I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2017

Abbonamento al mensile InterAutoNews: 100 euro (11 numeri)
Ogni mese i dati di mercato, i fatti, le anticipazioni, le voci, le statistiche italiane, europee e mondiali

Abbonamento al semestrale InterAuto DataBook: 75 euro (2 numeri)
Statistiche italiane, europee e mondiali, elaborazioni ed analisi dei risultati dei primi sei mesi e dell’intero anno.
E in più, articoli di specialisti di tutto il mondo sui grandi temi del commercio dell’auto

Abbonamento cumulato InterAutoNews + InterAuto DataBook: 150 euro

Sono previsti anche 3 tipi di abbonamento-package con consegna personalizzata così concepiti:

SOLUZIONE A:
10 copie di InterAutoNews inviate ogni mese (escluso agosto)
comprese 10 copie del DataBookper corriere ad un unico indirizzo: 950 euro

SOLUZIONE B:
5 copie di InterAutoNews inviate ogni mese (escluso agosto)
comprese 5 copie del DataBookper corriere ad un unico indirizzo: 475 euro

SOLUZIONE C:
2 copie di InterAutoNews inviate ogni mese (escluso agosto)
comprese 2 copie del DataBookper corriere ad un unico indirizzo: 240 euro

Modalità di pagamento: bonifico bancario
Tutte le informazioni sugli abbonamenti e le coordinate bancarie possono essere richieste a:

Contatti

Ogni cosa è illuminata dalla luce del passato. Anche l’auto

Uno tra gli altri aspetti che del passato risulta particolarmente affascinante, è che una volta è stato il qui e ora. È stato il tempo e il luogo in cui un’idea, un’azione, anche una semplice cosa, che oggi ci appaiono vecchie, consumate dall’uso, è stata pensata, o è stata fatta, o è stata creata dal nulla, ed era nuova e scintillante. È stato, il passato, il luogo dal quale si è guardato il futuro - che, prima o dopo, è diventato il qui e ora. Sia questo numero di InterAutoNews sia quello del Data Book, che tradizionalmente lo accompagna, riservano una certa quantità di spazio al passato. Remoto o prossimo che fosse, ci è piaciuto tornare a guardarlo da vicino. Non per nostalgia: per la curiosità di verificare se certe profezie si fossero effettivamente avverate, o anche solo per scoprire come ieri o l’altroieri si immaginava il presente del settore.
Nel Data Book, insieme con un ricordo appassionato e provocatorio dedicato al tempo in cui guidare su strada era un’arte che competeva all’Uomo, accanto ad un percorso che si snoda attraverso le parole dei Manager del passato (sorprendente come i temi che trattavano sono di piena attualità così tanti anni dopo), riluce una visionaria – lo si dice qui nel suo significato più letterale – anticipazione dell’automobile del futuro fatta da Giorgetto Giugiaro 40 anni fa. Lucidamente, il Maestro di stile descriveva non soltanto l’automobile che abbiamo guidato negli ultimi anni, ma anche quella che guidiamo oggi e perfino quella che guideremo domani

Leggi tutto...