilimento Fiat, della 500 elettrica che impegnerà 1.200 addetti per una capacità di 80.000 vetture l’anno a regime. 

21 ottobre – Secondo i dati della Camera di Commercio di Torino, nella Regione Piemonte, dove ha sede il 34% delle oltre 2.200 aziende italiane della filiera della componentistica auto, si vedono i primi segnali di una contrazione del settore con il fatturato in calo dello 0,5% su un campione di 550 imprese. 

19 ottobre Marelli ha istituito un advisory board esterno per Magneti Marelli Ck Holdings, con l’obiettivo di fornire consulenza strategica al consiglio di amministrazione. Ufi Filters, azienda italiana della produzione di filtri per automobili e riscaldamento, ha inaugurato a Bahadurgarh, area industriale a Est di Delhi, il suo terzo insediamento produttivo in India.

18 ottobre - Ford ha lanciato l’app FordPass che permette di accedere a un sistema di ricarica semplice e integrato fruibile sulle strade di tutta Europa capace di ridurre l’ansia di ricarica, proprio di chi utilizza le auto elettriche e plug-in.

17 ottobre Brose, gigante tedesco produttore di ricambi auto ha annunciato che taglierà 2.000 posti di lavoro in Germania entro il 2022 a causa della “transizione nel settore, della flessione del mercato soprattutto in Cina”, ma anche per “cause interne”, il gruppo tedesco aveva già ridotto il fatturato nel primo trimestre dell’anno del 5%. Pininfarina e Evergrande Group hanno siglato un accordo strategico per lo sviluppo del design di una nuova gamma di veicoli elettrici. Le nuove Jeep plug in verranno prodotte nello stabilimento di Melfi, si tratta delle Compass e Renegade ibride plug in che arriveranno nella seconda metà del 2020 sul mercato, per Melfi si tratta di un altro tassello previsto dal piano da 5 miliardi previsto da Fca per le sue fabbriche italiane. Renault ha rivisto a ribasso le stime sui ricavi del 2019 dal 3% al 4% contro le previsioni che si attestavano ai livelli del 2018, la Casa francese ha previsto anche un calo dell’1% del margine operativo che passa dal 6% al 5%, in conseguenza di queste comunicazioni, il titolo Renault ha perso l’11,48% alla borsa di Parigi; il Gruppo francese ha registrato un fatturato, nel terzo trimestre 2019, pari a 11,3 miliardi di euro (rispetto agli 11,5 miliardi del 2018) con un calo dell’1,6%, sempre nello stesso periodo il fatturato del settore auto (Avtovaz esclusa) si attesta a 9,7 miliardi di euro, con un calo del 3,9% rispetto al terzo trimestre del 2018. Il Ceo di Opel, Michael Lohscheller, dopo aver vinto il premio Eurostar 2019 assegnato dalla rivista Automotive News Europe, è stato nominato “Manbest 2019” dalla giuria di Autobest. L’azienda tedesca Mahle ha sviluppato un powertrain modulare ibrido, che se installato su un Suv compatto sarebbe in grado di emettere 18 g/km di CO2 in ciclo Wltp, si tratta di una unità a benzina con architettura simile a un diesel che assicura risparmi di costo del 30% rispetto a una unità tradizionale, oltre a consumi di carburante irrisori. 

16 ottobre –  GM e il sindacato United Auto Workers hanno raggiunto un accordo sul rinnovo del contratto di lavoro dei metalmeccanici in Usa, l’intesa potrà mettere fine allo sciopero che ha bloccato 30 fabbriche americane. Lo stabilimento Fca di Melfi in Basilicata ha festeggiato 25 anni di attività, inaugurato nell’ottobre del 1994, impiega 7.300 addetti che lavorano nei 2 milioni di metri quadrati del sito.

15 ottobre Volkswagen ha rimandato la decisione riguardo l’apertura di uno stabilimento in Turchia a causa dell’offensiva turca in Siria. Il FMI ha certificato che a pagare la contrazione del mercato auto è la stessa economia globale visto il peso del comparto che rappresenta il 5,7% della produzione industriale mondiale e l’8% delle esportazioni. Volkswagen starebbe pensando di cambiare il nome di Seat in Cupra (sub brand sportivo della Casa spagnola introdotto nel 2018), per renderlo un marchio premium emozionale, una sorta di Alfa Romeo del Gruppo tedesco, soprattutto il piano di re branding del marchio permetterebbe di riposizionare la Casa, alla ricerca di maggiori vendite e profitti. 

14 ottobre – L’industria automobilistica giapponese è in ginocchio per le conseguenze del tifone Hagibis che ha colpito il Paese, in particolare hanno dovuto sospendere le attività nei loro stabilimenti di produzione la Toyota, in tre dei suoi impianti, Honda e Nissan. Lamborghini ha annunciato di aver prodotto in 5 anni ben 14.022 Huracan V10, il doppio rispetto ai 5 anni di produzione della versione precedente, la Gallardo, nei suoi 10 anni di produzione dal 2003 al 2013. Uber ha deciso di tagliare 350 posti di lavoro, gli addetti hanno ricevuto la notizia del licenziamento tramite mail, successivamente i titoli della società hanno guadagnato il 4% a Wall Street. 

13 ottobre – Sono state rilasciate al gigante dell’intelligenza artificiale Baidu 30 licenze per l’accesso alle aree di servizio per auto a guida autonoma per il trasporto passeggeri, si tratta del primo via libera concesso a una azienda in Cina per la sperimentazione di auto a guida auotonoma.

11 ottobre Volvo Cars e Geely stanno pensando di scorporare le loro attività di produzione di motori endotermici per avere una nuova unità flessibile in grado di fornire tutti i marchi del Gruppo che comprende anche Proton, Lotus, Levc e Lynk & Co. Lo stabilimento Ford di Craiova in Romania ha iniziato la produzione delle nuove Ford Puma, il modello che sarà proposto anche nella variante ibrida plug in, ha permesso l’assunzione di 1.700 nuovi addetti e l’investimento di 200 milioni di euro, portando così a quasi 1,5 miliardi di euro l’investimento totale di Ford in questa fabbrica dal 2008. Volkswagen ha avviato, nel suo centro di ricerca e sviluppo di Saltzgitter, una linea di produzione per celle batteria in piccola serie.

10 ottobre – Secondo i dati Anfia, la produzione dell’industria automotive italiana ha registrato nel mese di agosto un calo tendenziale dell’11,2%, con un segno negativo che perdura dall’ultimo trimestre 2018.

9 ottobre – Dalle memorie dell’ex-manager della Chrysler, Bob Lutz, riaffiora la notizia di un progetto mai nato, quello dell’idea di una berlina ad alte prestazioni che doveva contrastare la Lancia Thema Ferrari, gli americani, che nel 1987 avevano acquistato la Lamborghini, avevano pensato di lanciare una Chrysler Imperial con un motore ad alte prestazioni.

8 ottobre – Opel ha iniziato la produzione della nuova Corsa sulle linee di assemblaggio dello stabilimento Psa di Saragozza in Spagna, alla cerimonia di apertura era presente il Re Felipe VI di Spagna che era accompagnato da presidente del consiglio di amministrazione del gruppo francese, Carlos Tavares assieme al Ceo di Opel, Michael Lohsheller. Con la firma da parte del ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, del decreto attuativo dell’articolo 172 del nuovo codice della strada, i seggiolini anti abbandono sono diventati obbligatori.

7 ottobre – Il sindacato dei lavoratori metalmeccanici americano United Auto Workers e GM sono arrivati a uno stallo nelle trattative per lo spostamento di una parte della produzione del gruppo automobilistico in Messico che metterebbe a rischio diversi posti di lavoro, il sindacato ha accusato i dirigenti GM di non aver “fatto nulla per offrire sicurezza”, mentre il gruppo ha replicato di “continuare a trattare in buona fede con proposte buone che portano benefici ai dipendenti”. Salgono da 42 a 50 i turni di blocco della produzione di Jeep Renegade e Fiat 500X nello stabilimento di Melfi, per una riduzione di 21.500 unità prodotte, questo, secondo Uilm, Fiom-Cgil che hanno dato la notizia, questo è l’effetto dell’andamento del mercato automobilistico e più complessivamente alla situazione tecnico-organizzativa. Il centro logistico di Seat a Martorell in Spagna, è diventato un riferimento per la gestione in tempo reale del magazzino e delle spedizioni, per monitorare e smistare i pezzi necessari alla produzione giornaliera di 2.300 auto.

4 ottobre – Secondo il CAR (Center for Automotive Research) dell’Università di Duisburg-Essen, la guerra commerciale iniziata dagli Usa, potrebbe tradursi per il mondo dell’auto in perdite fino a 700 miliardi di euro nei prossimi 7 anni. Nokian Tyres ha iniziato la produzione nel suo nuovo stabilimento industriale di Dayton negli Usa, il sito, che si sviluppa su una superfice di 77.000 metri quadrati, ha una capacità a regime di 4 milioni di pneumatici all’anno e impiega 400 addetti. Hyundai Motor Group, dopo aver concluso un accordo con Aptiv (azienda ex-Delphi) per la guida autonoma, ha creato la nuova divisione Urban Air Mobility che “si occuperà dello sviluppo di tecnologie di base e soluzioni innovative per viaggi aerei e sicuri”, a capo di questa area il cui budget è di 725 milioni di dollari, è stato chiamato Jaiwon Shin, che è stato fino allo scorso 30 agosto direttore del settore aeronautica della Nasa, firmando addirittura l’innovativo X Plane.

3 ottobre – Secondo Pietro Gorlier, Coo di Fca Emea, gli effetti dei dazi Usa “li vedremo presto. Noi operiamo sul mercato a seconda di come questo si muove. C’è instabilità ma non è nuova, comunque siamo preoccupati come chiunque faccia business. I dazi sono una incertezza in più, ma ce ne sono talmente tante che non mi focalizzerei su quella”. Sono 97.000 le Tesla consegnate nel terzo trimestre del 2019, un record per un produttore di sole auto elettriche, ma sotto le aspettative degli analisti che avevano preannunciato 99.000 consegne nel periodo, il dato ha comportato un calo del 4,78% del valore delle azioni della società che punta ancora a centrare l’obiettivo di 360.000 auto consegnate nel 2019. Il Gruppo Generali e Fca hanno siglato un accordo per dare il via a una serie di servizi digitali riguardo a l’internet of things per i clienti delle auto connesse che permetterà di sviluppare una serie di polizze auto più personalizzate sullo stile di guida e sull’uso dell’automobile. Bosch ha sviluppato una tecnologia che permette, in caso di incidente con una vettura elettrica, di scollegare l’elettronica di potenza dalla batteria, tramite degli interruttori comandati da micro cariche esplosive, questo per evitare il rischio di folgorazione per i soccorritori.

2 ottobre - “Il ministero dello Sviluppo Economico, insieme con quello delle Infrastrutture e Trasporti, sta aggiornando il piano nazionale infrastrutture di ricarica e sta predisponendo un decreto che prevede la realizzazione di una piattaforma unica nazionale di colonnine di ricarica per favorirne la diffusione”, lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli rispondendo sul sostegno alla domanda di veicoli a bassa emissione.

1 ottobre – Lo stabilimento CNH Industrial di San Mauro Torinese che impiega 370 addetti per la produzione di macchine per costruzioni, cesserà le attività ad aprile 2020 per trasformarsi in un centro logistico all’avanguardia, i 110 esuberi verranno ricollocati all’interno del gruppo o in società funzionali al nuovo scopo del sito.

Se a caccia del cliente ormai si va con il fucile

All’inizio di ottobre la concessionaria Carolina Ford di Honea Path, cittadina della Carolina del Sud, Usa, ha avviato la campagna promozionale “God, Guns and America”. La promessa è: a ciascun acquirente di un veicolo, la concessionaria farà dono di una copia della Bibbia, di una bandiera degli Stati Uniti e di un buono sconto da 400 dollari per l’acquisto di un fucile, da utilizzarsi presso un negozio specializzato di Abbeville, alla cui contea Honea Path appartiene.
Il fucile in questione è uno Smith & Wesson M&P 15: per chi è pratico, si tratta di una carabina semiautomatica in stile AR 15; per chi non è pratico, è un fucile progettato per i corpi di polizia ma poi destinato anche al mercato dei privati, e ha l’aspetto molto aggressivo di un’arma da guerra; per tutti, è il modello di arma da fuoco preferito dagli autori delle stragi in chiese, scuole, uffici pubblici avvenute nell’ultimo decennio negli Stati Uniti.
“Se stavate aspettando una grande offerta su un’auto nuova o usata, questo è il momento di coglierla al volo!”, l’entusiastico invito da parte della concessionaria. Il cui management non ha partorito l’idea nel corso di un week-end a elevato tasso alcolico, come potrebbe sembrare, ma dopo un paio di formali e sobrie riunioni in cui si è cercata la giusta risposta alla domanda: cosa può sedurre la nostra clientela? La conseguenza, essendo quella di Honea Path un’area ad altissima densità di cacciatori, è nota.
A essere precisi, lo ha sottolineato Derrick Hughes, general manager di Carolina Ford, mentre Bibbia e bandiera a stelle e strisce non sono negoziabili, l’offerta non impone l’obbligo di accettazione del voucher per acquistare il fucile: lo si può rifiutare, e allora i 400 dollari vengono scontati dal prezzo del veicolo che si acquista (ma solo se è nuovo: per chi punta all’usato, o il fucile o il fucile). E poi, ha aggiunto Hughes, attenzione a buttarla in p olitica: “Affari, sono solo affari. Cercavamo un’idea per incrementare vendite e visite in concessionaria, l’abbiamo trovata. E funziona”.

Leggi tutto...