I cookie ci aiutano a fornire, proteggere e migliorare i servizi di InterAutoNews.
Continuando a usare il nostro sito, accetti la nostra normativa sui cookie.

Numeri, persone e fatti di prima pagina

Il mercato francese di novembre ha registrato, con 138.298 immatricolazioni, un calo del 4%, confermando quindi la previsione per l?intero anno di una contrazione del 6%. L?undicesimo mese dell?anno ha fatto registrare la crescita dezi brand nazionali a discapito di quelli esteri, che hanno perso il 13%, mentre Gruppo PSA e Renault hanno chiuso rispettivamente con un +5 ed un +4%. (12/2013)

Dopo i primi dieci mesi, la Top Ten delle vetture pi? vendute in Europa, secondo quanto reso noto da Jato Dynamics, vede sul podio al primo posto la Volkswagen Golf con 390.688 unit? (+4,7%) e un ottobre da record con 43.281 targhe e una crescita anno su anno del 30,8%. Il secondo grandino ? occupato dalla Ford Fiesta (246.098, -7%) e il terzo dalla Renault Clio (241.516, +18,7%). Seguono Volkswagen Polo (223.216, -10%), Peugeot 208 (207.836, +70,1%), Opel Corsa (205.247, -10,7%), Ford Focus (194.020, -6,7%), Nissan Qashqai (177.392, -0,6%), BMW Serie 3 (171.620, +18,9%) e decima la Skoda Octavia (135.714, -11,9%). (12/2013)

Nel ?Quadro di valutazione degli investimenti industriali in ricerca e sviluppo? condotto come ogni anno dalla Commissione Europa, il Gruppo Volkswagen risulta al primo posto nella graduatoria 2012, diffusa recentemente. Il campione preso in considerazione dalla Commissione ? di 2.000 aziende internazionali appartenenti a diversi settori industriali. Martin Winterkorn, CEO del Gruppo tedesco, ha sottolineato che di fronte alla forte concorrenza globale, l?industria europea deve concentrarsi sistematicamente su prodotti competitivi e su tecnologie rispettose dell?ambiente. (12/2013)

?L?Italia ha diritto ad avere un suo Salone dell?automobile. Non ? importante la sede, quanto l?evento in se. L?automobile deve tornare al centro della scena, ? ora di finirla con il piangersi addosso, e un salone ? il modo migliore per creare nuovo interesse per l?auto?. Sono parole dette da Fabrizio Longo, direttore del brand Audi all?interno del Gruppo Volkswagen Italia, in occasione di un incontro a Milano, con un ristretto gruppo di giornalisti. Longo ha anche sostenuto la necessit? di creare una nuova immagine per il metano, ?che - ha affermato - ha diritto di cittadinanza anche nel mondo delle vetture premium?. (12/2013)

Secondo quanto reso noto da Autoscout24, specializzato nella compravendita di auto usate on line, le Ferrari di Alessandro Del Piero (ex playmaker della Juventus) e di Francesco Totti (la cui assenza pesa sui risultati insoddisfacenti della sua Roma) sono state messe all?asta: la 550 Maranello dell?ex juventino partiva da una quotazione estremamente interessante di 49.900 euro, mentre la 456 M GTA appartenuta al campione giallorosso ha una cifra di partenza ancora inferiore: 39.000 euro. (12/2013)

?

Di biciclette, automobili, integrazione (e qualche omissione)

Presa diretta. 1. Tipologia di cambio di velocità, ma anche: 2. Programma televisivo di approfondimento, in onda su Rai3 a partire dal 2009.
È in questa seconda veste che ne parleremo qui.
L’8 gennaio è andata in onda la prima puntata di “Presa diretta” della stagione 2018. È stata seguita da 1 milione 356 mila spettatori (share 5.2%) ed è stato il programma Rai più commentato sui social dell’intera serata: 52 mila interazioni. Il titolo della puntata era: “La bicicletta ci salverà”. Questa ne è stata l’introduzione: “Le nostre città e le nostre vite soffocano nel traffico, i livelli di inquinamento sono cronicamente al di sopra dei limiti consentiti, le malattie correlate alle polveri sottili aumentano, i tempi degli spostamenti urbani si allungano e il trasporto pubblico fatica a stare al passo delle esigenze di tutti. Così non possiamo andare avanti. E allora? Allora, a salvarci, sarà proprio la bicicletta”. Ancora: “In cima alla lista delle città da salvare c’è proprio la nostra capitale. A Roma ogni mattina si mettono in movimento 4 milioni e mezzo di persone, la maggior parte con la propria automobile. I romani infatti hanno il primato di auto per numero di abitanti, quasi 70 ogni 100 persone. D’altra parte gli investimenti sul trasporto pubblico sono in costante riduzione da molti anni così come la loro efficienza, 79 minuti è la durata media del viaggio per e dal posto di lavoro dell’eroico cittadino romano. Per non parlare degli investimenti sui mezzi meno inquinanti: meno 80% sui bus elettrici, meno 30% sui tram, e per quanto riguarda la metropolitana è stato calcolato che ci vorranno 80 anni per raggiungere la dotazione di altre capitali come Madrid, Berlino, o Londra”. Ancora, in conclusione: “Il mondo intero sta cercando il modo di risolvere il problema del traffico nelle grandi città, come abbattere l’inquinamento prodotto dalle macchine, come tornare a far vivere le città e farle diventare luoghi accoglienti e non posti dove ci si ammala”.

Leggi tutto...

 

Il Sondaggio

Come si comporterà il mercato italiano dell'auto nel 2018?