I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Numeri, persone e fatti di prima pagina

La GL events Italia, organizzatrice del Motor Show di Bologna ha sciolto tutti i dubbi. ?L?evento ? ci ha dichiarato Giada Michetti, AD di GL events Italia - si svolger? nei padiglioni della Fiera di Bologna dal 7 al 15 dicembre, giorni di apertura al pubblico, mentre le giornate dedicate alla convegnistica e agli operatori saranno quelle del 9 e del 10?. Si modifica cos? la consuetudine che voleva riservate a stampa e operatori le prime due giornate dell?evento.? (09/2013)

I gruppi di acquisto sono entrati anche nel mondo dell?automobile, dopo aver dato vita ad acquisti di interi pacchetti di prodotti in altri settori merceologici.? L?iniziativa, partita con l?acquisto a prezzo fortemente di un certo numero di Toyota Yaris ibride,(inclusi l?assistenza, il cambio pneumatici e altri servizi)? potrebbe aprire in Italia un nuovo fronte nel business dell?automobile. (09/2013)

Rivoluzione ai vertici di? Renault. Dopo la dichiarazione di Carlos Tavares, Direttore Generale del gruppo francese che aveva espresso pubblicamente il desiderio di andare al vertice di un?altra Casa automobilistica e dopo la immediata uscita del top manager,? il Presidente Carlos Ghosn ha ufficializzato la cancellazione della posizione nell?organigramma e la parallela creazione di due nuove Direzioni: una delegata alla competitivit? affidata a Thierry Bollor?, l?altra delegata alle performances affidata a Jerome Stoll. (09/2013)

Gioved? 19 e venerd? 20 settembre torna Anticrisi Day con un nuovo appuntamento rivolto agli esperti del settore Post-Vendita. L?evento ? una iniziativa ?a sostegno del tesseramento 2013 di Anticrisi Day-ONLUS, associazione finalizzata alla solidariet? sociale che attualmente promuove una raccolta di fondi destinata alla dotazione per AISLA di una vettura speciale per il trasposto degli ammalati. La prima ?Consulta dei Service Manager?, che si svolger? in Friuli Venezia Giulia riunir? molti dei professionisti operanti in una delle aree di primario interesse della filiera automotive. Un meeting reso possibile grazie al prezioso contributo di AsConAuto, AutopromotecEDU, EXO Automotive, Findomestic, GiPA, Mobil1, TEXA e di noi di InterAutoNews, che sin dalla sua nascita, ci siamo fatti promotori di quello che riteniamo essere uno dei format di maggiore interesse degli ultimi anni. (09/2013)

Fitto il programma della due giorni friulana che vedr? interventi di relatori che offriranno numerosi ed innovativi spunti di riflessione. Sono attesi Pietro Trabucchi, noto psicologo che si occupa da sempre di prestazione sportiva e resilienza psicologica, Renzo Servadei, Amministratore Delegato di Autopromotec, Bruno Vianello, Presidente e AD di TEXA, Marc Aguettaz, Amministratore Delegato di GiPA Italia, Alessandro Lazzeri, Automotive Manager di Findomestic Banca, Fabrizio Guidi, Presidente di AsConAuto, Carlo Lazzari, Direttore Generale ?di EXO Automotive, Umberto Seletto, Presidente di Anticrisi Day-ONLUS. (09/2013)

Dealer, quando la lotta fa bene alla pace

Dentro la sollevazione pronta e unitaria del settore auto italiano seguita all’introduzione dell’Ecotassa – sollevazione che è stata fin qui il solo e unico benefico effetto sortito dalla non comprensibile decisione del Governo – sono scomparsi d’incanto le turbolenze e il progetto di scissione all’interno del mondo delle rappresentanze dei Concessionari italiani. Una conquista enorme, considerato il clima dello scorso anno e i toni forti della diatriba.

Della nuova associazione dei Dealer non si parla più. Il che non significa che i grandi Gruppi abbiano perso la voglia (la forza non la perderanno certo) di essere attivi e pure rappresentativi: una delle richieste avanzate a Federauto prima dell’avvio della procedura di scissione di inizio estate 2018, all’epoca non accolta dal presidente De Stefani Cosentino, ovvero l’adesione diretta dei Concessionari alla Federazione, senza quindi l’obbligo di passare attraverso le associazioni di marca, è adesso argomento di pacata discussione (in corso) e le probabilità che ottenga il via libera sono più che alte – per non scontentare nessuno si potrà aderire alla Federazione sia tramite associazione di marca sia liberamente, l’una possibilità non escluderà l’altra. Un’apertura di dialogo concreta, sui fatti: buona notizia.

Ma c’è altro. In sede di Unione europea, dove si è almeno abituati, per cultura, ad ascoltare, è stata rappresentata da Federauto la delicata questione della vendita dei veicoli alle flotte da parte delle Case – a prezzi e condizioni che i Concessionari nemmeno si sognano, e soprattutto vendita diretta. E sempre per rimanere alla Ue, un intervento in quella sede per rappresentare le problematiche legate ai contratti tra Case e Concessionari (sul nodo del recesso, in particolare) era stata indicata tra le possibili azioni da intraprendere al più presto dai promotori della nuova Associazione, quando ancora sembrava che questa dovesse realizzarsi. 

Nel nuovo scenario di collaborazione che sembra aprirsi per il settore, potrebbe realizzarsi così compiutamente l’idea di quanti – tra i fondatori della nuova Associazione – non erano del tutto propensi alla scissione da Federauto né allo scontro, e immaginavano il nascente soggetto più come una task force cui affidare questo o quel compito particolare da portare a termine. Fiancheggiando la Rappresentanza ufficiale e non entrando con la stessa in rotta di collisione: ciascuno porta le proprie competenze, le proprie conoscenza e capacità e le mette a disposizione della collettività.

Leggi tutto...