I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

30 settembreElon Musk lascerà la presidenza di Tesla per i prossimi tre anni e pagherà una multa da 20 milioni di dollari (+ altri venti che pagherà Tesla), questo l’accordo firmato di patteggiamento per l’azione legale per frode avviata dalla SEC per il tweet del magnate americano sul delisting di Tesla, Musk potrà rimanere comunque CEO della sua azienda.

28 settembre – La penetrazione delle marche giapponesi e coreane nel mercato italiano è in aumento, ma Fiat tiene ancora la leadership anche se in percentuali minori rispetto al passato, il marchio di Torino è infatti passato dal 46% al 36%. Il servizio di car sharing free flow, Enjoy, è ora disponibile anche a Bologna con una flotta di 100 auto. A Torino dal primo ottobre non potranno più circolare i veicoli Euro 0, 24 su 24 e 365 giorni l’anno, mentre ci sarà lo stop dalle 8 alle 19 dei diesel Euro 1 e 2 per sei mesi (dal 31 marzo) e sempre negli stessi orari per i diesel Euro 3. Nel 2019 debutterà sul mercato USA la Transition, auto che può diventare areo, nata da un pool di ingegneri del MIT che ha poi venduto la società alla cinese Geely, questo nuovo mezzo di trasporto ha motore ibrido, ali ripiegabili e una autonomi di volo di 600 km a 160 km/h ad una altezza massima di 3000 metri. Ford starebbe esaminando la possibilità di una collaborazione più stretta con gli indiani di Mahindra&Mahindra con i quali aveva già una JV per la produzione di SUV e veicoli elettrici, non solo il marchio americano potrebbe annunciare nel 2019 una specifica JV con Volkswagen per il sud America (Brasile), per la produzione in loco di una gamma di veicoli commerciali basata su Trafic e Transporter. Stefano Sordelli è stato nominato Future Mobility Manager di Volkswagen Group Italia, riporterà direttamente all’AD di VGI Massimo Nordio, questa nuova funzione ha l’obiettivo di garantire la corretta conoscenza, lo sviluppo e l’ampliamento dell’offerta di prodotti e servizi legati alle future esigenze di mobilità. Dal prossimo primo novembre, Hans-Joachim Rothenpieler entrerà a far parte del board di gestione di Audi AG con la responsabilità dello sviluppo tecnico, sostituirà Peter Mertens, che ha chiesto di poter uscire dall’azienda per problemi di salute.

27 settembre – La Sec ha accusato Elon Musk di frode dopo il tweet del patron di Tesla, scritto in agosto, che annunciava la volontà di procedere con il delisting della casa americana per 420 dollari ad azione, assicurando che i fondi necessari per l’operazione erano disponibili. Saranno oltre 500 le auto elettriche attese a Milano per il raduno e-mob, il più silenzioso d’Italia, che si svolgerà sabato 29 settembre con ritrovo alle ore 9 a pochi passo da Palazzo Lombardia, sede della giunta regionale. Inasprita la normativa anti inquinamento in Francia, per il 2019, il programma “bonus malus eco” introdotto già dal 2007 per premiare chi sceglie modelli meno inquinanti, avrà spostata in basso la soglia negativa che entrerà in vigore non più a partire dai 120 g/km di CO2 prodotta, ma da 117 g/km con una imposta aggiuntiva a tutte le altre che esistono oltralpe che varia dai 50 euro ai 10.500 euro per chi acquista auto che superano 185 g/km. Carlo Leoni è il nuovo Corporate Communication Leader Italia, nuova figura all’interno del Gruppo PSA nata per armonizzare le comunicazioni corporate, in questa funzione Leoni assume la responsabilità di essere portavoce di Groupe PSA per la comunicazione istituzionale su tutti i canali media, dunque diffondere le news e le dichiarazioni aziendali di Groupe PSA utilizzando tutti gli strumenti necessari e coordinare il planning di comunicazione dei brand Peugeot, Citroen, DS Automobiles e Opel.

26 settembre – Il Motor Show di Bologna non si farà, al suo posto un Motor Show Festival che si svolgerà a Modena dal 16 al 19 maggio 2019. Il Ceo di Daimler, Dieter Zetsche lascerà il suo incarico a partire da maggio 2019, prenderà il suo posto Ola Kaellenius, al momento responsabile dell’area sviluppo di Daimler. Dal prossimo 1 ottobre, Andreas Wendt entrerà a far parte del board di gestione di BMW AG con responsabilità per gli acquisti e le forniture. Il mercato delle auto elettriche è in salita verticale nella prima metà dell’anno in corso, se in Italia nel 2017 si erano vendute 4.827 auto a zero emissioni, nel primo semestre del 2018 ne sono state consegnate 4.129, un aumento dell’89% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

25 settembre Unrae ha evocato un cambio di passo da parte dello Stato italiano sugli investimenti in infrastrutture per la mobilità sostenibile, per accelerare lo svecchiamento del parco circolante anche con l’aumento dei veicoli a zero emissioni. Il decreto legge sull’obbligatorietà dei seggiolini auto anti abbandono è stato approvato anche dal Senato ed è legge, ma per il momento manca il decreto attuativo. Dal primo novembre, Pierre Leclercq sarà il direttore del centro stile Citroen, prenderà il posto di Alexander Malval, che guida i designer del double chevron dal 2012.

24 settembre – Secondo uno studio di Bloomberg, su 13 produttori automotive con più di 100 mila addetti, ben 11 hanno assunto più personale rispetto al 2013, solo Nissan e General Motors non hanno aumentato il numero degli addetti, con GM che ha tagliato il 20% della sua forza lavoro, mentre risulta Volkswagen l’azienda con più di 640mila dipendenti, modesto il numero di occupati in FCA, solo 8mila. Porsche è la prima casa tedesca a voler rinunciare alla motorizzazione diesel, di fatto non ne vende già più da febbraio 2018 per una flessione verticale della domanda. General Motors e Università di Torino hanno stretto un accordo di collaborazione della durata di 4 anni per condividere infrastrutture, laboratori e competenze nel settore automotive. Suzuki avrà una gamma di veicoli solamente ibridi a partire dal 2020, facendo sparire già dalla fine del 2018 i motori diesel dai suoi listini. Il mercato italiano è il primo in Europa per i volumi di vendita dei mezzi a gpl, metano ibridi o elettrici puri con una quota di mercato dell’11,7% nel 2017 (+24% rispetto all’anno precedente), in particolare, il comparto delle auto ad alimentazione alternativa in Italia è composto da mezzi benzina/GPL (6,5% del mercato), benzina/Metano (1,7%), da ibride (3,4% incluse le plug in) e dalle elettriche (0,1%), in Italia è anche presente la rete di distribuzione di gas per autotrazione d’Europa che serve 2,3 milioni di auto a gpl e 927 mila a metano.

21 settembre – Sono sei i milioni di veicoli prodotti da Sevel, azienda di Atessa in provincia di Chieti, per Fiat, in particolare il veicolo record è un Ducato Natural Power, che fa parte della gamma a metano di Fiat Professional. E’ nato a presso l’autodromo di Vallelunga, vicino Roma, l’Enel X e-Mobility Hub, il primo polo per lo sviluppo delle tecnologie di mobilità elettrica della società del Gruppo Enel dedicata ai prodotti innovativi e alle soluzioni digitali. Mazda continuerà nello sviluppo dei motori diesel nonostante le forti pressioni istituzionali che da più parti nel mondo lo vorrebbero fuori produzione, la casa nipponica, ha confermato una nuova generazione di motori a gasolio, la SKYACTIV-D nel 2021 - quando le norme saranno ancora più stringenti – che si avvarrà della tecnologia ibrida e di nuove logiche per l’iniezione e la gestione del motore. 

20 settembre – Tre aziende di taxi dell’area di Rotterdam hanno iniziato a usare 50 Nissan Evalia NV200 con batteria da 40 kW (200 km di autonomia in WLTP) al posto delle tradizionali berline diesel. Un’analisi del Centro aerospaziale tedesco sostiene che l’Unione Europea, per poter raggiungere i suoi target climatici ed avere qualche possibilità di limitare la temperatura globale a 1,5 gradi rispetto ai livelli pre industriali, deve fermare entro il 2013 le vendite di auto diesel e benzina. Olivier Rihs è stato nominato nuovo direttore del Geneva International Motor Show, sostituisce André Hefti che andrà in pensione a luglio 2019.

19 settembreFerrari lancerà quindici nuovi modelli tra il 2019 e il 2022 in diversi segmenti, compreso un nuovo SUV che verrà chiamato Purosangue, con un notevole sviluppo delle piattaforme ibride ad alte prestazioni “Entro la fine del piano di lancio dei nuovi modelli – ha affermato Louis Camilleri, Ceo di Ferrari – stimiamo che circa il 60% delle nostre vetture sarà ibrido. Questa tecnologia costa di più ma ci da l’opportunità di aumentare il prezzo con l’effetto di non diluire i margini”. Ferrari stima nel 2022 un ebitda tra 1,8 e 2 miliardi con un margine del 38% e un fatturato superiore ai 5 miliardi di euro, per il 2018 sono stati migliorati i target sugli investimenti che salgono da 550 a circa 650 milioni, il debito industriale scende da 400 a 350 milioni, confermato l’ebitda uguale o superiore a 1,1 miliardi e oltre 9000 consegne, il dividendo in crescita arriverà al 30% dei profitti nel 2022 (oggi è al 25%) e si prevede un buyback di 1,5 miliardi nei prossimi 4 anni. Il mercato europeo dell’auto ha registrato una buona crescita durante i mesi estivi, a luglio nell’Europa dei 28 più Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono state immatricolate 1.313.857 unità (+10,1% rispetto allo stesso mese dello scorso anno), mentre in agosto sono state targate 1.171.760 auto (+29,8%), che portano il totale nei primi 8 mesi dell’anno a quota 11.181.738 auto (+5,9% rispetto allo stesso periodo del 2017).  Le vendite di auto diesel, dopo la contrazione in Europa fino a luglio, sono in crescita ad agosto nel Vecchio Continente del 8,6% con aumenti tendenziali in tutti i Paesi, eccetto l’Inghilterra, in particolare gli aumenti più significativi sono stati in Germania (+8%), Spagna (+15%), Francia (+17%) e Italia (+7%). Enel X ha siglato un accordo di interoperabilità delle infrastrutture con Route220, in sostanza verrà consentito agli utenti dell’app evway di utilizzare le stazioni di ricarica Enel X sul territorio nazionale, accedendo alle informazione relative alla localizzazione delle prese di ricarica, la potenza disponibile, il tipo di presa e le modalità di accesso al servizio, con la possibilità di usare le colonnine Quick dal 22 kW e le Fast da 50 kW. Le vittime causate da incidenti stradali sono in calo del 20,6% nell’ultimo decennio, contro una media europea del -18,6%.

18 settembre – La commissione Europea ha aperto una indagine formale nei confronti di BMW, Daimler e Gruppo Volkswagen, per verificare un eventuale accordo di non concorrenza nello sviluppo della tecnologia per l’abbattimento delle emissioni delle auto sia benzina che diesel, che se confermata, secondo i commissari europei, potrebbe aver precluso la possibilità per i consumatori europei, di poter usufruire di tecnologie meno inquinanti, gli ispettori della commissione stanno dunque valutando e investigando se le maggiori aziende europee dell’auto si siano accordate per limitare lo sviluppo tecnico per l’abbattimento delle emissioni nocive, creando un vero e proprio cartello. La richiesta di auto nel mondo è cresciuta nel priodo 2007-2017 del 35%, passando da 72 milioni di unità a 97 milioni, tra i mercati dove si registrano maggiori incrementi di richiesta ci sono quelli del Brasile, della Russia, India e Cina (rappresentano il 30% del mercato mondiale), mentre in Europa occidentale, Usa, Canada e Giappone, la domanda di autoveicoli ha registrato lo stesso volume di 10 anni fa, 41 milioni di unità. Per Volkswagen la “rivoluzione elettrica” che debutterà nel 2020, passa dalla sua nuova piattaforma MEB, una base tecnica sviluppata in esclusiva e non mutuata dalle piattaforme usate per le auto tradizionali, sulla quale è possibile sviluppare un gran numero di carrozzerie per più segmenti di mercato. Il Gruppo Michelin ha nominato Gwnedal Poullennec nuovo direttore internazionale delle Guide, in sostituzione di Michael Ellis.

17 settembreVolkswagen si aspetta costi in aumento per il passaggio dalle motorizzazioni tradizionali a quelle elettriche, “Abbiamo bisogno di maggiori profitti – ha detto il numero uno del Gruppo Herbert Diess – poiché gli oneri per l’azienda come i costi di lancio dei veicoli elettrici, saranno più alti del previsto, anche perché abbiamo notato che alcuni dei nostri concorrenti hanno fatto progressi ancora maggiori, dunque ci servono maggiori profitti per finanziare il nostro futuro. Il 4% è il minimo, per qualche investimento servono il 5 o il 6%, ma solo col 7, l’8% diventeremo a prova di crisi, per arrivare a questo obiettivo dobbiamo diventare molto più efficienti”. Audi ha presentato a San Francisco la sua nuova gamma elettrica e-tron, che si basa su 4 piattaforme differenti e prevede 12 modelli entro il 2025, per ora sono state svelate le Audi e-tron ed e-Tron Sportback, che utilizzano componenti della piattaforma modulare longitudinale MLB.

15 settembreVolkswagen sta cercando una alleanza per creare uno standard industriale per la guida autonoma, il Gruppo di Volfsburg starebbe dialogando con 15 aziende (tra queste anche alcune case automobilistiche), per fare in modo che ci sia una tecnologia e software riconosciuti che possano anche fare fronte a tanti ostacoli normativi e di responsabilità che oggi stanno mettendo alla prova le istituzioni e le assicurazioni.

14 settembre – La produzione del “Maggiolino” si fermerà nel luglio 2019, per il suo ultimo anno di vita Volkswagen celebrerà il modello con tre versioni speciali: la Final Edition SE e la Final Edition SEL. Il Maggiolino è entrato in produzione quasi 70 anni fa e ha registrato tre generazioni, per ora “non ci sono immediati piani per sostituirlo”, come ha affermato Hinrich J. Woebken di Volkswagen America, ma non si esclude un futuro elettrico per il modello, nel frattempo, anche a causa di una flessione delle vendite soprattutto negli USA, la fabbrica di Puebla in Messico, cesserà la produzione il prossimo anno. Nel periodo gennaio-agosto 2018 sono state vendute 3.098 auto elettriche contro le 1.879 dello stesso periodo del 2017. Daimler ha inaugurato a Pechino, in Cina, il primo parcheggio “Automated Valet”, nel quale le auto vengono indirizzate alla piazzola libera da un sistema di guida autonoma, senza necessità del guidatore.

13 settembre – Una ricerca di Autopromotec ha stimato in 52,7 miliardi di dollari il fatturato che il mercato mondiale delle tecnologie per la diagnostica automotive raggiungerà nel 2025, partendo dalla previsione di 37,4 miliardi di dollari per il 2018. Secondo l’Agenzia Kyodo, Toyota ha rivisto a rialzo la sua produzione di autoveicoli per il 2018 passando da 10,4 milioni a 10,59 milioni (+1,2%).

12 settembre – L’amministratore delegato di Jaguar Land Rover, Ralf Speth, ha speso parole di fuoco contro le conseguenze potenzialmente disastrose della Brexit che entrerà in vigore il prossimo 29 marzo, “Al momento non so nemmeno se qualcuno dei nostri impianti nel Regno Unito sarà in funzione dal 30 marzo. Qualsiasi attrito ai nostri confini metterà a repentaglio la nostra produzione, al costo di 60 milioni di sterline (68 milioni di euro) al giorno. Al momento per effetto dei disincentivi sui modelli più nuovi e più puliti attraverso regolamenti più severi e una tassazione più elevata, abbiamo perso 1000 posti di lavoro, perché ogni decisione ha un effetto sull’economia locale e nazionale, chi governa questo Paese (il Regno Unito), dovrebbe concentrarsi su ciò che desideriamo costruire, piuttosto su quello che desideriamo vietare”. La società di car sharing “Car2Go” ha raggiunto il traguardo dei 500.000 iscritti in Italia, che ora è il secondo Paese in Europa per C2G, dopo la Germania che vanta 958.000 iscritti. I recenti terremoti e tifoni che si sono abbattuti in Giappone non hanno condizionato l’industria automobilistica nipponica, solo Toyota, per precauzione aveva chiuso le sue fabbriche annullando i turni serali. Si chiama E-Gap il sistema di ricarica on demand per veicoli elettrici attivo per ora solo nella zona di Milano, si tratta di un progetto al 100% made in Italy che sopperisce alla carenza di colonnine per la ricarica con dei furgoncini dotati di accumulatori in grado di ricaricare auto elettriche dove non c’è disponibilità di infrastruttura. Volvo Cars ha esteso per altri due anni, fino al 2022, il contratto del suo attuale Presidente e Ceo, Hkan Samuelsson.

11 settembreToyota ha concesso in comodato d’uso per un anno tre Auris ibride al comune di Bergamo con l’obiettivo di diffondere la cultura della mobilità a basso impatto ambientale e basso consumo energetico. Gli europarlamentari della Commissione Ambiente della UE hanno votato gli emendamenti alla proposta della Commissione europea per introdurre limiti di emissioni di furgoni e auto del 20% entro il 2025 e del 45% entro il 2030, per i costruttori europei questa proposta è irrealistica poiché si andrebbe all’improvviso tutti per la riconversione all’elettrico e le condizioni per questo cambiamento al momento non sembrano esserci sia dal punto di vista tecnologico che culturale dei consumatori verso la mobilità ZE.

10 settembrePorsche ha creato una joint venture con lo specialista di presse industriali e automazione automotive Schuler per la realizzazione di uno Smart Press Shop, ovvero un impianto ad alta flessibilità che sia in grado di produrre parti complesse di carrozzeria, compresi elementi in alluminio per aumentare la qualità dei modelli della Casa tedesca. Secondo Giammarco Giorda, Direttore dell’Anfia, riguardo alla guida autonoma, “siamo quasi a metà del guado, ci vorranno ancora anni affinché le tecnologie siano mature per il livello 5, quello di piena operatività e di totale autonomia del mezzo”. Renault ha rinnovato la sua gamma motori con i nuovi benzina da 1,3 litri declinato nelle versioni TCe 115 FAP, TCe 140 FAP e TCe 160 FAP (tutti con filtro anti particolato) e ha aggiornato anche il suo 1.5 Blue dCi con il sistema SCR (Ad-Blue), mentre è ora disponibile su Dacia Duster il motore 1.6 benzina a GPL da 115CV, tutti compatibili con la normativa Euro 6d Temp. Il francese Jérome Guillen lascia la vicepresidenza della sezione Truck di Tesla per la posizione di Presidente della divisione Auto di Tesla.

7 settembre – Una università americana, la Baylor University, ha condotto uno studio per il quale far vedere agli adolescenti i danni degli incidenti stradali direttamente al pronto soccorso, ai reparti e anche all’obitorio, porta loro una maggiore consapevolezza sulle conseguenze di una guida spericolata, i ricercatori hanno poi osservato e analizzato i comportamenti dei giovani al volante, notando una maggiore presa di coscienza e una maggior prudenza alla guida rispetto a chi non aveva partecipato alla ricerca.

6 settembreBMW ha iniziato i lavori di realizzazione per il suo Centro di Ricerca e l’Innovazione a metà agosto a Monaco di Baviera, un cantiere che darà vita in 11.400 metri quadri, a un sito di sperimentazione della guida autonoma unico al mondo, con 14 simulatori e laboratori nel quale lavoreranno 157 persone tra impiegati, esperti e tecnici altamente specializzati.  Sono già 400.000 le Citroen C3 vendute a meno di due anni dal lancio, di queste ben 160.000 sono state consegnate dall’inizio del 2018, 71.000 sono quelle vendute in Italia. Gioia Manetti, CEO Southern Europe di AutoScout24 ha assunto il ruolo di Vice President International con la responsabilità del business del Gruppo per i mercati di Italia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi e Francia.

5 settembreCNH Industrial ha consegnato all’Esercito tedesco il centesimo Iveco Trukker della commessa da 133 unità siglata nel 2015, si tratta di un veicolo blindato 8x8, successivamente si aggiungeranno 280 Eurocargo 4x4 sempre in versione militare. Il Gruppo FCA ha aumentato le sue vendite negli Stati Uniti del 10% nel mese di agosto, grazie soprattutto al successo di Stelvio, Jeep Compass, Wrangler e Cherokee. Prosegue la crescita del Gruppo PSA che ha archiviato agosto con 10.122 immatricolazioni in Italia, che porta il totale nei primi otto mesi del 2018 a 155.811 unità, +8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una quota di mercato del 10,09% (+0,76% rispetto al 2017). Ford ha smentito le notizie degli scorsi giorni che mettevano in discussioni sedi e personale del marchio in Europa, “Al momento – si legge in una nota della casa dall’ovale blu – abbiamo la gamma di veicoli più forte in assoluto in Europa, mentre valutiamo regolarmente i nostri futuri piani di prodotto in base alle preferenze e alle tendenze dei clienti, non ci sono cambiamenti in questo momento nella nostra strategia”. La software house americana SoundHound sta svilluppando una serie di algoritmi che permetteranno alle auto del Gruppo PSA di interagire con i guidatori tramite la tecnologia del “Deep Meaning Understanding”, per rendere sempre più “umano” il rapporto tra uomo e macchina che diventa un vero e proprio assistente attivo e personale del proprietario.

4 settembre – La prima Audi e-Tron è stata prodotta nella fabbrica di Bruxelles, si tratta di un esemplare in “rosso Misano” che sarà tra le auto della presentazione prevista il prossimo 17 settembre. Per la prima volta dal 2013, nel mese di agosto, la Fiat Panda ha ceduto lo scettro di auto più venduta in Italia alla Renault Clio (4.402 unità, contro 3.739 della Panda), il fatto che un’auto estera prendesse la leadership del mercato italiano, non accadeva da Marzo 2010 (all’epoca ci fu la Ford Fiesta). Salgono i numeri del mercato dell’usato nel mese di agosto, con 192.717 passaggi di proprietà (+3,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno), in Italia si vendono 185 vetture usate su 100 nuove. Londra ha istituito i primi due quartieri dove non è consentita la circolazione di veicoli a combustione interna dal lunedì al venerdì, si tratta delle zone di Hackney e Islington, dove si deve accedere solo con veicoli elettrici, ibridi plug in e a idrogeno.

3 settembre – La fabbrica PSA di Poissy in Francia, produrrà un nuovo modello DS sulla piattaforma multinenergia CMP (Common Modular Platform) nel segmento Premium Compact e sarà il primo sito industriale del Gruppo transalpino a produrre sulle sue linee di montaggio flessibili alcune versioni esclusivamente elettriche sulla piattaforma eCMP a seguito di un investimento di 150 milioni di euro. Toyota Rav4 è ancora una volta il suv più venduto al mondo, secondo i dati di vendita dei primi sei mesi del 2018 che registrano 408.649 unità consegnate (+7,5% rispetto allo stesso periodo del 2017), secondo posto per Volkswagen Tiguan (405.074 unità vendute, +16,3%), segue Honda CRV con 338.346 unità (-3,8%). Secondo media inglesi, Ford potrebbe tagliare fino a 20.400 posti di lavoro in Europa (il 12% del totale, che è 202.000 unità), fermare la produzione di Mondeo, Galaxy e S-Max a vantaggio di suv, chiudere le sue sedi inglesi e ridurre quelle in Germania per una probabile joint venture con Volkswagen. Herbert Diess, CEO di Volkwagen, ha deciso di far crescere in modo significativo la percentuale di modelli elettrici ed elettrificati nel parco aziendale che conta oltre 20.000 mezzi, il suo obiettivo è quello di arrivare entro il 2019 al 10% di veicoli “verdi”, con un aumento della percentuale nel 2020, quando l’offerta commerciale di Volkswagen comprenderà anche i primi modelli della gamma ID, al 100% elettrici. Angelo Simone, già direttore brand b in Italia, è il nuovo Direttore del brand Opel in sostituzione di Roberto Matteucci, mentre il direttore generale PSA italia, Massimo Roserba, assume la responsabilità di tutti i brand del Gruppo (Peugeot, Citroen, DS Automobiles e Opel), il posto lasciato libero da Angelo Simone, invece, quello di direttore del brand Citroen, passa a Marco Antonini. Xavier Martinet è il nuovo Direttore Generale di Renault Italia, sostituisce Bernard Chrétien, il quale, dopo 5 anni al timone della filiale italiana, svolgerà altre funzioni all’interno del Gruppo Renault. Francesca Sangalli, già membro del Mercedes-Benz Advanced Design Studio di Como, entrerà a far parte della squadra che si occupa del design di Seat nel gruppo Volkswagen con l’incarico di guidare la divisione Color & Trim, Concept & Strategy con la responsabilità di creare tinte e i materiali da utilizzare nei prossimi modelli di Seat e Cupra.

 


Mercato, stock, Km0: chi vince al gioco dell’oca?

Ci risiamo. Il mercato ha dato numeri buoni a luglio, eccellenti ad agosto, il solito mese jolly. Un’estate apparentemente a gonfie vele, in Italia - in Europa  è stata addirittura clamorosa.  L’effetto Wltp, si è subito detto, ben sapendo quello che si diceva. Ovvero: la spinta delle campagne promosse da Concessionari e Case per smaltire gli stock di auto non conformi alle nuove procedure di omologazione in vigore dal 1° settembre ha prodotto quei volumi e quelle percentuali di crescita. Il punto è che, una volta di più, c’è da chiedersi se immatricolazione sia sinonimo di vendita. A occhio, non lo è, specie se si parla di vendita al cliente privato - che continua a tenersi abbastanza lontano dal mercato. Dunque, il giro appare essere il solito: si sono smaltiti gli stock rimpinguando altri stock. Che, in un modo o nell’altro, vanno a rimpinguare la flotta delle Km0, in carico ai Concessionari. Ad agosto, le Case non hanno praticamente fatto auto-immatricolazioni (e Fiat ha sacrificato così il 1° posto di Panda nella classifica dei modelli più venduti). I Dealer ne hanno fatto il 44,28% in più rispetto al 2017 - senza contare le 1.835 immatricolazioni intestate alle proprie società di noleggio a breve termine. Negli 8 mesi del 2018, sono arrivati a quota 160mila (+22.000 circa sul 2017), a fronte del -25,6% di quelle delle Case (-19.000 unità). I dati sono di Data Force e dicono che i vasi continuano a comunicare: da una parte le auto-immatricolazioni calano, dall’altra crescono. Che si tratti di forzature, lo lasciamo dire a chi le fa e poi se ne lamenta. Che il mercato finirà per pagare questo gioco è fuor di dubbio. Resta da capire quando. La speranza è che non sia necessario sedere sulla riva del fiume, per capire quando accadrà.

xxxxxx

Nessuna nuova sul fronte delle rappresentanze dei Dealer. Il che non è una buona nuova. Le strade, tra Federauto e i promotori della nuova associazione, si sono definitivamente separate con lo scambio di lettere di inzio estate. Posizioni inconciliabili, dialogo inesistente. Fine della possibile collaborazione. Che era la strada auspicata da qualcuno, all’interno della compagnia dei “fuoriusciti”: la Federauto a fare la propria politica, il nuovo gruppo con funzione di task force e l’incarico di occuparsi di uno dei tanti temi che incombono sul business e sugli imprenditori che lo portano avanti. Oggi lo spettro dell’aumento dell’Iva, domani quello del Regolamento europeo - solo per citare due delle aree di intervento in cui il lavoro di lobby potrebbe (avrebbe potuto?) risultare più che utile. Ma no: separati nella stessa casa, si procederà così.

Leggi tutto...