I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

2006

31 gennaio - Nel terzo trimestre la Honda ha avuto utili netti per 133,1 miliardi rispetto a 150,8 con un calo del 12%. La Volkswagen svilupper? assieme alla Sanyo batterie ricaricabili per veicoli ibridi. Secondo un quotidiano locale la Chery potrebbe costruire un impianto in Russia in vestendo 200 milioni di dollari: il presidente Putin afferma che il governo ? in contatto con 14 compagnie automobilistiche interessate a produrre in Russia. La Renault prevede di raddoppiare le vendite della Logan in Francia fino ad arrivare a 40 mila unit?. Secondo uno studio di un giornale economico cinese un abitante di Pechino su 10 possiede un?auto.

30 gennaio ? Nel 2005 la Fiat ha avuto un fatturato di 46,5 miliardi di euro con un aumento del 2,5 e utili netti per 1,4 miliardi di euro; la Fiat Auto ha avuto perdite per 281 milioni rispetto agli 822 del 2004, nell?ultimo trimestre ha avuto utili per 21 milioni; il debito industriale del Gruppo si ? ridotto di due terzi a 3,2 miliardi; la societ? conferma tutti gli obiettivi 2006-2007 e annuncia che lancer? Bond a 7 anni.; il presidente Luca di Montezemolo esprime "profonda soddisfazione" , il vice presidente John Elkann sottolinea la "assoluta coesione di tutta la famiglia", l?amministratore delegato Sergio Marchionne si augura di poter annunciare "un nuovo accordo" entro l?anno; il ministro Maroni commenta che il problema degli esuberi si pu? considerare risolto; l?agenzia Moody?s ha confermato il rating e migliorato l?outlook a "stabile". Nel 2005 la Ferrari ha avuto un fatturato di 1,289 miliardi di euro con un aumento del 9,7% e utili per 157 milioni rispetto a 138; la Maserati ha avuto un fatturato di 533 milioni con un aumento del 30,3% e una perdita di 85 milioni rispetto a quella di 168 dello scorso anno. Il Gruppo Renault-Nissan nel 2005 ha venduto 6.129.254 unit?, con un aumento del 6%, piazzandosi al quarto posto mondiale. La Renault ha costituto cinque Comitati di management di area : Francia, Europa, Euromed, Asia-Africa, Americhe; Jean-Marie Hurtiger ? il nuovo presidente e direttore generale della Renault Samsung mentre Jerome Stoll, nominato direttore generale del Mercosur, entra nel Comitato di Direzione. Secondo Il Wall Street Journal Citigroup vorrebbe acquistare la GMAC.

27 gennaio ? Nel primo semestre la Porsche ha avuto un fatturato di 3,3 miliardi di euro con un aumento del 15% e utili per 167,5 milioni con una crescita del 13%, il presidente Wendelin Wiedeking prevede "forti profitti anche quest?anno". Nel 2005 la Kia ha avuto un fatturato di 16 mila miliardi di won e utili netti per 681 con un aumento del 2,9%, nel 2006 prevede di aumentare le vendite del 17%. Il presidente Carlos Ghosn anticipa che il piano strategico triennale della Renault sar? centrato sul miglioramento della gamma dei prodotti e non sulla ristrutturazione. Nei prossimi cinque anni la Saic investir? 2,5 miliardi di dollari nella Ssangyong. Heinrich von Pierer, presidente della Siemens, ha escluso che sostituir? Ferdinand Piech alla Volkswagen. Secondo un quotidiano locale quest?anno il mercato cinese diventer? il secondo mondiale, superando il Giappone, con la vendita di 6,4 milioni di veicoli. Nel 2005 la Mitsubishi ha venduto in Europa 265.685 unit? con un aumento del 17,7%. La Bosch prevede di raddoppiare le vendite entro il 2015. La Continental prevede di aumentare le vendite del 10% nell?area asiatica.

26 gennaio ? L?amministratore delegato Sergio Marchionne, afferma che la Fiat non si attende ulteriori uscite dall?azionariato di altre banche, che non c?? "intenzione di vendere la Fidis"; il presidente Luca di Montezemolo sottolinea che la societ? "si sta risollevando senza l?aiuto di nessuno" e che deve essere "un esempio per il Paese". L?agenzia Ficht ha confermato il rating della Fidis. Nel quarto trimestre la GM ha avuto un fatturato di 51,2 miliardi di dollari, rispetto a 51,4, e ha avuto perdite per 4,78 miliardi rispetto a 99 milioni: nell?intero 2005 le perdite sono state di 8,6 miliardi rispetto a utili per 2,8 miliardi nel 2004; il direttore finanziario Fritz Henderson afferma che non vi ? alcuna ipotesi di ricorrere alla bancarotta. Il presidente degli Usa Bush afferma che il governo non fornir? aiuti alle industrie dell?auto che devono puntare su "prodotti all?altezza". Nel 2005 la Hyundai ha avuto un fatturato di 27,4 trilioni di won e ha avuto utili netti per 2,31 trilioni con un aumento del 33%. La Renault studia la possibilit? di produrre la terza serie della Clio anche in Spagna. Nel 2005 la Toyota ha prodotto 8.232 mila veicoli con un aumento del 10,6 e ne ha venduti 8.116 mila con un aumento dell?8%; la Nissan ne ha prodotti 3.508 mila con un aumento del 9,4% e la Honda ne ha prodotti 3.410 mila con un aumento del 7,2%. Kirk Kerkorian ha acquistato altri 12 milioni di azioni GM portandosi al 9,9% del capitale. Dal 1 febbraio Elena Cortesi sar? Direttore comunicazione e relazioni esterne della Ford Italia.

25 gennaio ? Nel 2005 la BMW ha avuto un fatturato di 46,6 miliardi di euro con un aumento del 5,2%. Il governo francese afferma che nel piano strategico triennale che la Renault sta preparando non vi sono delocalizzazioni n? chiusure di impianti; secondo un quotidiano francese il presidente Carlos Ghosn, punta ad ottenere l?autorizzazione ad aprire un impianto di assemblaggio in Cina. La SsanngYong investir? 2,1 miliardi di dollari per sviluppare nuovi modelli e sviluppare la capacit? produttiva con l?obiettivo di produrre e vendere 340 mila unit? entro il 2010. La Kuwait Investment Authority, principale azionista della DaimlerChrysler, ritiene che l?unica soluzione per la Smart sia la vendita. Il direttore esecutivo Wayne Brannon dice che nel 2007 la Chevrolet Europe punta a vendere 300 mila unit?, rispetto alle 240.500 del 2004 e che fino al 2009 vender? vetture prodotte in Corea. Nel 2005 la Citroen ha venduto 1.395 mila unit? con un aumento del 3,5%. Nel 2005 la Bentley ha venduto 8.627 unit? con un aumento del 31% e ha avuto un aumento degli utili del 6,5%. In Malesia nel 2006 si prevede un aumento delle vendite del 2,5. Vincent Bollor? investir? 150 milioni di euro in uno stabilimento che produrr? 10 mila batterie l?anno per la sua vettura elettrica. Secondo un giornale svedese nel 2005 la Volvo ha avuto un utile operativo di 461,1 milioni di dollari con un calo del 55%. La Nissan ha deciso di entrare negli Usa nel settore dei pickup ? truck pesanti.

24 gennaio ? La DaimlerChrysler ridurr? in tre anni 6 mila posti di lavoro nel settore amministrativo per risparmiare altri 1,5 miliardi di euro. La Porsche assicura di avere i mezzi finanziari necessari a salire, se fosse necessario, fino al 30% della Volkswagen dall?attuale 18,5. La Severstal investir? in tre anni 30 milioni di dollari per l?assemblaggio e la vendita delle auto Fiat in Russia. La Mitsubishi si ? di chiarata disponibile a una alleanza tecnologica con la Proton. La Ford ridurr? nei prossimi anni i fornitori a 800 dagli attuali 2.500. La GM Powertrain Europe di Torino ha in programma di assumere 200 ingegneri nei prossimi due anni. La Tata non prevede di entrare nel mercato americano prima del 2010 e comunque lo farebbe solo assieme a un partner. La Toyota ha inaugurato in Belgio il centro tecnico che si occuper? dello sviluppo della parte superiore della scocca di tutte le future vetture della casa giapponese in Europa. Nel 2005 in Romania sono state vendute 215.532 unit? con un aumento del 49%. Nel 2005 la DaimlerChrysler ha venduto 824.900 autocarri, autobus e furgoni con un aumento del 16%. Due ex azionisti hanno citato la DaimlerChrysler sostenendo di essere stati danneggiati dal ritardo della comunicazione delle dimissioni di Jurgen Schrempp.

23 gennaio ? La Ford ha annunciato che il piano di riduzione dei costi di 6 miliardi di dollari entro il 2010 comporta la riduzione degli organici in Nord America entro il 2012 di 30 mila unit? e la chiusura di 14 impianti su 43 con la riduzione della capacit? produttiva di 1,2 milioni di veicoli; secondo l?amministratore delegato William Clay Ford l?auto torner? in attivo nel 2008; intanto la casa nel quarto trimestre 2005 ha avuto utili per 124 milioni di dollari. Secondo il Sunday Times la Ford ha rifiutato l?offerta della Renault di acquistare la Jaguar. Secondo il Financial Times Wolfang Bernhard, oltre che responsabile della Volkswagen diventer? responsabile per la produzione dell?intero Gruppo e Martin Winkerton, ad della Audi, sar? responsabile dello sviluppo dell?intero gruppo. La russa Severstal precisa che l?intesa con la Fiat ? concentrata solo sulla fornitura al mercato russo. Fiat e sindacati hanno siglato un accordo che prolunga di tre mesi la cassa integrazione per mille dipendenti, La Immsi di Roberto Colaninno smentisce le voci di stampa secondo cui sarebbe in trattative per acquistare la Smart e il portavoce della societ? afferma che non ? in vendita ma che il mandato alla Goldman Sachs ha solo lo scopo di scoprire possibili offerte. La Toyota investir? 37 milioni di dollari per portare da 20 a 50 mila unit? l?anno la capacit? produttiva del pickup Takoma in Messico. La Mitsubishi intende acquistare una quota nella South Esta Motor Corp per realizzare il suo primo impianto produttivo in Cina. Dal 1 gennaio Narkissos V. Georgiadis ? il nuovo amministratore delegato di EvoBus Italia. Jeffrey Bell ? il nuovo vicepresidente della strategia prodotto della Chrysler, Gordon Heidacker sar? il direttore dei prodotti strategici e Stephen Batoli sar? vicepresidente della programmazione del prodotto globale e del marketing.

20 gennaio ? Il Monte dei Paschi di Siena e il San Paolo Imi hanno venduto le quote di azioni Fiat che derivavano dal prestito convertendo; secondo l?agenzia Standard & Poor?s la vendita non fa mutare il giudizio sulla societ? mentre l?agenzia Ficht ha elevato l?outlook a stabile. La Porsche e il Land della Bassa Sassonia hanno raggiunto un accordo sul futuro della Volkswagen: il presidente della Porsche, Wendelin Wiedeking entrer? subito nel Consiglio di sorveglianza, e Ferdinand Piech ne lascer? la presidenza nel 2007 sostituito da un manager indipendente. La Volkswagen costruir? un nuovo modello nell?impianto portoghese. Secondo diversi analisti la Ford chiuder? cinque impianti in Nord America e licenzier? 25-30 mila dipendenti. Il primo ministro malese annuncia che continuano le trattative tra la Volkswagen e la Proton. La Suzuki punta quest?anno ad aumentare del 10% le vendite a 2,2 milioni di unit?. Il ministro dell?industria Ceco prevede che l?accordo con la Hyundai per la costruzione di un impianto che comporta l?investimento di 1 miliardo di euro, potr? essere firmato in febbraio. Il presidente Rick Labelle prevede che la GM Daewoo quest?anno aumenter? le vendite del 30% a 1,5 milioni di unit?. La Isuzu Motor punta a vendere quest?anno 670 mila unit? con un aumento del 7%. Nel 2005 la porsche ha venduto 16.565 unit? con un aumento del 2,1%. Nel 2005 la Audi ha prodotto in Germania 750 mila unit? pari al 90% delle 810 mila totali. La Citroen punta quest?anno al 15% del mercato francese.

19 gennaio ? La DaimlerChrysler nel 2007 costruir? un impianto in Malesia per assemblare la Classe S. La Chrysler intende pi? che raddoppiare le vendite al di fuori del Nord America esportando almeno 18 modelli entro il 2007. Nel 2005 la Mercedes ha venduto in Cina 16.128 unit? con un aumento del 39%. La Mazda prevede di aumentare del 10% quest?anno le vendite in Cina. In gennaio la Audi ha aumentato le vendite del 18%. Secondo un settimanale francese la Renault ha deciso di lasciare la F1 dal prossimo anno. La Hino Motor costruir? 60 mila camion l?anno da vendere negli Usa per conto della Toyota.

18 gennaio ? Il presidente Luca di Montezemolo afferma di attendersi un "grande senso di responsabilit?" nella vicenda per la mobilit? lunga dei dipendenti Fiat, nell?incontro con i vertici del Gruppo il ministro del Welfare Maroni propone un programma di sostegno al reddito dei disoccupati ultracinquantenni finalizzato al ricollocamento nel mercato del lavoro. L?ex amministratore delegato della Fiat Cesare Romiti afferma "certamente oggi, dopo quelle cos? fallimentari che sono seguite alla mia uscita, questa mi sembra una eccellente gestione". L?amministratore delegato Bernd Pischetsrieder garantisce a una delegazione del governo spagnolo che la Volkswagen non intende vendere la Seat e che ? impegnata sul suo futuro. Secondo lo Handelsblatt nel 2005 la Saab ha avuto una perdita di 300 milioni di dollari. Secondo l?agenzia Bloomberg la Skoda prevede di produrre quest?anno oltre 500 mila unit? e punta a 800 mila entro il 2008. La Commissione industria del Parlamento inglese svolger? un?indagine sul comportamento del governo nella vicenda della Rover. Secondo il Financial Times la Volkswagen ha definito il piano di riorganizzazione dell?impianto di Wolfsburg che prevede la creazione di quattro divisioni distinte. La Volkswagen si attende di aumentare le vendite in Cina della stessa percentuale prevista per l?aumento del mercato dopo la flessione degli ultimi tre anni da 700 a 570 mila auto. Nel 2005 la BMW ha venduto in Cina 15.300 unit? con un aumento del 77%. Secondo Lo Handelsblatt la DaimlerChrysler confermer? per altri cinque anni il responsabile della finanza Bodo Uebber.

17 gennaio ? Secondo un quotidiano tedesco la DaimlerChrysler intende sviluppare un motore diesel con emissioni paragonabili a quelli a gas. Secondo il Financial Times la Porsche e il Land della Bassa Sassonia stanno raggiungendo un accordo sui vertici della Volkswagen. Nel 2005 la Honda ha venduto in Europa 285.924 unit? con un aumento dell?11,8% e punta a 310 mila unit? quest?anno. La Toyota prevede di aumentare quest?anno del 50% le vendite di veicoli ibridi negli Usa. Secondo l?associazione dell?industria dell?auto il mercato cinese quest?anno aumenter? dal 10 al 15%. La Daihatsu ha avviato la produzione del suv Rush per conto della Toyota. La Carcerano di Torino e l?indiana Pricol Tech hanno creato una joint che sar? attiva in India nel campo del design e della produzione

16 gennaio ? Il presidente Bernd Pischetsrieder annuncia che la Volkswagen ha deciso di rinunciare all?alleanza con la malese Proton. La Toyota punta a vendere quest?anno 420 mila Lexus con un aumento del 20%. Nel 2005 la GM ha venduto 9,2 milioni di veicoli con un aumento del 2%. Nel 2005 la Ford ha venduto in Cina 82.225 unit? con un aumento del 46%. La Symi ha venduto nel 2005 in Italia 7006 veicoli della SsangYong con un aumento del 55,75% e punta a quota 10 mila per quest?anno. Il ministero dei trasporti ha recepito con un decreto la direttiva 2005/21/CE sull?inquinamento dei motori diesel. L?Alfa Romeo 159 si ? aggiudicata le cinque stelle Euro Ncap nel campo della sicurezza. Claudio Di Stefano ? il nuovo direttore generale della succursale BMW Roma Srl.

13 gennaio ? L?amministratore delegato Sergio Marchionne e il presidente Ratan Tata hanno firmato l?accordo tra Fiat e Tata per la distribuzione in India della Paio; l?ad della casa italiana afferma che si tratta della prima fase di uno sviluppo molto razionale. Il ministro del Welfare Maroni ribadisce il suo no alla mobilit? lunga per mille dipendenti Fiat e invita il management della societ? a cessare le "pressioni" su alcune forze politiche. L?amministratore delegato Bernd Pischetsrieder annuncia che la Volkswagen potrebbe sviluppare altri progetti, oltre a quello del minivan con la Chrysler. La Skoda prevede di aver aumentato del 20% gli utili nel 2005 e punta a produrre 600 mila unit? entro il 2008 dalle 494 mila del 2005. L?amministratore delegato Rick Wagoner annuncia che la GM si aspetta per il 2006 e 2007 risultati in miglioramento anche in conseguenza del piano di riduzione dei costi che prevede la loro riduzione rispetto ai ricavi dall?attuale 34% al 25% nel 2010, e conferma che ? "ancora attuale" l?ipotesi di vendita del controllo della Gmac rettificher? al ribasso per 450 milioni di dollari gli utili annuali che dovrebbero raggiungere i 2,5 miliardi di dollari. Secondo il Financial Times la GM sta valutando l?ipotesi di esportare i veicoli prodotti in Cina in India, Medio Oriente e Sud America. La Mazda Europe aprir? centri di distribuzione auto e marketing nella Repubblica Ceca e in Slovacchia. Nel 2005 in Cina sono state vendute 3,97 milioni di veicoli con un aumento del 21%, la produzione ? stata di 3,93 milioni con un aumento del 20%. Nel 2005 le vendite della Jaguar in Cina sono aumentate del 220%. Secondo il Financial Times la Volkswagen punta a raggiungere il break-even negli Usa nel 2008. La Visteon ha messo a punto in piano di riduzione dei costi che prevede la chiusura di due impianti, la vendita di 6 e la ristrutturazione di altri 12.

12 gennaio ? La Hyundai costruir? un impianto della capacit? annuale di 100 mila motori nella provincia cinese di Shandong. Nel 2005 in Brasile sono state prodotte 2,44 milioni di auto, la cifra pi? alta dal 1997. La Tata ha acquistato la tedesca Cedis che si occupa di design e ingegneria nel settore automotive. Nel 2005 la Toyota ha ottenuto il nono record consecutivo di vendite in Europa con 935.431 unit? e un aumento del 5%. Nel 2005 la Saic ha venduto 1,05 milioni di veicoli con un aumento del 24%. Nel 2005 nella Repubblica Ceca sono state vendute 127.376 auto con un aumento dell?1,3%. La Bosch investir? 325 milioni di euro in India entro il 2008. Paolo Nestore ? entrato nel settore relazioni esterne di Toyota Motor Italia dove si occuper? di prodotto. Secondo un?indagine di Interautonews la Rete dei Concessionari della Seat nel 2005 ha avuto i migliori venditori d?Italia.

11 gennaio ? Nel 2005 la GM Europe ha venduto 1.982.300 veicoli con un aumento dell?11%, per il presidente Carl Peter Foster si ? trattato di "un anno cardine", per Cesare Prati amministratore delegato della filiale italiana ? stato un anno "molto positivo". La PSA nel 2005 ha venduto 3.390 mila veicoli con un aumento dello 0,4%. Nel 2005 la Toyota ha venduto 2.260.296 veicoli con un aumento del 10,1%. La Hyundai prevede di avere un fatturato di 30 trilioni di won nel 2006 e utili operativi per 1,94 miliardi di dollari con un aumento del 6,3%. Secondo l?agenzia Bloomberg nel 2006 la Audi avr? utili anche negli Usa. La Fiat metter? in cassa integrazione 115 dipendenti di Mirafiori dal 6 al 12 febbraio. L?agenzia Moody?s ha abbassato il rating della Ford da Ba1 a Ba3. Il ministero delle Attivit? produttive ha siglato gli accordi con le associazioni di produttori e trasformatori per utilizzare i 40 milioni di euro di incentivi per passare a veicoli alimentati a metano e Gpl. Sergio Pininfarina ha ritirato a Bruxelles il Prix europeen de design automobile.

10 gennaio ? L?amministratore delegato Sergio Marchionne afferma che i conti della Fiat per il 2005 sono "assolutamente in linea con le previsioni" che entro il primo semestre saranno emessi Bon per pi? di 500 milioni e che per il problema della mobilit? lunga di un migliaio di dipendenti punta "a trovare una soluzione con il governo". La Nanjing prevede di produrre 20 mila vetture nel 2007 in Cina e Inghilterra basandosi sui disegni della Rover. Secondo il Wall Street Journal la Mercedes intende rielaborare la Classe E. La Ford esclude l?intenzione di vendere la divisione finanziaria. La Kia prevede un aumento a due cifre nel 2006 delle vendite negli Usa. La Mitsubishi punta a raggiungere l?1-2% del mercato Usa quest?anno. La cinese Geely prevede di vendere una berlina media negli Usa dal 2008. Kirk Kerkorian chiede alla GM di dimezzare il dividendo annuale di 1,1 miliardi di dollari per velocizzare il risanamento dei conti, un "sostanziale" taglio agli stipendi dei manager e una riduzione generalizzata dei salari. Nel 2005 la Audi ha venduto 829.100 veicoli con un aumento del 6,4%.

9 gennaio ? Dieter Zetsche, presidente della DaimlerChrysler, annuncia di aver dato incarico alla banca Goldman Sachs di sondare tutte le offerte, sia di acquisto che di collaborazione, per la Smart; il presidente Helmut Panke afferma che per la BMW non avrebbe alcun senso acquistarla. Il presidente Bernd Pischetsrieder annuncia che la Volkswagen costruir? una fabbrica in Russia della capacit? di 50 mila vetture l?anno. Il presidente Bill Ford annuncia che la Ford quest?anno "chiuder? i conti con un solido profitto". Luca di Montezemolo, presidente della Fiat, conferma che la Grande Punto sar? prodotta a Mirafiori entro agosto. L?amministratore delegato Karl Heinz Kalbfell, annuncia che la nuova sportiva della Maserati arriver? sul mercato entro il 2007 e che non sono state prese decisioni sul ritorno negli Usa della Alfa Romeo. L?amministratore delegato Rick Wagoner dice di guardare con "fiducia" al 2006 della GM e smentisce ogni ipotesi di bancarotta. Il presidente Hisakazu Imaki annuncia che la Mazda sta valutando la costruzione di una fabbrica in Europa o negli Usa. Secondo il Wall Street Journal la Toyota potrebbe costruire un impianto per la produzione di motori nel Michigan. La DaimlerChrysler e Volkswagen produrranno un nuovo minivan per il mercato del Nord America dal 2008. La Volkswagen ha escluso la Sixt dalla gara per l?acquisto della Europcar. La Repubblica Ceca offre 5,5 miliardi di corone alla Hyundai per costruire una fabbrica. Nel 2005 la DaimlerChrysler ha superato per la prima volta oltre 4 milioni di veicoli con un aumento del 3,8% rispetto al 2004. Nel 2005 il Gruppo Volkswagen ha venduto 5,24 milioni di veicoli con un aumento del 3,2% sul 2004. Per il direttore generale Romano Valente la Suzuki Italia con una vendita di 28.616 unit? ha avuto un 2005 "molto positivo". Il vice direttore Amedeo Felisa afferma che con la vendita record di 5.409 unit? per la Ferrari il 2005 ? stato "estremamente positivo". Il governo di Abu Dhabi ha acquistato da Mediobanca il 5% della Ferrari.

5 gennaio - Il presidente della Volkswagen Wolfang Bernhard annuncia la firma dell'accordo con il quale la DaimlerChrysler produrr? negli Usa per la casa tedesca dal 2008 van basati su piattaforme Chrysler e Dodge. La PSA vender? vetture ibride diesel dal 2010. Nel 2005 il Gruppo DaimlerChrysler Italia ha superato per la prima volta la vendita di 132 mila veicoli. La GM nel 2005 ha aumentato le vendite dei suoi prodotti in Cina del 25% e prevede un ulteriore aumento del 15% nel 2006; la joint cinese della GM ha deciso di ridurre i prezzi di alcuni modelli dell'11%. La Audi prevede di aumentare del 6% quest'anno le vendite negli Usa Nel 2005 per la prima volta dopo 19 anno il marchio Chevrolet della GM ha superato le vendite della Ford.

4 gennaio - La Ford render? noto il 23 gennaio il piano di ristrutturazione che prevede tagli all'organico e la chiusura di impianti in Nord America. La Porsche emetter? bond in euro e in dollari a 5 e 10 anni. La Hyundai avvier? in marzo i lavori per il suo secondo impianto in Cina nel quale investir? 800 milioni di dollari e che dal 2008 produrr? 300 mila veicoli l'anno. Lo Stato indiano del Karnataka ha promesso di mettere a disposizione tutte le attrezzature se la Volkswagen sceglier? il suo territorio per costruire un impianto. La SsangYong prevede di aumentare nel 2006 il fatturato del 24% a 4,3 trilioni di won. Nel 2005 la Renault ha aumentato le vendite dell'1,7% a 2,53 milioni di unit?. Nel 2005 la Maserati ha venduto 5.600 unit? con un aumento del 25%, negli Usa e in Canada l'aumento delle vendite ? stato del 53%. In dicembre l'indiana Tata ha aumentato le vendite dell'11%.

3 gennaio - La Fiat ha siglato un accordo con la russa Severstal per assemblare dal 2007 in Russia i modelli Palio e Albea usando componenti prodotti in Turchia dalla Tofas. Il ministro del Welfare Maroni afferma che la Fiat "si sta riprendendo" e non pare "un'azienda sull'orlo di una crisi drammatica per cui serve un intervento urgente del governo". Secondo l'agenzia tedesca DPA la Volkswagen e la DaimlerChrysler

Dealer, quando la lotta fa bene alla pace

Dentro la sollevazione pronta e unitaria del settore auto italiano seguita all’introduzione dell’Ecotassa – sollevazione che è stata fin qui il solo e unico benefico effetto sortito dalla non comprensibile decisione del Governo – sono scomparsi d’incanto le turbolenze e il progetto di scissione all’interno del mondo delle rappresentanze dei Concessionari italiani. Una conquista enorme, considerato il clima dello scorso anno e i toni forti della diatriba.

Della nuova associazione dei Dealer non si parla più. Il che non significa che i grandi Gruppi abbiano perso la voglia (la forza non la perderanno certo) di essere attivi e pure rappresentativi: una delle richieste avanzate a Federauto prima dell’avvio della procedura di scissione di inizio estate 2018, all’epoca non accolta dal presidente De Stefani Cosentino, ovvero l’adesione diretta dei Concessionari alla Federazione, senza quindi l’obbligo di passare attraverso le associazioni di marca, è adesso argomento di pacata discussione (in corso) e le probabilità che ottenga il via libera sono più che alte – per non scontentare nessuno si potrà aderire alla Federazione sia tramite associazione di marca sia liberamente, l’una possibilità non escluderà l’altra. Un’apertura di dialogo concreta, sui fatti: buona notizia.

Ma c’è altro. In sede di Unione europea, dove si è almeno abituati, per cultura, ad ascoltare, è stata rappresentata da Federauto la delicata questione della vendita dei veicoli alle flotte da parte delle Case – a prezzi e condizioni che i Concessionari nemmeno si sognano, e soprattutto vendita diretta. E sempre per rimanere alla Ue, un intervento in quella sede per rappresentare le problematiche legate ai contratti tra Case e Concessionari (sul nodo del recesso, in particolare) era stata indicata tra le possibili azioni da intraprendere al più presto dai promotori della nuova Associazione, quando ancora sembrava che questa dovesse realizzarsi. 

Nel nuovo scenario di collaborazione che sembra aprirsi per il settore, potrebbe realizzarsi così compiutamente l’idea di quanti – tra i fondatori della nuova Associazione – non erano del tutto propensi alla scissione da Federauto né allo scontro, e immaginavano il nascente soggetto più come una task force cui affidare questo o quel compito particolare da portare a termine. Fiancheggiando la Rappresentanza ufficiale e non entrando con la stessa in rotta di collisione: ciascuno porta le proprie competenze, le proprie conoscenza e capacità e le mette a disposizione della collettività.

Leggi tutto...