I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

31 maggio - Dopo 25 anni e oltre 9 milioni di esemplari prodotti si chiude il sipario sulla Fiat Punto, che non verrà più prodotta. La BP, gigante della distribuzione dei carburanti, ha stretto un’alleanza con la società israeliana StoreDot per lo sviluppo di una innovativa generazione di batterie per auto in grado di ricaricarsi in soli 5 minuti. Grazie al buon successo dei suoi Suv, Peugeot ha realizzato 250.000 immatricolazioni nel primo trimestre del 2018, e il lancio di 11 modelli diversi, questo ha spinto il Gruppo francese a rafforzare le capacità produttive in Europa proprio per rispondere alla crescenta richiesta commerciale. Fca Us fornirà a Waymo fino a 62.000 nuovi minivan Chrysler Pacifica Hybrid, che si aggiungeranno alla flotta già esistente, con la quale si stanno sperimentando i sistemi di guida autonoma che verranno diffuse in futuro.

30 maggio - La trattativa tra Opel e i sindacati tedeschi, cha andava avanti da molti mesi, si è chiusa con la decisione di non chiudere tre fabbriche e di non sospendere la maggioranza del personale fino al 2023, l’accordo passa attraverso 3.500 licenziamenti “spontanei” (personale che lascerà l’azienda volontariamente) e l’impegno preparare un piano di investimenti sostanzioso per le realtà produttive in Germania della Casa passata nelle mani di Psa la scorsa estate. In attesa di un pronunciamento in materia da parte del Consiglio di Stato, una circolare del Ministero dell’Interno ha bloccato le sanzioni nei confronti di chi utilizza le targhe prova anche su veicoli già immatricolati ma privi di copertura assicurativa. Sono 3,1 milioni le auto elettriche e ibride plug in, di cui oltre un milione sono state vendute nel corso del 2017, +54% rispetto al 2016, in questo panorama domina la classifica la Cina con 580mila unità, poi gli Usa con 280mila auto, mentre la Norvegia è stata la migliore in Europa con il 39%, poi l’Islanda (11,7%) e la Svezia (6,5%). Il sistema Tutor, che monitora la velocità media dei veicoli in autostrada, è stato ufficialmente spento dopo la sentenza della Corte di Appello di Roma che ha rigettato l’istanza di sospensione scattata dopo la vittoria della società Craft (nei pressi di Firenze) al quale la Società Autostrade aveva copiato il brevetto, nonostante questo provvedimento, la Polizia Stradale ha informato di aver pronto un piano di sicurezza per evitare che gli automobilisti si sentano liberi di correre in autostrada.

29 maggio - Il Ministero dell’Interno ha decretato che le targhe prova debbano essere utilizzate solo per lo spostamento di veicoli da immatricolare e non possono essere usate per veicoli già targati e sprovvisti di copertura assicurativa, la decisione rappresenta un grosso problema per i rivenditori di auto usate, impossibilitati ora agli spostamenti di prova tra le officine e gli showroom, come segnalato dall’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto, che sottolinea la necessità di tutelare gli utilizzi professionali delle targhe prova.

28 maggio - La società italiana di autonoleggio Locauto ha avuto un incremento di fatturato dell’8% rispetto all’anno precedente a fronte di un mercato in rialzo del 3%. Mazda, dopo poco più di 86 anni di attività ha raggiunto quota 50 milioni di veicoli prodotti in Giappone, entro il 2024 la Casa giapponese punta di assemblare 2 milioni di veicoli l’anno, mentre per il 2018 l’aspettativa è di 1,66 milioni di unità.

26 maggio - Si svolgerà dal 27 al 29 settembre alla Fiera di Roma la prima edizione di Sem, il Safety & Electric Mobility Expo dedicato alla mobilità a impatto zero, sia elettrica che a idrogeno.

25 maggio - Aprile positivo per le immatricolazioni dei veicoli commerciali in Europa, arrivate a quasi 200mila immatricolazioni (+9,6% rispetto allo stesso mese del 2017). Mazda ha annunciato che tutti i suoi nuovi modelli saranno certificati secondo i nuovi standard del protocollo di omologazione WLTP (Euro 6d Temp) e che le consegne delle vetture conformi inizierà a luglio. La Volvo ha deciso un aumento di produzione della sua XC40, che ha già oltre 80mila ordini in Europa e Cina, in tutti gli stabilimenti dove viene prodotta ovvero a Gand in Belgio e a Luqiao in Cina. Il Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti ha accolto con favore i nuovi standard UE sulla sicurezza stradale che introducono tra le altre cose l’adozione di serie su tutte le nuove auto dell’Acc (Cruise Control Adattivo) e dell’Aebs (Automated Emergency Braking System), sistemi che potrebbero salvare più di 2.000 vite l’anno. Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, sta studiando a un provvedimento che punta a sostenere la diffusione della auto elettriche, adeguando il numero delle colonnine ai 12mila veicoli elettrici che già circolano nella capitale inglese, ma anche permettendo il parcheggio gratuito (o fortemente scontato) nell’area urbana. Il Ministero tedesco per l’Ambiente ha dato il via alla sperimentazione di un sistema di trasporto merci su strada tramite autoarticolati Scania alimentati con elettricità da un pantografo aereo, come accade per i treni e i tram nella zona di Francoforte.

24 maggio - Mercedes-Benz intende rafforzare la produzione di veicoli elettrici della serie EQ nello stabilimento francese di Hambach, per questo, il presidente della Casa tedesca, Dieter Zetsche, ha incontrato il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, al quale ha anticipato la produzione di un modello compatto della stella a tre punte che verrà costruito in Francia a breve. Citroën ha presentato il nuovo Suv Aircross C5, modello che sarà presente in 92 mercati mondiali, caratterizzato dalla trazione ibrida fino a 300 cv di potenza. Kia, insieme a Chevrolet e GMC, è il marchio non di lusso che crea maggiore fiducia nel consumatore secondo l’indagine Trusted Automotive Brands, realizzata da Amci Global sul mercato statunitense. Cambiano le norme per la revisione periodica dei veicoli in Italia, ora in sede di revisione verranno certificati i chilometri percorsi -  per evitare truffe del “contachilometri” - che compariranno sulla targhetta che va applicata al libretto. Psa e il costruttore di motori elettrici Nidec hanno stretto un accordo per la creazione della società Nidec-Psa emotors, per la progettazione e la vendita di motori elettrici di trazione.

23 maggio - Carlos Ghosn (Ceo di Renault-Nissan-Mitsubishi) e Carlos Tavares (Ceo di Psa) hanno firmato di comune accordo con lo Stato Francese un contratto valido fino al 2022 che punta alla sopravvivenza dell’intero settore dell’auto in Francia, con l’impegno di vedere sulle strade francesi 600mila auto elettriche e 400mila ibride plug in entro il 2022 oltre alla creazione di una colonnina di ricarica pubblica ogni 10 vetture elettrificate e il sostegno alle aziende che in questo periodo modificheranno la loro attività in questo periodo di transizione.

22 maggio - Il Governo di Pechino ha deciso di abbassare i dazi doganali all’import di veicoli dal 25% al 15% a partire dal primo di luglio, il provvedimento, non è chiaro, forse per contrastare la politica di aumento dei dazi intrapresa dall’amministrazione Trump in Usa. Porsche ha temporaneamente sospeso in tutta Europa l’acquisizione degli ordini per tutta la sua gamma (escluse le auto in stock presso la rete) per i problemi che sta incontrando sulle emissioni per rispettare il protocollo di omologazione WLTP, la Casa tedesca ha l’obiettivo di immettere sul mercato dal 1° settembre vetture omologate con l’ultima normativa.

21 maggio - Psa ha stretto un accordo con l’Ecole Centrale di Nantes (Università di ingegneria) che durerà 5 anni, con lo scopo di sviluppare e ottimizzare il processo di progettazione dei gruppi motopropulsori dei futuri veicoli dei vari brand Psa. L’Unione Europea ha deciso che a partire da ottobre 2018 dovranno essere apposte sui nuovi veicoli e su tutte le pompe di carburante le etichette conformi alla norma EN 16942, per la benzina di forma circolari, per il diesel di forma quadrata e per combustibili gassosi a forma di rombo. Volvo ha annunciato che la prossima generazione della berlina S60 non avrà una versione diesel, ma sarà solo ibrida plug in.  

17 maggio - Unrae e Censis hanno diffuso uno studio per il quale nei sogni degli italiani è l’auto elettrica a prevalere, mentre il diesel ha subito gli effetti mediatici degli scandali e delle campagne promosse dai vari Stati per la limitazione del suo utilizzo, la ricerca effettuata su 1.366 potenziali acquirenti italiani di auto trra i 25 e i 65 anni preferisce l’auto elettrica per il 50%, mentre il Gpl conquista il 43%.

16 maggio - Compie 50 anni la “spiaggina” per eccellenza, la Citroën Mehari che fu presentata proprio il 16 maggio del 1958, divenne un successo tra i giovani e venne prodotta in 150.000 esemplari.

15 maggio - Defezioni anche per il Salone di Parigi, non sarà presente, oltre a Ford, Nissan, Volvo, Mazda, Infiniti, Mitsubishi e Subaru, anche la Opel, mentre per ora sono confermate Audi, BMW e Mercedes, si attendono invece le conferme da parte di Volkswagen, Seat, Fiat, Alfa Romeo e Jeep.

14 maggio - Continuano a fioccare le defezioni per il prossimo salone dell’auto di Detroit Naias, dopo Mercedes, BMW, Mini, Volvo, Jaguar Land Rover, Maserati, Ferrari e Porsche anche Audi ha comunicato all’organizzazione nord americana, che non sarà presente all’edizione di gennaio 2019. La Nissan è stata costretta a ridimensionare le stime sui profitti per l’esercizio in corso a causa dello scandalo delle false certificazioni delle vetture oltre all’aumento dei prezzi delle materie prime che stanno influenzando i conti del marchio nipponico. Nissan, nell’anno fiscale che si è chiuso il 31 di marzo, ha registrato una flessione dell’utile operativo del 22% a 564 miliardi di yen pari a 4,4 miliardi euro con il risultato netto che è cresciuto del 12,6% a 747 miliardi di yen mentre il fatturato evidenzia un rialzo di appena il 2% a 11.100 miliardi di yen.

13 maggio - Secondo un’indagine promossa dall’Adac (Automobile Club tedesco) assieme all’Università di Heidelberg sottolinea come l’auto elettrica, per essere veramente a impatto zero, debba avere lunghe percorrenze, almeno 70mila chilometri all’anno se confrontata con una diesel e almeno 50mila chilometri all’anno se paragonata a con una a benzina, solo a patto che venga alimentata da energie rinnovabili.

11 maggio - Secondo Enrico De Vita, intervistato dal sito dealerlink.it, “il diesel viene accusato di essere più cancerogeno di un motore a benzina ma non è vero, lo è almeno come tutto ciò che brucia. Da un diesel oggi si possono respirare tutti i gas senza avvertire odore né vedere fumo nero. La contribuzione del diesel alle polveri è molto bassa, a Milano oggi, il totale delle polveri nell’aria è nettamente inferiore al 1968, quando i motori diesel nelle auto non c’erano”. Continua a crescere il mercato auto cinese che ad aprile fa registrare un +11% rispetto allo stesso mese del 2017, con un buon successo delle vetture con alimentazioni non convenzionali, che hanno totalizzato quasi 82.000 unità, ancora una goccia nel mare per un mercato che in un solo mese totalizza 2.000.000 di unità. Winnebago, azienda Usa leader nella produzione di camper, ha presentato il suo primo modello 100% elettrico, si tratta di un camper proposto in due lunghezze (10 e 11,6 metri) con autonomia che può variare tra 140 e 200 chilometri.

10 maggio - Ford ha dovuto fermare la produzione negli Stati Uniti del suo pick up F150 a causa del mancato arrivo di pezzi da uno dei principali fornitori la Meridian Magnesium Products, colpita da un incendio in uno dei suoi siti industriali, per ora l’unica linea ancora in grado di costruire il veicolo Ford è quella di Avon Lake in Ohio, che produce la linea Super Duty. La produzione italiana è diminuita a marzo del 6,4% su base annua secondo quanto emerge dagli ultimi dati Istat, con un calo tendenziale del primo trimestre de 2,5% il peggiore da 5 anni, peggio andò solo nel secondo trimestre del 2013 quando la flessione fu del 4,8%. Un nuovo polo logistico ricambi per Lamborghini e Ducati è stato inaugurato a Sala Bolognese, si tratta di un centro di stoccaggio e distribuzione da 30.000 metri quadri, 8 aree di carico e 40.000 unità in deposito.

9 maggio - La Corea del Sud è il nuovo eden dei modelli supersportivi di auto, i dati di vendita delle supercar sono in aumento esponenziale, grazie anche all’indice economico del Paese asiatico che a marzo era a quota 112 (meglio di Cina, Giappone e appena dietro agli Stati Uniti), per questo motivo, Mercedes ha deciso di rafforzare la sua immagine, aprendo il primo autodromo griffato AMG, si tratta di una infrastruttura completa da 4,3 km che si trova a 38 chilometri da Gangnam, uno dei distretti più di moda di Seul. Volkswagen ha presentato al Vienna Motor Symposium nuove soluzioni ibride, motori turbodiesel più efficienti e soluzioni a metano innovative, in particolare, oltre al sistema mild hybrid a 48 volt che debutterà sulla prossima generazione di Golf.

8 maggio - Nissan ha consegnato in Italia 4.587 auto in aprile, con un  incremento delle vendite del 25% rispetto allo stesso mese del 2017. Buone performance di vendita per Peugeot nel mese di aprile con un aumento delle vendite in Italia del 13,8% rispetto allo stesso mese del 2017, così il marchio francese porta la sua quota di mercato al 5,9%.

7 maggio - Il mercato delle auto ibride plug in in Francia è impazzito a causa delle politiche della tassazione dell’auto legata alla emissione di CO2. Nella fattispecie l’incremento delle immatricolazioni di auto plug in è esplosa dell’83,6% nel primo trimestre, con tempi di consegna medi che superano gli 8 mesi. Dopo quanto annunciato da Toyota, anche Nissan si appresta a porre uno stop alla produzione di auto diesel in Europa, per concentrarsi sulle elettriche, la decisione è frutto delle recenti direttive europee sulle politiche ambientali.

5 maggio - Nuovo giro di vite per le emissioni delle auto diesel in Europa, se nei prossimi tre mesi non dovesse ricevere osservazioni negative, un nuovo limite alle emissioni NOx per le auto a gasolio verrà introdotto a partire dal 2019.

4 maggio -  DS ha annunciato che dal 2025 tutti i modelli della sua gamma saranno elettrificati. La Germania ha scavalcato la Norvegia ed è diventata il primo mercato europeo per le auto elettrificate, secondo i dati dell’Acea, infatti, le vendite dei modelli EV e ibride sono aumentate del 70% a 17.574  unità nel primo trimestre del 2018, con buon successo dei modelli proposti da Volkswagen e Daimler.

3 maggio - Il  Gruppo Volkswagen ha annunciato a Berlino nella sua assemblea generale, nuove linee guida di comportamento: “Volkswagen - ha dichiarato il Ceo Herbert Diess - deve diventare ancora più onesta, più aperta, più affidabile: in una parola più perbene”, non solo nella riunione in corso, Diess ha anticipato la strategia 2018, che prevede l’introduzione sul mercato di oltre 70 nuovi modelli. Dati di vendita in crescita per Ferrari, che ha chiuso un altro trimestre commerciale con l’utile netto aumentato del 19,4% a 149 milioni di euro, mentre l’Ebitda è ora pari a 272 milioni di euro con un margine del 32,8% e l’Ebit a quota 210 milioni di euro con un incremento del margine al 25,3%. In calo anche l’indebitamento industriale di Ferrari, ora 413 milioni (-60 milioni) di euro, allo stesso tempo il marchio del Cavallino ha confermato le stime per il 2018: consegne oltre 9.000 unità e ricavi netti superiori ai 3,4 miliardi di euro.

2 maggio - Il Gruppo Fca ha ottenuto buoni risultati in aprile nei mercati internazionali, in particolare negli Usa dove nel primo quadrimestre sono state totalizzate 698.819 immatricolazioni (+2% rispetto allo stesso periodo del 2017) con Alfa Romeo che è cresciuta del 173% mentre Jeep ha registrato un incremento del 20%, bene anche in Francia dove il Gruppo ha chiuso il periodo con un +27%, grazie alle performance di Jeep (+36%), Fiat (+29%) e Alfa Romeo (+6,8%).

 


Mercato, stock, Km0: chi vince al gioco dell’oca?

Ci risiamo. Il mercato ha dato numeri buoni a luglio, eccellenti ad agosto, il solito mese jolly. Un’estate apparentemente a gonfie vele, in Italia - in Europa  è stata addirittura clamorosa.  L’effetto Wltp, si è subito detto, ben sapendo quello che si diceva. Ovvero: la spinta delle campagne promosse da Concessionari e Case per smaltire gli stock di auto non conformi alle nuove procedure di omologazione in vigore dal 1° settembre ha prodotto quei volumi e quelle percentuali di crescita. Il punto è che, una volta di più, c’è da chiedersi se immatricolazione sia sinonimo di vendita. A occhio, non lo è, specie se si parla di vendita al cliente privato - che continua a tenersi abbastanza lontano dal mercato. Dunque, il giro appare essere il solito: si sono smaltiti gli stock rimpinguando altri stock. Che, in un modo o nell’altro, vanno a rimpinguare la flotta delle Km0, in carico ai Concessionari. Ad agosto, le Case non hanno praticamente fatto auto-immatricolazioni (e Fiat ha sacrificato così il 1° posto di Panda nella classifica dei modelli più venduti). I Dealer ne hanno fatto il 44,28% in più rispetto al 2017 - senza contare le 1.835 immatricolazioni intestate alle proprie società di noleggio a breve termine. Negli 8 mesi del 2018, sono arrivati a quota 160mila (+22.000 circa sul 2017), a fronte del -25,6% di quelle delle Case (-19.000 unità). I dati sono di Data Force e dicono che i vasi continuano a comunicare: da una parte le auto-immatricolazioni calano, dall’altra crescono. Che si tratti di forzature, lo lasciamo dire a chi le fa e poi se ne lamenta. Che il mercato finirà per pagare questo gioco è fuor di dubbio. Resta da capire quando. La speranza è che non sia necessario sedere sulla riva del fiume, per capire quando accadrà.

xxxxxx

Nessuna nuova sul fronte delle rappresentanze dei Dealer. Il che non è una buona nuova. Le strade, tra Federauto e i promotori della nuova associazione, si sono definitivamente separate con lo scambio di lettere di inzio estate. Posizioni inconciliabili, dialogo inesistente. Fine della possibile collaborazione. Che era la strada auspicata da qualcuno, all’interno della compagnia dei “fuoriusciti”: la Federauto a fare la propria politica, il nuovo gruppo con funzione di task force e l’incarico di occuparsi di uno dei tanti temi che incombono sul business e sugli imprenditori che lo portano avanti. Oggi lo spettro dell’aumento dell’Iva, domani quello del Regolamento europeo - solo per citare due delle aree di intervento in cui il lavoro di lobby potrebbe (avrebbe potuto?) risultare più che utile. Ma no: separati nella stessa casa, si procederà così.

Leggi tutto...