I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

30 marzo - La minicar elettrica LSEV (autonomia 150 chilometri e velocità massima di 80km/h) che verrà svelata al prossimo salone di Pechino, costruita con soli 57 pezzi invece di 2.000 normalmente usati per assemblare una vettura con motore termico, è stata progettata a Torino dalla Jac Italy e utilizza per la sua produzione molte parti stampate in 3d. Skoda potrebbe introdurre una nuova auto basata sul telaio modulare MQB A0 per il mercato indiano da contrapporre ai competitor locali Maruti Suzuki, Hyundai e Reanult che sta avendo molto successo con la sua Kwid in quell’area. L’amministrazione Trump è in procinto di allentare gli standard che limitano le emissioni di gas da parte delle auto fortemente volute Obama nei suoi mandati presidenziali. Opel la raggiunto un accordo con la A.N. Boukather Holding per iniziare a esportare anche in Libano, per la casa recentemente acquisita dal Gruppo Psa è un altro tassello nella sua strategia di aumento delle esportazioni. Ford e Gruppo Mahindra hanno siglato un accordo per la realizzazione di una piattaforma destinata a un Suv elettrico e un’altra per il segmento B.

29 marzo - Renault e Nissan sarebbero in trattative per creare una nuova marca automobilistica, fondendosi. Alla guida di questo processo ci sarebbe lo stesso Ad di Renault, Carlos Ghosn, che dovrebbe, una volta terminata la fase preparatoria, gestire la nuova entità, per ora lo scoglio da superare per portare a termine l’operazione sarebbe lo Stato francese, che non sarebbe intenzionato a cedere il suo 15% di Renault. Suzuki e Toyota forniranno auto ibride per il mercato indiano, oltre a veicoli di tipo diverso, questo emerge da un accordo che unisce le due aziende nipponiche firmato lo scorso 6 febbraio.

28 marzo - Istat ha rilevato un calo dell’11% su base annua per quanto riguarda il fatturato dell’industria degli autoveicoli, oltre alle commesse che sono in discesa dell’1,4% in termini tendeziali. La Polizia di Stato ha rilevato come nel 2017 siano aumentati i morti per incidente stradale, con il 16% dei casi dovuti a distrazione, in particolare quella da cellulare.

27 marzo - Volkswagen, nell’ottica di rafforzare la sua posizione sullo strategico mercato cinese, ha deciso di lanciare, esclusivamente in quell’area, 10 nuovi Suv. Iniziato il conto alla rovescia per l’apertura del primo stabilimento di Namie in Giappone specializzato nel riuso delle batterie agli ioni di litio provenienti dai veicoli elettrici che sarà gestito dalla 4R Energy Corporation, una joint venture tra Nissan e Sumitomo. Il settore della mobilità in sharing sta avendo un grande successo in Italia, tra il 2015 e il 2017 sono infatti aumentati del 50% i servizi disponibili utilizzati da 18,1 milioni di clienti (il 28% della popolazione), in questo scenario, Milano si conferma al top fra le città, con quasi 3.400 auto condivise, 16.650 bici e più di 100 scooter elettrici. ATM Milano ha iniziato a utilizzare una parte della flotta di 25 autobus elettrici. Secondo uno studio dell’Adac (l’automobile club tedesco) le auto elettriche sono in grado di vincere la sfida con le auto diesel e a benzina sulla minore emissione di CO2 emessa, ma solo sui lunghi chilometraggi. 

26 marzo - Psa ha messo a punto un piano per ottimizzare la produzione e favorire la sua competitività in Europa.

23 marzo - Nissan ha sviluppato un sistema per riutilizzare le batterie delle sue auto elettriche Leaf, gli elementi vengono re impiegati a speciali lampioni stradali e ricaricati attraverso pannelli elettrici, la sperimentazione è iniziata a Namie in Giappone. Ottimi risultati per Skoda nel 2017, il marchio ha venduto 1.200.500 auto con un aumento del 6,6% rispetto all’anno precedente, mentre il fatturato è cersciuto del 20,8% arrivando a 16,6 miliardi di euro, per quanto riguarda il risultato operativo, invece, Skoda ha fatto registrare nel 2017 una crescita del 34,6% rispetto all’anno precedente, a quota 1,6 miliardi. Nasce l’Osservatorio AciMuoversi con Energia”, un organo che si prefigge di monitorare lo scenario dei cambiamenri energetici e i suoi mutamenti attraverso l’analisi di una serie di tavoli tematici che vedranno impegnati Eni, Snam, Enel, Enea, IM-CNR, Confindustria Energia, Unione Petrolifera, Assogasmetano, Elettricità Futura, Fca, RSE, RIE e Fondazione Caracciolo Aci. Nissan ha previsto, nel suo piano strategico di medio termine, di vendere un milione di auto elettriche ed elettrificate entro il 2022.

22 marzo - Durante la comunicazione dei dati finanziari di Seat, l’Ad Luca de Meo ha annunciato una nuova strategia che prevede il lancio di una nuova auto ogni sei mesi fino al 2020, i primi due modelli saranno il Suv 7 posti Tarraco e il Suv sportivo Cupra Ateca, in concessionaria entro la fine del 2018. Successivamente Seat lancerà un’auto elettrica e la Leon ibrida plug in per il 2020. Octo Telematics e RCI Bank and Services  hanno annunciato il lancio di una partnership per la fornitura di servizi telematici e analisi di big data nell’ottica di migliorare l’esperienza dei conducenti che potranno essere premiati (o penalizzati) in base al loro stile di guida.

21 marzo - L’Acea ha chiesto un intervento urgente delle autorità Ue per regolare i problemi connessi alla Brexit che interessano il settore, specificamente c’è la necessità di prestare attenzione alle tematiche relative al settore in modo da evitare implicazioni potenzialmente disastrose per l’intera catena produttiva dell’auto, dal riconoscimento comune delle omologazioni alle emissioni della CO2 fino alle barriere doganali per questo specifico prodotto. BMW ha ottenuto nel 2017 numeri decisamente positivi, con 2.463.526 auto vendute (+4,1% rispetto all’anno precedente), ottenendo ricavi per 98,678 miliardi di euro di ricavi con un EBIT salito del 5,3% a 9,88 miliardi e con un significativo aumento del profitto lordo del 10,3% a 10,655 miliardi di euro e un utile netto da 8,706 miliardi di euro (+26% rispetto al 2016). Un centinaio di agenti ha fatto irruzione nella sede di BMW a Monaco di Baviera, si tratta di una operazione della procura di Stato nell’ambito delle indagini per frode circa la manipolazione dei dati sui gas di scarico. “Si tratta di un primo sospetto che BMW AG utilizzi un impianto di manipolazione”, ha reso noto la Procura di Stato, la stessa BMW aveva reso noto in febbraio che 11.000 auto erano state dotate per errore di software che falsificavano i dati.

19 marzo - L’Ad di Fca, Sergio Marchionne, ha smentito la possibilità di vendere il marchio Fiat: “I coreani sono interessati a tutto, ma non abbiamo mai parlato con loro. Fiat ha un grande futuro, ma molto specializzato. Con il marchio 500 può stare in Europa”. Dal 31 marzo 2018, in ottemperanza alla disposizione UE 2015/758, le autovetture nuove omologate dovranno essere dotate di serie di un sistema eCall. Sono calate di 774 unità le auto blu in Italia nel 2017, ora sono 29.195.

16 marzo - Porsche ha registrato nel 2017 nuovi record sia in termini di consegne che di ricavi, vendendo 246.375 auto (+4% rispetto al 2016) con ricavi aumentati del 5% arrivando a 23,5 miliardi di euro e un utile di esercizio da 4,1 miliardi di euro (+7% rispetto allo scorso anno), mentre la redditività delle vendite è salita di 0,2% rispetto allo scorso anno a quota 17,6%. b ha ottenuto nel 2017 il miglior risultato finanziario della sua storia, incrementando del 24,8% l’utile operativo, attestato a 191 milioni di euro e ha concluso l’esercizio con un fatturato pari a 9.882 milioni di euro (+11,2% rispetto al 2016), piazzando 468.400 auto (+14,6% rispetto a 2016). Secondo uno studio della società di consulenza PwC, entro il 2030 il numero di veicoli elettrici in circolazione nei principali mercati mondiali (Cina, Europa, Usa) raggiungerà quota 164 milioni di unità, con un aumento di volumi di oltre 65 volte rispetto alle 2,5 milioni di unità del 2017, in questo contesto a emergere sarà la Cina, che già è prima al mondo per la diffusione di EV con 1,2 milioni di unità circolanti nel 2017, ma che si porterà entro il 2030 a 73,7 milioni, mentre Europa e Stati Uniti saranno distanti con i loro 45,4 e 45 milioni di unità circolanti sempre nel 2030. Secondo il CNR, l’intero parco circolante di auto elettriche in Italia, può essere alimentato con circa lo 0,1% della produzione fotovoltaica del Paese. ZF sta per lanciare un modulo airbag per le ginocchia, con dimensioni maggiori rispetto a quelli attualmente in commercio, caratterizzato da un nuovo tipo di alloggiamento in tessuto, che pesa di meno ed è più compatto del 30%.

15 marzo - Il Gruppo Audi che fa parte di Volkswagen AG e comprende i marchi Lamborghini, Ducati e Italdesign, ha fatto registrare nel 2017 ricavi pari a 60,128 miliardi di euro con una crescita dell’1,4% rispetto ai 59,317 del 2016, con un profitto operativo prima delle voci straordinarie di 5,058 miliardi di euro (+4,4% rispetto al 2016) e un margine sui ricavi prima delle voci straordinarie che è salito all’8,4% (+0,2% rispetto al 2016), questi valori rappresentano un margine operativo netto (EBIT) del 7,8% contro il 5,1% del 2016, mentre la liquidità netta a fine dicembre era 4,3 miliardi di euro contro i 2,1 miliardi del 2016, ciò ha permesso un premio per i dipendenti tedeschi pari a 4770 euro ciascuno. Audi ha inoltre annunciato un investimento di 40 miliardi di euro in 5 anni per auto elettriche e nuovi modelli, soprattutto per recuperare il terreno perso nei confronti dei suoi competitor premium, come BMW e Mercedes-Benz, per questo, saranno 20 i nuovi modelli in arrivo nel 2018, tra cui la prima auto EV della Casa di Ingolstadt. Il Gruppo CAP di Bresso- Niguarda sta utilizzando da un anno una Fiat Panda alimentata da biometano prodotto dall’impianto per la depurazione delle acque reflue, senza accusare alcun problema al motore, la vettura, inoltre è stata regolarmente verificata dal Centro Ricerche di Fca per confermare l’affidabilità del biometano al parti del metano di origine fossile.

14 marzo - Nell’annuale conferenza stampa di Gruppo, Volkswagen sembra guardare con ottimismo al 2018, grazie anche agli incoraggianti dati dello scorso anno che vedono entrare in aumento dell’8% a 80 miliardi di euro e un utile operativo salito del 77% a 3,3 miliardi di euro, mentre per l’anno finanziario 2018 l’obiettivo è compreso tra il 4 e il 5% per il ritorno delle vendite e un fatturato in crescita del 10% . Secondo il Ceo di Volkswagen Auto, Herbert Diess, “La nostra offensiva sarà intensificata nel segmento dei Suv con il nuovo Tuareg e il T-Cross con il quale entreremo in un nuovo segmento nella fine dell’anno”, ma l’impegno globale di Volkswagen riguarda soprattutto la Cina, mercato nel quale verranno lanciati tre modelli specifici: Lavida, Passat NMS e Bora, oltre ai Suv T-Roc a passo lungo, Tiguan ibrido a passo lungo e due inediti modelli compatti. Secondo la ONG Transport&Eviroment, le città europee che hanno varato misure permanenti anti smog dovrebbero impedire l’accesso alle zone a basse emissioni anche ai veicoli diesel Euro6, in particolare “una delle maggiori debolezze è l’esenzione generalizzata dei veicoli Euro6, visto che solo il 10% dei nuovi diesel in vendita soddisfano realmente i limiti della UE in materia”.

13 marzo - Volkswagen e tutti i marchi del Gruppo disporranno alla fine del 2020 di 16 stabilimenti nel mondo per produrre modelli elettrici invece dei tre attuali, questo nell’ambito del piano che prevede di lanciare per il 2030 almeno una versione a zero emissioni per i 300 gruppi di modelli in gamma. Il colosso tedesco sta anche stringendo accordi con partner selezionati nell’ambito delle batterie e dei sistemi di elettrificazione. Secondo il Ceo di Volkswagen, Matthias Müller, inoltre, Volkswagen “ha avuro un anno eccellente nel 2017 e sarà parte della soluzione nella questione del diesel”. Audi ha ricevuto dall’ente certificatore belga Vinotte la certificazione di “carbon neutral” (impatto zero sulla produzione di CO2) per le attività produttive dello stabilimento di Bruxelles.

12 marzo - Dura presa di posizione dell’associazione tedesca dei costruttori auto, la VDA, il cui presidente, Bernard Mattes, ha sottolineato che “l’Europa deve agire con determinazione perché l’emozione non porta da nessuna parte. Una guerra commerciale tra Usa ed Europa va evitata a ogni costo, poiché in questo genere di scontri non ci sono mai vincitori”. Opel inizierà a produrre il suo Suv Grandland X in Namibia a partire dalla seconda metà del 2018, nel nuovo stabilimento realizzato in joint venture tra Psa e la Namibia Development Corporation.

11 marzo - L’Acea ha manifestato le sue perplessità e preoccupazioni per la vicenda dei dazi degli Stati Uniti, in particolare Erik Jonnaert, segretario dell’Associazione ha dichiarato: “Il commercio internazionale è un pilastro della competitività dell’industria automobilistica europea” oltre a questo non bisogna dimenticare che i costruttori europei giocano un ruolo importante nel mercato Usa, tanto che “alcuni di essi hanno le loro fabbriche più importanti non in Europa, ma proprio in America”.

9 marzo - La joint venture tra Toyota e Mazda in Usa ha portato alla creazione della Mazda Toyota Manufacturing Usa Inc., destinata alla produzione di veicoli per il mercato nordamericano, con una capacità di 300.000 veicoli e l’impiego di 4.000 addetti, per un investimento di 1,6 miliardi di dollari equamente divisi tra i due partner. Volkswagen ha deciso di cessare la produzione del nuovo Maggiolino, al momento fabbricato in Messico, per dedicarsi alla realizzazione del ID Buzz, il minibus elettrico ispirato al T2 Transporter. Compie 25 anni lo stabilimento Seat di Martorell in Spagna che a oggi ha prodotto 10 milioni di auto per un totale di 39 diversi modelli.

8 marzo - La UE ha inviato una lettera di messa in mora a Germania, Italia, Lettonia e Paesi Bassi, per esortarli a rispettare le norme comuni sulle patenti di guida, nello specifico la direttiva a cui si fa riferimento, stabilisce in che modo devono essere riportate sul documento di guida le limitazioni (come l’obbligo degli occhiali ad esempio) e altre informazioni supplementari.

7 marzo - “Non venderò mai Magneti Marelli”, lo ha detto l’Ad di Fca, Sergio Marchionne, parlando con i giornalisti a Ginevra, precisando che “la strada migliore per Marelli è quella dello spin off senza Ipo, comunque per Fca avrebbe senso iniziare il 2019 senza Marelli”. Riguardo la guerra dei dazi con l’America, Marchionne ha affermato: “Minacciare dazi a dazi non risolve niente. Se si dovesse fare la guerra dei dazi fino alla fine vincerebbe l’America. Basta guardare il suo bilancio economico, importa più di quanto esporta”. Sulla questione dazi, è intervenuto anche il Ceo di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, che all’Ansa ha dichiarato: “Penso che l’interesse di tutti sia far crescere in modo equilibrato l’economia e su questo sono ottimista”. Citroën ha già venduto dal lancio a novembre 2016, 300.000 esemplari di C3, facendo registrare anche un balzo in avanti del 46% degli ordini di questa vettura in Europa. Pirelli ha presentato a Ginevra Cyber Car, la prima gomma che dialoga con il Cloud e trasmette in rete informazioni.

6 marzo - L’Ad di Fca, Sergio Marchionne, a Ginevra ha dichiarato che “la strategia per Jeep è chiara, diverrà il più grande brand del gruppo e sarà parte importante del piano che lanceremo il primo giugno”, nei piani di Fca ci dovrebbe essere anche il rilancio di Pomigliano d’Arco, mentre non è stato smentito l’interesse da parte di costruttori cinesi, secondo Marchionne l’interesse verso Fca da parte di altri costruttori è “ovvio e normale che si cerchino alleanze per ridurre i costi di produzione, per quanto mi riguarda non sono così negativo sulle prospettive degli investitori cinesi”.

1 marzo - Il 2017 è stato un  anno record per la Pagani Automobili con un fatturato cresciuto del 29% rispetto al 2016. Inoltre, le 100 vetture previste nella produzione della Huayra Roadster sono state già vendute nonostante i prezzi delle supersportive di San Cesario sul Panaro. Psa ha realizzato risultati storici malgrado le perdite della filiale Opel, mettendo a segno 3,63 milioni di veicoli venduti nel 2017 con un guadagno netto di 1,9 miliardi di euro.

 


Se il food delivery consegna lezioni a domicilio

I l titolo è perentorio: “2030: il food delivery ucciderà i ristoranti. E dalle case spariranno le cucine”. L’articolo, pubblicato dal sito Business Insider, porta la firma di Valerio Mammone. Abbonda di dati e virgolettati, è molto dettagliato. Non parla del mercato delle automobili, naturalmente, ma può risultare istruttivo, se si ha voglia di uscire dalla logica “il nostro è un business unico”. 
Food delivery: consegna di cibo a domicilio. In Italia, ci dice Mammone, il fenomeno esplode nel 2015, con nuove startup (Glovo, Foodora, Deliveroo, UberEats...) venute a rompere il dominio di Just Eat. Nel 2017 il mercato vale 201 milioni di euro, +66% sul 2016. Nel primi mesi del 2018, tra piatti pronti o semplice spesa, più di 4 milioni di italiani hanno scelto la consegna a domicilio almeno una volta al mese. Utilizzatori più assidui: i Millennial, fascia d’età tra i 25 e i 34 anni. Entro il 2022 si prevede che le piattaforme di food delivery genereranno un giro d’affari da 2,5 miliardi di euro. 
Il punto centrale dell’asse che i ristoratori hanno costituito con le piattaforme di food delivery - spiega Business Insider - sono i big data. Migliaia di informazioni vengono raccolte ed elaborate ogni giorno dalle piattaforme e poi, dice Samuele Fraternali dell’Osservatorio e-commerce B2C, “i dati vengono rivenduti ai ristoratori, che così possono profilare gli utenti, sapere quali prodotti vanno di più, quali sono i servizi preferiti, quali zone e fasce orarie rendono di più... Il ristoratore non paga tanto il dato, quanto la sua rielaborazione”.

Leggi tutto...